Trapani, chiede caffè in un bar dopo orario consentito, al rifiuto danneggia tavolino e minaccia il titolare

L' uomo, nonostante la spiegazione fornitagli, pretendeva di essere servito

Sarà formalizzata entro la giornata di oggi la denuncia nei confronti dell’uomo – tra i 45 e i 50 anni – che, ieri pomeriggio intorno alle 19, ha fatto ingresso in un bar, il Caffè Mirò di via Giovan Battista Fardella a Trapani, pretendendo di essere servito oltre l’orario di chiusura, minacciando il titolare e un suo dipendente e danneggiando uno dei tavolini dell’esercizio commerciale.

“Ieri pomeriggio – racconta il titolare Vito Candela – è entrata nel nostro locale una donna, nostra cliente sporadica, che ha chiesto un caffè. Le abbiamo spiegato che a quell’orario, non essendo provvisti di cucina, siamo autorizzati, secondo le attuali norme anti Covid, ad effettuare solo consegne a domicilio. La donna si è scusata, ha ringraziato, ed è uscita”.

La cosa sembrava finita lì e, invece, dopo qualche minuto ha fatto ingresso nel bar un uomo, presentatosi come il compagno della donna, che ha insistito per ottenere il caffè. Anche a lui è stato spiegato il motivo per cui la sua richiesta non poteva essere accolta.

“A quel punto – prosegue il titolare del bar – lui, invece di andarsene, ha dato una spinta al tavolo in metallo con piano di vetro che noi solitamente posizioniamo davanti all’ingresso del caffè, proprio per evitare che qualcuno, dopo l’orario consentito, possa entrare”.

Il tavolino è caduto a terra e si è frantumato. L’uomo ha girato dietro al bancone con aria minacciosa e ha chiesto: “Perché non chiudete se non potete servire i clienti?”. Titolare e dipendente sono riusciti, comunque, a farlo uscire mentre l’uomo continuava a dire “Chiudete o vi faccio chiudere io!”

A questo punto il titolare del bar ha chiamato il 112 e sul posto sono prontamente giunte due pattuglie della Volante. I poliziotti hanno identificato l’uomo che, nel frattempo si era seduto, insieme con la compagna, su una panchina di fronte al bar. L’uomo ha sostato ancora un po’ di fronte al locale poi, data la presenza degli agenti, si è allontanato.

“In tutto questo periodo di emergenza per la pandemia noi abbiamo fatto del rispetto delle regole – conclude Vito Candela – la nostra filosofia. I primi a soffrire per le restrizioni siamo noi ma, ovviamente, quando i clienti ci chiedono qualcosa che non possiamo fare, noi spieghiamo il motivo e andiamo avanti”.

Il brindisi con gli Shark a Palazzo D'Alì 240611

Mentre Shark brinda l’assessore risponde alla Lega Nazionale Pallacanestro [VIDEO]

Adesso si cambia regime, si passa al professionismo un'era nuova che davvero non vediamo l'ora di vivere"
È indiziato di appartenere a Cosa nostra e in affari anche con la famiglia mafiosa di Castelvetrano
"Decisioni su progetti di grande impatto ambientale devono essere prese con il coinvolgimento delle comunità locali"
Incrementerà la portata d’acqua a disposizione della città di 15 litri al secondo
Fu ucciso a Palermo in un agguato mafioso con il capitano D'Aleo e l’appuntato Bommarito
La storia del fisico italiano, inventore e padre delle comunicazioni, tra prosa teatrale, canti, musica e coreografie
Iniziativa di Renantis Sicilia in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Appello intervenga presso il governo nazionale e la cabina di regia del Ministero della Coesione
15 anni di carriera con all’attivo nove album e oltre 200 live, lo scorso 31 maggio è uscito “Mezzo rotto”, il nuovo singolo feat. Bigmama
"Essenziale conoscere le modalità della truffa e denunciare", dicono gli investigatori
Per potenziare i percorsi di tutela dei migranti in condizioni di fragilità in arrivo e inseriti nel sistema di accoglienza
Iniziativa dei consiglieri comunali di minoranza
La mostra, articolata in due musei, il Cordici e il Wigner San Francesco, presenterà opere di Andy Warhol e Mario Schifano