Conferenza dei sindaci del Trapanese: DAD impossibile in “zona gialla”

"Purtroppo noi sindaci - ha affermato il primo cittadino di Valderice Francesco Stabile - , nonostante siamo Autorità sanitaria locale, non abbiamo poteri decisionali per poter intervenire nel caso specifico"

La Conferenza dei Sindaci convocata per questa mattina – presenti i 24 sindaci della provincia di Trapani, i vertici ASP, dell’Ordine dei Medici e dell’Ambito Territoriale di Trapani dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia – ha chiarito finalmente un punto, quello dei limiti della competenza in materia di emanazione di provvedimenti restrittivi volti al contenimento del contagio Covid.

Dall’incontro odierno è emerso che le scuole in Sicilia, ad oggi, non possono andare in DAD perché la normativa vigente lo consente esclusivamente in caso di zone dichiarate “arancioni” o “rosse”, così come sottolineato anche dal presidente della Regione Nello Musumeci.

Al momento la Sicilia è dichiarata zona “gialla”, motivo per cui deve attenersi alle normative nazionali. “Purtroppo noi sindaci – ha affermato il primo cittadino di Valderice Francesco Stabile – , nonostante siamo Autorità sanitaria locale, non abbiamo poteri decisionali per poter intervenire nel caso specifico. Rimane alta la mia preoccupazione visto che il contagio della nuova variante Omicron ha una velocissima diffusione, e pertanto in sede di conferenza dei Sindaci, è stato richiesto all’ Asp di Trapani, di intensificare gli screening sul territorio al fine di contenere, quanto più possibile, il diffondersi del virus”.