venerdì, Febbraio 23, 2024

Si aggravano le condizioni di salute, Matteo Messina Denaro trasferito in ospedale

Il tumore al colon da cui è affetto è giunto al quarto stadio

Matteo Messina Denaro è ricoverato da ieri all’ospedale “San Salvatore” de L’Aquila. Il boss mafioso – catturato lo scorso 15 gennaio dai carabinieri del Ros – è stato trasferito dal carcere, dove si trova al 41 bis, al reparto di Chirurgia, con imponenti misure di sicurezza, e operato per un’occlusione intestinale.

«È completamente incompatibile con il regime carcerario soprattutto in quello più duro del 41bis. Con un tumore al quarto stadio, con la difficoltà anche a reggersi in piedi, deve essere immediatamente ricoverato», ha dichiarato l’avvocato abruzzese Alessandro Cerella che, dal 25 giugno scorso, affianca l’avvocata Lorenza Guttadauro nella difesa del capomafia.

I due legali presenteranno al tribunale della Libertà dell’Aquila un’istanza di ricovero urgente all’ospedale dell’Aquila dove Messina Denaro è stato sottoposto ad un intervento chirurgico urologico il 27 giugno scorso.

Secondo Cerella le condizioni di salute di Matteo Messina Denaro si sono aggravate nelle ultime settimane, tanto che il detenuto – riferisce – è costretto ad alimentarsi soltanto con succhi di frutta ed altri integratori. «Sul punto – ha aggiunto il legale – voglio evidenziare il lavoro straordinario, encomiabile che lo staff diretto dal professore Mutti porta avanti fin dal primo momento che ha preso in cura il mio cliente». Il quadro clinico aggravato sta portando il boss di Castelvetrano a continui ricoveri lampo all’ospedale, l’ultimo la settimana scorsa.

Intanto, sempre ieri, è stato reso pubblico il contenuto di un interrogatorio a cui è stato sottoposto dopo la cattura. Davanti ai pm il capomafia ha negato di aver fatto parte di Cosa nostra, respingendo le accuse di stragi e omicidi, specie quello del piccolo Giuseppe Di Matteo, il figlio del pentito rapito, strangolato e sciolto nell’acido dopo 25 mesi di prigionia. Messina Denaro ha anche smentito di aver mai trafficato in droga (“ero benestante, mio padre faceva il mercante d’arte”), e sostenuto che la sua latitanza è terminata solo a causa della malattia.

Nelle 70 pagine di interrogatorio, reso al procuratore di Palermo Maurizio De Lucia e all’aggiunto Paolo Guido, Matteo Messina Denaro mette subito in chiaro: “Escludo di pentirmi”. Accetta di rispondere alle domande, ammette solo quel che non può negare: il possesso di una pistola, la corrispondenza con Bernardo Provenzano, la vita da latitante scelta per difendersi dallo Stato che lo accusa “ingiustamente”.
“La mia vita non è è stata sedentaria, è stata una vita molto avventurosa, movimentata”, ha detto. “Non sono uomo d’onore. Io mi sento uomo d’onore ma non come mafioso. Cosa nostra la conosco dai giornali”. Ai magistrati, per spiegare il cambio di passo nella gestione della latitanza ha citato un proverbio ebraico: “Se vuoi nascondere un albero piantalo in una foresta”. “Ora che ho la malattia e non posso stare più fuori e debbo ritornare qua…”, si è detto dopo aver scoperto di avere il tumore “allora – ha raccontato – mi metto a fare una vita da albero piantato in mezzo alla foresta, allora se voi dovete arrestare tutte le persone che hanno avuto a che fare con me a Campobello, penso che dovete arrestare da due a tremila persone: di questo si tratta”.

Baskin, lo sport inclusivo e i panathleti trapanesi [AUDIO]

Intervista ad Alessandro Aiello prima della seduta di allenamento alla palestra della scuola Pagoto dove giocano a Baskin gli atleti e gli istruttori del Granata Basket Club

Trapani, buona la seconda

Quattro gol contro il Fulgatore. L'analisi di Francesco Rinaudo
Si era allontanato in auto dalla sua abitazione mercoledì scorso
"In assenza di interventi a sostegno dei Comuni da parte della Regione Siciliana, inevitabile,l'aumento della Tari”
"Le mie dimissioni sarebbero una fuga immotivata, forse anche un’ammissione velata di colpevolezza"
Intervista ad Alessandro Aiello prima della seduta di allenamento alla palestra della scuola Pagoto dove giocano a Baskin gli atleti e gli istruttori del Granata Basket Club

Lucca Comics & Games: un luogo per il dialogo e le differenze

314.220 biglietti venduti, più di 700 espositori, centinaia di ospiti da tutto il mondo

L’esperta risponde: tutti i dubbi su gas e luce [Parte 5]

In settimana i lettori di Trapanisi.it hanno inviato alla nostra esperta alcune domande
Coach Daniele Parente ha rilasciato una lunga intervista dove ha parlato anche di calcio e della città
Il progetto prevede la posa di un moderno manto erboso artificiale in erba sintetica
Per l'arbitro della sezione di Gallarate non sarà la prima volta al Provinciale
Scavone, Virga e Volpe partiranno per Pescara accompagnate dalla coach Valentina Incandela
La nazionale sudamericana ha vinto contro la Colombia, ma l'ala granata non ha giocato

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

“Dottore, ho l’ansia sociale? Perché non riesco a parlare in pubblico o a dire...

Torna il blog Tienilo inMente del dottor Giuseppe Scuderi, psicologo clinico e digitale

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
Le apparecchiature sono state ripristinate e il servizio è nuovamente funzionante
I tagliandi possono essere acquistati online o al botteghino dello stadio Romeo Galli
Non si hanno sue notizie da ieri
Raccolte 2.545 sacche grazie a 1.861 associati

Torna la musica dance nelle classifiche: il fenomeno Kungs

Un nuovo post su Freedom, il blog di DJ Vince

Breve guida al Green Pass sui luoghi di lavoro dopo la fine dello stato...

Termina lo stato di emergenza, quali cambiamenti sono previsti? Torna "Il lavoro, spiegato bene", il blog del consulente del lavoro ed euro-progettista Sergio Villabuona

Mangiar sano

Torna "Punto Salute News", il blog del dottor Andrea Re