Movida “selvaggia”, riunione dei sindaci alla Prefettura di Trapani

Predisposto uno schema di ordinanza con regole omogenee per i Comuni della provincia

Nuova riunione, ieri, alla Prefettura di Trapani, del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica con la partecipazione di tutti i sindaci della provincia – alcuni in presenza, altri da remoto – per definire disposizioni uniformi sulla movida.

L’obiettivo è quello di contemperare, da un lato la possibilità per i giovani di divertirsi e per gli esercenti di rilanciare le loro attività dopo un lungo periodo di restrizioni, dall’altro garantire le insopprimibili esigenze di quiete pubblica dei residenti, rivendicate legittimamente, in una cornice di legalità, sicurezza e rispetto del territorio.

I sindaci hanno condiviso con la prefetta Filippina Cocuzza e i vertici delle Forze dell’Ordine uno schema di ordinanza che prevede regole omogenee da adottare in tutta la provincia di Trapani.
“Sono stati esaminati vari profili, dal divieto di vendita e asporto di bevande alcoliche oltre certi orari in contenitori di vetro e non e i limiti di orario per le emissioni sonore, cercando – si legge nella nota diffusa dalla Prefettura – di privilegiare un’esigenza di uniformità dei vari provvedimenti e di unitarietà delle misure da adottare, al fine di evitare che i giovani siano invogliati a spostarsi da un luogo all’altro della provincia alla ricerca di orari prolungati di svago con gravi rischi per la loro sicurezza e incolumità”.

Ad assicurare il rispetto delle ordinanze che i primi cittadini adotteranno, saranno le Polizie Municipali e le Forze dell’ordine attraverso appositi servizi interforze predisposti con apposita ordinanza dal questore di Trapani.

Il brindisi con gli Shark a Palazzo D'Alì 240611

Mentre Shark brinda l’assessore risponde alla Lega Nazionale Pallacanestro [VIDEO]

Adesso si cambia regime, si passa al professionismo un'era nuova che davvero non vediamo l'ora di vivere"
È indiziato di appartenere a Cosa nostra e in affari anche con la famiglia mafiosa di Castelvetrano
Il martedì dalle 10 alle 12 e il giovedì dalle 15 alle 17
Sul posto Vigili del fuoco, Protezione civile comunale e Forestale
L'Assessorato dei Beni culturali della Regione Siciliana cofinanzia la produzione
"Decisioni su progetti di grande impatto ambientale devono essere prese con il coinvolgimento delle comunità locali"
Questa domenica va in scena la compagnia "Piccolo Teatro" di Alcamo con "Tintu... cu è ca ci ncagghia"

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Fu ucciso a Palermo in un agguato mafioso con il capitano D'Aleo e l’appuntato Bommarito
La storia del fisico italiano, inventore e padre delle comunicazioni, tra prosa teatrale, canti, musica e coreografie
Iniziativa di Renantis Sicilia in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria