“Medici senza protezione e pazienti abbandonati”, Damiani smentisce e attacca [AUDIO]

Medici e infermieri senza protezione e costretti a turni massacranti. Strutture sanitarie inadeguate e pazienti abbandonati a loro stessi. Le notizie diffuse nelle ultime ore stanno ingenerando grande preoccupazione nell’opinione pubblica. Il direttore generale dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Trapani Fabio Damiani risponde a tutt: dai dispositivi di protezione alle strutture ospedaliere, dai ritardi nella processazione dei tamponi alla decisione di chiudere il pronto soccorso di Marsala, dalla polemica con il sindaco Alberto Di Girolamo ai dati incoraggianti degli ultimi giorni. “Siamo pronti – assicura – ad affrontare l’emergenza”.

 

Trapani Baskin Open Day, festa dello sport inclusivo [AUDIO]

Ne abbiamo parlato con Filippo Frisenda,  delegato regionale EISI
Prevista l'istituzione di un fondo specifico destinato al finanziamento dei riti della Settimana Santa iscritti al REIS
La selezione, rispondendo in primis al principio di sostenibilità, ha elaborato un cartellone che prenderà il via a metà luglio e durerà tutta l’estate
"Nel programma approvato a maggio abbiamo puntato sulla qualità degli eventi che si articolano da giugno a settembre"
"Il Comune di Trapani si faccia trovare pronto con un progetto unitario per accedere alle risorse della rigenerazione urbana"
L’evento sarà un'occasione significativa per esplorare approfonditamente gli aspetti naturalistici e culturali dei paesaggi delle due isole vulcaniche
Nell'occasione si presenta il libro “Pietro il pescatore pastore” di don Fabio Pizzitola

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
A disposizione 1.377.800 euro per aumentare la dotazione idrica totale di 150 litri al secondo