La Confesercenti Provinciale ha incontrato l’Amministrazione di Favignana

"Gli atavici problemi che caratterizzano il nostro sistema economico, quali abusivismo commerciale e mancato rispetto dei regolamenti comunali e regionali in tema di concessione del suolo pubblico, rischiano di essere amplificati dalla prospettiva di crescita con l'arrivo dei turisti"

Nella mattinata di martedì 21 giugno 2022, presso il Comune di Favignana, i rappresentanti della Confesercenti Provinciale di Trapani, il presidente Giuseppe Mineo e il direttore Giovanni Selinunte sono stati accolti dal sindaco Francesco Forgione, dall’assessore Pietro Savona, dal dirigente dell’ufficio SUAP Salvatore Guastella e dal Comandante dei Vigili Urbani Antonio Ferracane in occasione di un importante incontro per discutere sulle problematiche legate al settore imprenditoriale presenti sull’isola.

Il direttore Giovanni Selinunte ha illustrato le principali criticità che continuano a minare lo sviluppo turistico del Comune di Favignana. “L’esponenziale crescita degli arrivi turistici nella nostra provincia sta generando nuove opportunità di business che la platea imprenditoriale cerca di intercettare in modo non sempre organizzato. Gli atavici problemi che caratterizzano il nostro sistema economico, quali abusivismo commerciale e mancato rispetto dei regolamenti comunali e regionali in tema di concessione del suolo pubblico, rischierebbero di essere amplificati da tale prospettiva di crescita. Diviene, dunque, essenziale l’adozione da parte dell’Amministrazione comunale di misure correttive urgenti più volte rimandate in passato”.

Per il presidente provinciale Giuseppe Mineo, “è arrivato il momento che venga attuato un piano di controllo del territorio che coinvolga più attori, compresi gli stessi esercenti, che andrebbero sensibilizzati sulla necessità di perseguire il comune obbiettivo in maniera sostenibile dal punto di vista economico e sociale”. Continuando il presidente Mineo ha segnalato “la continua adozione di scorrette pratiche di vendita messe in atto nei confronti delle centinaia di turisti e visitatori nel momento del loro sbarco dai mezzi di collegamento”, definendola “una pratica estremamente dannosa per chi opera nel pieno rispetto delle regole e per l’immagine dell’isola. Gli organi competenti hanno il dovere di tutelare l’imprenditoria sana del nostro territorio, mettendo in campo tutti gli strumenti disponibili”.

L’Amministrazione comunale ha ben accolto le proposte e gli spunti offerti dalla Confesercenti Provinciale, per il sindaco Francesco Forgione “parte di quanto trattato è già stato oggetto di discussione all’interno dell’Amministrazione e verrà inserito nell’ordine del giorno del primo Consiglio comunale utile”. Riscontro positivo è stato dato inoltre relativamente alla richiesta di maggiori controlli per contrastare il fenomeno dell’abusivismo. Il sindaco Forgione ha sottolineato che “in più occasioni l’Amministrazione Comunale ha richiesto l’ausilio di altri enti per far fronte alla carenza di personale e maggiori strumenti per un adeguato controllo del territorio; tuttavia, tali richieste sono rimaste inevase. Il Comune ha, dunque, dovuto far fronte alla problematica attraverso le proprie non sufficienti risorse”.

I lavori si sono conclusi con l’assunzione d’impegno da parte della Confesercenti di continuare a esercitare un lavoro sintesi riguardo alle problematiche e agli spunti provenienti dal tessuto imprenditoriale che rappresenta, cercando di dar voce a tutte le tipologie di attività, portando all’attenzione degli amministratori comunali le disfunzioni riscontrate. Di contro, da parte dell’Amministrazione Comunale di Favignana è stata palesata la manifestazione di pieno impegno ad affrontare, passo alla volta, tutte le criticità discusse.