Covid, negli ospedali siciliani occupato il 19% dei posti in Terapia intensiva

A fronte del 40 per cento a livello nazionale

Si attesta al 19 per cento dei posti disponibili – a fronte del 40 per cento a livello nazionale – l’attuale occupazione, causa Covid, delle Terapie intensive negli ospedali della Sicilia. Il dato, riportato nel monitoraggio dell’Agenas (e aggiornato al 7 aprile), è stato diffuso dalla Regione.

Per quanto riguarda le degenze ordinarie, i ricoveri sono pari al 29 per cento rispetto al 44 per cento della media italiana. La percentuale di pazienti Covid attualmente ricoverati in Rianimazione, in rapporto a 100 mila abitanti, è del 3,1 per cento, rispetto al 6,1 del resto d’Italia.

Anche nel Palermitano – dove per l’aumento dei contagi sono scattate “zona rosse” – è la percentuale dei ricoveri è costantemente monitorata e, al momento, non raggiunge livelli di allerta. Risultano, infatti, ancora disponibili -si legge nel comunicato diffuso dalla Regione – 46 posti in terapia intensiva e 113 di degenza ordinaria. Inoltre sono utilizzabili, all’occorrenza per i cittadini che non necessitano di cure ospedaliere, il 90 per cento dei posti nelle Rsa dedicate e l’85 per cento nel Covid hotel.

Intanto, dopo il rallentamento che ha coinciso con le festività pasquali, è tornato a pieno ritmo il processo di somministrazione dei vaccini: sono circa 19mila i Siciliani che ieri hanno ricevuto una dose.