Alcamo: grande partecipazione alla mostra “All’erta, respira, rifugio” al MACA [AUDIO]

I visitatori, interessati curiosi e numerosi, hanno avuto modo apprezzare la collezione del MACA che si caratterizza quale ibrido fra il post moderno e il contemporaneo distribuita negli spazi museali secondo la declinazione del Museo diffuso

Si è tenuto lo scorso week end al MACA di Alcamo la XVIII edizione della Giornata Contemporanea del Ministero della Cultura – a cura dell’associazione Landscape – che ha proposto una due giorni dedicata alla scoperta del Bosco D’Alcamo.

 

“All’erta, respira, rifugio” questo il titolo dell’evento che ha dato vita a un ambiente
immersivo dove il visitatore è stato invitato a riscoprire il bosco in una dimensione intima e di ascolto. La mostra, ha raccolto alcuni documenti d’archivio che raccontano la ricerca multidisciplinare che il collettivo di artisti dell’associazione stessa porta avanti, da alcuni anni, riguardo la Riserva Naturale Orientata del Bosco d’Alcamo sul Monte Bonifato.

“Stiamo lavorando affinché il MACA possa qualificarsi sempre più quale Museo di arte contemporanea – dichiara il sindaco Domenico Surdi -, accogliendo nuove espressioni artistiche che, a prima vista, possono apparire indecifrabili ma che traducono quella creatività diffusa che è la forza dell’arte della nuova generazione”.

I visitatori, interessati curiosi e numerosi, hanno avuto modo apprezzare la collezione del MACA che si caratterizza quale ibrido fra il post moderno e il contemporaneo distribuita negli spazi museali secondo la declinazione del Museo diffuso, una fusione fra le precedenti donazioni civiche ricevute dal Museo quali le opere di Turi Simeti, Nicolò Rubino e altri insieme alle creazioni di Andrea Masu, Francesco De Grandi, Elisa Nicolaci, Luisa Mazza e tanti altri ancora. Inoltre, il nuovo allestimento sfrutta le capacità del Green Screen e restituisce una collezione dinamica, capace di espandersi attraverso i software digitali.

La mostra è stata arricchita dalla food experience a cura dell’azienda agricola Green Code con lo chef Leonardo Abate e i vini della cantina Planeta.

Trapani, “tantu nenti e tantu assai” tra lirica di tradizione e cibo d’attrazione [EDITORIALE]

Mai accaduto prima, una fiera di piazza ed una "prima" a teatro potrebbero causare qualche inconveniente, soprattutto politico
Potrà accedere agli impianti solo 10 minuti prima dell'inizio e dovrà uscire non oltre i 10 minuti dal termine delle partite
Il 47enne è rimasto schiacciato da un camion
Sanzionato il titolare, l'Asp dispone sospensione attività della cucina
Contributi riconosciuti a tutte le Amministrazioni comunali del Trapanese
Il 30enne indiano apparterrerebbe ad un’associazione dedita al traffico di armi e alla commissione di estorsioni e omicidi
I curatori, Marco di Capua, Giordano Bruno Guerri e Pasquale Lettieri, presenteranno i capolavori esposti
Ha firmato un contratto fino al 30 giugno 2026
Rafforzata la contrattazione nazionale con il potenziamento di alcuni capitoli tra cui Salute, sicurezza e ambiente
"Bisogna diffidare da queste promozioni. Non esistono formule magiche, nessuno regala nulla"

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Prolungati i contratti a tre protagonisti della passata stagione agonistica
Mai accaduto prima, una fiera di piazza ed una "prima" a teatro potrebbero causare qualche inconveniente, soprattutto politico
Nelle ultime due stagioni agonistiche ha militato nel Modena in Serie B
Da lunedì 15 a sabato 20 luglio San Vito Lo Capo accoglierà registi, autori, attori, appassionati e anche turisti che per cinque giorni potranno godere di diverse proiezioni
Un'estate tra jazz, Tiromancino, presentazione di libri, spettacoli teatrali e cibo
Il 30enne attaccante senegalese arriva da svincolato.
In occasione dell'anniversario della strage di via D'Amelio
I rifiuti erano ammassati su una parte di un terreno in contrada Ciappola