Problematiche dei Comuni siciliani, ANCI chiede confronto nella Conferenza Stato-città e Autonomie locali

Mancata approvazione dei bilanci entro il 15 marzo compromette azione su spesa e servizi ai cittadini

“La certezza della scadenza del termine del 15 marzo per l’approvazione dei Bilanci di previsione, considerata la mancata concessione di ulteriori proroghe, apre, per numerosissimi Comuni siciliani, una fase di seria compromissione dell’azione amministrativa anche rispetto a scelte fondamentali sulla spesa, come l’accesso a fonti di investimento o l’assunzione e la stabilizzazione del personale”. Lo sottolineano Paolo Amenta e Mario Emanuele Alvano, presidente e segretario generale dell’ANCI Sicilia.

“In questo – proseguono – emerge ancora una volta un aspetto di una più complessiva ‘anomalia siciliana’ che caratterizza le autonomie locali e vede un sostanziale disinteresse da parte delle Istituzioni regionali e nazionali e, probabilmente, anche un limite nell’attuale sistema di rappresentanza istituzionale”

Ogni anno sono numerosissimi i Comuni dell’Isola che non approvano gli strumenti finanziari nei termini previsti. Questo porta alla nomina di commissari da parte della Regione, senza che – secondo ANCI Sicilia – mai venga affrontato il problema sostanziale.

A ciò si aggiunge la difficoltà di approvazione dei PEF (Piano Economico Finanziario) sui rifiuti, considerando i costi elevati e la mancata compensazione dei 45 milioni destinati agli extra costi. Anche per ciò che attiene all’energia elettrica il meccanismo della cosìddetta “salvaguarda” costringe i Comuni a pagare un prezzo per tre volte superiore rispetto a ciò che avviene in altre regioni d’Italia, aggiungono Amenta e Alvano.

Per questi motivi l’associazione dei Comuni chiede l’istituzione di un Tavolo istituzionale in seno alla Conferenza Stato-città e Autonomie locali. “La concentrazione di così tante crisi finanziarie, quasi un terzo dei Comuni è interessato, in una regione ad autonomia speciale – concludono i vertici di ANCI Sicilia – è il segnale di una crisi di sistema che investe i rapporti finanziari tra Stato, Regione Siciliana ed Enti locali e che vede nella riscossione dei tributi locali e nel rispetto di istituti dell’armonizzazione contabile (come il Fondo Crediti di Dubbia Esigibilità – FCDE) il punto di caduta di una condizione di debolezza sul piano organizzativo e sul piano socio-economico”.

“I Ragazzi del treno – la restituzione”, più di 600 studenti all’Ariston [AUDIO]

Dopo il viaggio dello scorso febbraio nei luoghi della Shoah, ne parliamo con Valentina Colli
A fronte delle maggiori spese si rischia un aumento di circa il 30% delle tariffe della Tari
La convenzione tra Comune e associazione sportiva ha durata decennale
È accaduto nelle prime ore della giornata di sabato scorso
Ciascuna zona sarà rifornita per più ore ma allungando l'intervallo di erogazione
Pietro Russo e Giulia D'Aguanno hanno vinto le maglie nelle rispettive categorie
Saranno 207 i giorni di lezione tranne che per la Scuola dell'infanzia che termina il 28 giugno
"Lo sversamento di acqua che l’invaso non può contenere per problemi di autorizzazioni è uno spreco di risorse"

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
La sfida risiede nel cambiamento climatico, non più un’emergenza periodica ma strutturale che si sta affrontando con investimenti nel breve e medio termine
Partita da archiviare in vista della sfida alla Fortitudo Bologna di domenica
Dal 24 al 28 aprile nell’area dei campetti sportivi di via Faro
Il premio assegnato su indicazione degli Assessorati all’Agricoltura delle Regioni