Il Distretto Turistico della Sicilia occidentale alla Fiera di Rimini

Proposte,per un turismo lento e fuori stagione

Percorsi naturalistici e archeologici, l’autenticità dei piccoli borghi, tradizioni e riti religiosi saranno le principali proposte del Distretto Turistico della Sicilia Occidentale alla Fiera di Rimini – Ttg Travel Experience – che si terrà dall’11 al 13 ottobre.

Nello spazio messo a disposizione dall’assessorato regionale al Turismo diretto da Elvira Amata, verrà presentata la “destinazione Sicilia” “fuori stagione”: attraverso la natura, il trekking, le passeggiate in bicicletta, lo sport all’aria aperta ma anche scoprendo le significative tradizioni popolari e religiose fortemente caratterizzanti molti centri della provincia. Un’offerta ampia e alternativa che consente di intercettare un turismo sempre più “lento” che vuole scoprire itinerari immersi nella natura meno conosciuti di quelli frequentati in estate e lo spirito antico delle tradizioni religiose e popolari che animano la nostra provincia.

Con oltre 500 chilometri di percorsi cicloturistici che attraversano la Sicilia occidentale, il turista che pratica sport o che ama vivere esperienze all’aria aperta – e sono sempre di più gli stranieri che scelgono questa proposta – potrà scoprire luoghi di incantevole bellezza come il Parco ciclistico di Erice o i sentieri del Cai presenti ormai in tutto il territorio, oltre naturalmente alle Riserve orientate naturali di Monte Cofano, dello Zingaro in territorio di Castellammare del Golfo, di Lago Preola e Gorghi tondi nel Mazarese, lo Stagnone di Marsala e il Bosco Scorace (in territorio di Buseto Palizzolo) ma anche i tanti sentieri naturalistici presenti nelle tre isole Egadi.

“Da tempo ormai puntiamo a valorizzare il territorio in tutti i periodi dell’anno intercettando la voglia di viaggiare con maggiore tranquillità e lentezza – afferma Rosalia D’Alì, presidente del Distretto Turistico della Sicilia Occidentale – La Fiera di Rimini sarà un’altra opportunità per far conoscere le nostre proposte legate non solo al territorio “outdoor” ma anche ai riti della nostra tradizione, della Settimana Santa e alla enogastronomia. Come sempre ci avvaliamo della collaborazione dell’assessorato regionale al Turismo che ci supporta in modo significativo e della partecipazione dei Comuni e degli operatori privati che credono nel nostro progetto di promuovere la “destinazione Sicilia occidentale” in tutte le sue peculiarità. Guardiamo con molta fiducia al futuro e siamo impegnati in questi mesi a presentare progetti turistici sempre più completi nell’ottica di una strategia complessiva che coinvolga tutti gli attori del settore”.

Trapani Baskin Open Day, festa dello sport inclusivo [AUDIO]

Ne abbiamo parlato con Filippo Frisenda,  delegato regionale EISI
Sarebbero state rimpinguate con sabbia proveniente da altri luoghi
L’iniziativa è frutto della preoccupante carenza idrica che sta colpendo la Sicilia
Prevista l'istituzione di un fondo specifico destinato al finanziamento dei riti della Settimana Santa iscritti al REIS
Sarà l'occasione per scoprire il paesaggio incontaminato, dove la natura ha ripreso il sopravvento, dopo il devastante incendio di un anno fa
Un'opportunità per affrontare i temi cruciali della tutela dell'ambiente e dello sviluppo sostenibile
Duo di producers multiplatino con più di tre milioni di ascoltatori mensili su Spotify

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
"Nel programma approvato a maggio abbiamo puntato sulla qualità degli eventi che si articolano da giugno a settembre"
"Il Comune di Trapani si faccia trovare pronto con un progetto unitario per accedere alle risorse della rigenerazione urbana"
L’evento sarà un'occasione significativa per esplorare approfonditamente gli aspetti naturalistici e culturali dei paesaggi delle due isole vulcaniche
La selezione, rispondendo in primis al principio di sostenibilità, ha elaborato un cartellone che prenderà il via a metà luglio e durerà tutta l’estate
Nell'occasione si presenta il libro “Pietro il pescatore pastore” di don Fabio Pizzitola