Palazzo Lucatelli, il cantiere aperto alla stampa [AUDIO]

Ne stiamo parlando da tanto, troppo tempo:
20 novembre 2018: Nuovo crollo al Palazzo Lucatelli, all’ex ospedale prosegue l’auto-demolizione
06 dicembre 2018: Recupero del Palazzo Lucatelli, incarico ad un privato per valutarne le condizioni
9 Gennaio 2022: Palazzo Lucatelli: 130 ditte hanno risposto al bando del Comune
7 giugno 2022: Palazzo Lucatelli, c’è l’avviso per l’affidamento della direzione dei lavori
13 febbraio 2023: Trapani, al via i lavori di ristrutturazione di Palazzo Lucatelli
14 febbraio 2023: Lavori a Palazzo Lucatelli, la riunione tra Comune, commercianti e residenti [AUDIO]
20 febbraio 2023: Trapani: cantiere Palazzo Lucatelli, piazza Garibaldi destinata al parcheggio dei residenti
Forse anche per rassicurare i commercianti ed i residenti che da settimane non hanno più accesso agli spazi pubblici circostanti, questa mattina, la stampa locale trapanese è stata invitata dall’Amministrazione Comunale a visitare i cantieri di lavoro che stanno operando in estrema urgenza per mettere in sicurezza l’antico e storico Palazzo Lucatelli. Hanno risposto all’invito del Comune solo due redazioni, che con i loro servizi sono almeno riuscite ad immortalare il degrado in cui inesorabilmente questo monumento trapanese era caduto dopo più di cinquant’anni di assoluta incuria.

Adesso, dopo i crolli di numerosi solai, lo sgretolamento di intonaci esterni con relativi transennamenti delle vie circostanti, dopo numerosi interventi di emergenza e tanti soldi pubblici spesi solo per evitare il peggio, finalmente sono arrivati i finanziamenti che potrebbero dare la stura ad una nuova vita di Palazzo Lucatelli. Ne abbiamo parlato con l’assessora Andreana Patti e l’architetto Antonino Alestra RUP del Comune, ecco come hanno spiegato ai microfoni di Trapanisi.it lo stato dell’opera. Per ascoltare schiaccia PLAY:

Guarda le foto: ecco l’interno di Palazzo Lucatelli.

Dopo l’intervento che dovrebbe durare un anno dopo l’inizio dei lavori, il Palazzo sarà usato come polo culturale polifunzionale che prevede una biblioteca, un auditorium da 200 posti, gli uffici del Luglio Musicale Trapanese, un angolo espositivo di argenti, appartenenti all’antica tradizione trapanese dei Misteri, e in futuro un possibile spazio per le acqueforti del Piranesi.

LA STORIA:
Palazzo Lucatelli fu costruito nel 1455 come nosocomio cittadino, subì delle modifiche tra la fine del XVI secolo e gli inizi del XVII per volere del Lazzaro Lucatelli (o Locadelli).
Prospettando con la sua ricca facciata barocco-spagnoleggiante sulla piazza arricchita dalla fontana con cavallo marmoreo circondata da aiuole ed alberi, l’edificio si impone sulla Piazza Lucatelli, abbracciando un intero isolato del centro storico, comprendente l’Ospedale Sant’Antonio e l’Ospedale dei pellegrini e dei convalescenti, che nel 1633 venne costruito addossato al primo con ingresso in via Verdi.

Nel 1455, essendo ormai insufficienti i vecchi locali dell’Ospedale Sant’Antonio situati nei pressi della chiesa di San Pietro, si iniziò la costruzione di questo nuovo ospedale, per il quale fu scelto l’attuale sito nel quartiere Palazzo.

Al 1541 risalgono i due portali laterali a disegno geometrico con semplici sculture nell’architrave, e il portale centrale limitato da doppie colonne intervallate da nicchie sferiche.
Nel 1628 fu costruito il piano superiore, e completato il prospetto con l’apposizione del nome e dello stemma del Capitano Lazzaro Lucatelli, antico proprietario dell’edificio e donatore dello stesso alla città. Su disegno dell’architetto Giovanni Biagio Amico nel 1742 fu costruito il terzo corridoio, mentre nel 1758 venne completata la facciata: i tre portali neocinquecenteschi furono sormontati da sontuosi balconi barocco-spagnoleggianti, e in una nicchia tra le volute del timpano del balcone centrale fu collocato il busto del mecenate Capitano Lucatelli.

Una scala a due rampe opposte, parallele al prospetto, conduce al portale d’ingresso che immette nel vestibolo. Cornici e lesene racchiudono la triplice presenza del motivo di portale e balcone, mentre gli altri prospetti conservano un anonimato completamente privo di modanature plastiche, pur essendo scandito da vani porta, balconi e finestre. Unico elemento decorativo sulla via Verdi è un piccolo portale limitato da semicolonne tortili, sormontato da un balcone con ricche modanature e concluso da un timpano semicircolare spezzato.
Numerosi sono i crolli interni alla struttura ormai seriamente danneggiata. Alcune parti sono completamente scoperchiate.

La passeggiata al lungomare di Trapani, buona fortuna! [REPORTAGE]

Giovedì inizieranno i lavori di messa in sicurezza di 30 metri di muretto e della spiaggia sottostante
Giovedì inizieranno i lavori di messa in sicurezza di 30 metri di muretto e della spiaggia sottostante
L'amministrazione comunale ha illustrato lo stato di avanzamento dei Piani che confluiranno nel PUG
Operazione del 2022 contro presunti fiancheggiatori e associati di Cosa Nostra a Marsala e altri centri del Trapanese
Domani pomeriggio si ritroveranno i bambini di dieci grest parrocchiali
I consiglieri comunali controbattono le dichiarazioni del sindaco Forgione
Eletto il Consiglio d’Amministrazione per il triennio 2024-2027
Il consigliere comunale di Fratelli d'Italia Nicola Lamia spiega perchè l'opposizione ha abbandonato l'Aula Consiliare
Tutte le gare in programma si disputeranno dal 25 al 28 luglio in piazza della Vittoria

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
L'ala di passaporto inglese proviene dal Galatasaray, squadra del massimo Campionato turco
L'aeroporto etneo è chiuso per l'attività del vulcano
"Decisione incomprensibile che comporterà l'aumento delle tariffe", dice il sindaco Forgione
Dalla mezzanotte le esibizioni di Hugel, Merk&Kremont, Simonterizzo e Kamelia
Sono stati 47 titoli in programma in sei giorni di proiezioni su ai temi ambientali, sostenibilità e diritti umani
Ospite d'eccezione Giancarlo Giannini che ha ricevuto il Premio alla carriera