Trapani dà l’ultimo saluto al pilota del caccia caduto a Birgi [VIDEO e FOTO]

Cerimonia alla Cattedrale per il trentatreenne Fabio Antonio Altruda

Si sono svolti a partire dalle 14.30, nella Cattedrale “San Lorenzo” di Trapani, i funerali del 33enne capitano dell’Aeronautica Militare Fabio Antonio Altruda. L’ufficiale ha perso la vita lo scorso 13 dicembre, a bordo di un caccia Eurofighter del 18° Gruppo volo del 37° Stormo di stanza a Birgi caduto al suolo per cause ancora da chiarire, proprio pochi minuti prima del suo rientro alla base insieme ad un secondo velivolo condotto da un collega.

Le indagini, sia quella interna dell’Aeronautica Militare sia quella della Procura della Repubblica di Trapani condotta dai Carabinieri sono tuttora in corso. Ieri era stata effettuata, presso l’’Istituto di Medicina Legale dell’Università di Palermo, l’autopsia sulla salma.

Il feretro, avvolto nella bandiera tricolore, ha fatto ingresso in chiesa portato a spalla da un gruppo di avieri mentre gli venivano tributati gli onori dal picchetto composto da militari dell’Aeronautica.

Alle esequie, celebrate dal vescovo di Trapani Pietro Maria Fragnelli, erano presenti i familiari del pilota – il padre Fernando, la madre Marilena e il fratello Alessandro – il ministro della Difesa, Guido Crosetto, il vice presidente della Camera dei Deputati, Giorgio Mulè, il capo di Stato Maggiore della Difesa, ammiraglio Giuseppe Cavo Dragone, il capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica militare, generale di squadra aerea Luca Goretti, il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani, autorità civili e militari del territorio tra cui la prefetta Filippina Cocuzza, il questore Salvatore La Rosa, il comandante provinciale dei Carabinieri, colonnello Fabio Bottino, il sindaci di Trapani, Giacomo Tranchida, e Misiliscemi, Salvatore Tallarita.

All’inizio della cerimonia è stata data lettura del messaggio inviato dall’ordinario militare per l’Italia monsignor Santo Marcianò: “Mentre i nostri cuori si preparavano a celebrare il Natale del Signore – scrive il prelato – siamo stati sconvolti dalla notizia della morte del capitano Altruda. Mentre ringrazio il caro monsignore Piero Fragnelli che presiede la Celebrazione, sono dispiaciuto di non poter essere presente alla Celebrazione Eucaristica per esprimere personalmente la vicinanza profonda ai genitori di Fabio, ai suoi cari, alla famiglia dell’Aeronautica Militare, alle autorità presenti. Dinanzi a una tale tragedia non ci sono parole: solo la vicinanza e l’amore, il silenzio e la preghiera al Dio della vita. È la vita di un giovane, quella per cui oggi prego e preghiamo, che aveva dinanzi sogni e speranze di futuro. È la vita di un militare competente e dedito, che tanto ha dato e tanto poteva ancora dare al nostro Paese. È la vita di un eroe che, offrendosi in sacrificio, ha evitato il rischio di esporre alla morte coloro per la cui difesa ha abbracciato la sua grande missione. È la vita di un figlio, di un fratello, di un uomo che ha amato fino alla fine, quella sulla quale noi non possiamo che piangere. E io piango con voi, cari genitori e parenti, amici e colleghi; e mentre ti affido al Padre in Cielo, imparo commosso quanto tu, Fabio, ci hai insegnato: quando si vive per far vivere, si sa morire per dare la vita! Questa è vita eterna, questa è risurrezione. Questo è il senso che hai voluto dare alla tua breve esistenza e questo sia ora, per i tuoi cari e per tutti, esempio di luce e germe di consolazione. Grazie, Fabio! Restaci accanto e prega, perché anche noi sappiamo vivere così”.

“Noi oggi siamo siamo nel silenzio, increduli – ha detto il vescovo di Trapani Pietro Maria Fragnelli – davanti alla fine del nostro fratello, il pilota Fabio Antonio Altruda. La morte lo ha colto nei cieli e sulla terra del nostro mondo trapanese. Lo sentiamo vicinissimo in questo passaggio. Come vicina sentiamo tutta la base dell’aviazione, una vicinanza che è reciproca appartanenza. Per questo possiamo dire che Fabio ci appartiene: lui a noi e noi tutti a lui”. Appartieni al mondo dell’aeronautica – ha continuato Fragnelli – . Hai contribuito a fare di questa terra un ponte di dialogo con il resto del mondo, dell’Europa e dell’Africa. Ti consegniamo alla Terra come chicco di grano che, proprio dalla morte, diventa fecondo. È un duro terribile distacco. Mai avremmo voluto vivere questa giornata, mai avremmo voluto parlarti senza avere da te un cenno di risposta. Ma tutta la tua storia è una risposta, forse anche una domanda: cosa può e deve fare l’umanità per vivere i suoi giorni nella pace? Tu pare ci rispondi con i valori che hanno ispirato la tua vita e che continuano a riscaldare questa comunità. Siamo turbati, come Gesù davanti alla sua morte. La pace sia con te Fabio, la tua giovinezza rifioririsca accanto al Padre”.

Al termine delle esequie ha preso la parola la madre del pilota scomparso, la signora Marilena, che ha seguito la cerimonia in un banco in prima fila insieme al marito e al figlio minore. Clicca qui per ascoltare il suo toccante discorso.

 

La salma adesso sarà trasferita in Campania con un aereo militare, insieme ai familiari del pilota. Domani, nel Santuario di “San Biagio” a Cardito, paese dell’interland nord di Napoli in cui vive la famiglia Altruda, sarà celebrato un secondo funerale, sempre – secondo quanto appreso oggi da fonti dell’Aeronautica – nella stessa forma solenne. GUARDA IL VIDEO dell’arrivo del feretro in Cattedrale

GUARDA IL VIDEO dell’uscita del feretro dalla Cattedrale dopo il funerale

Il verde pubblico a Trapani non è coltura ma… Cultura [REPORTAGE]

Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine
Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine
La storica dell'Arte Lina Novara nominata direttrice del Museo Diocesano
Accompagnerà i presenti in un viaggio culinario tra le ricette tradizionali della sua terra e le sue creazioni quotidiane
Le rate per il pagamento della Tari passano da tre a cinque

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
In via Emanuela Loi e al Museo intitolato a Paolo Borsellino
Completato il revamping di due pozzi a Castelvetrano, in dirittura di arrivo quello dei pozzi di Trapani e Calatafimi
Possono partecipare alla selezione adulti tra i 18 e gli 80 anni di età e minori tra i 14 e i 17 anni di età
Una mostra mercato di prodotti tipici di enogastronomia, artigianato e commercio e tutto ciò che è di più rappresentativo per la Sicilia, e ogni sera è prevista musica