Tranchida, squadra che vince non si cambia

Difende la scelta di nominare Safina consulente a titolo gratuito e ringrazia due dipendenti che, per motivi diversi, si trovano a lavorare per il Comune di Trapani senza compenso

Difende a spada tratta le sue scelte: il primo cittadino di Trapani, Giacomo Tranchida, spedisce al mittente le critiche per la nomina a consulente gratuito del Comune di Dario Safina, che si è dimesso dal ruolo di assessore pochi giorni fa in vista della campagna elettorale regionale.

«Ringrazio l’avvocato Safina, già stimato e prezioso assessore della mia Giunta recentemente dimessosi, nell’assicurarmi come consulente giuridico gratuito un notevole supporto nell’attuazione del programma di Governo. Ringrazio al pari l’architetto Gianni Mauro, vicesindaco di Erice, per l’analogo e gratuito supporto per la pianificazione degli investimenti extra bilancio, così come Emanuele Barbara, preziosa e giovane risorsa utile alla città. Ringrazio anche Rita Scaringi, andata in pensione, che gratuitamente continuerà a collaborare con questa Amministrazione Comunale nel coordinare l’Ufficio di Staff del sindaco».

Per motivi diversi, infatti, anche due dipendenti comunali sono rimasti a supporto del Comune ma a titolo gratuito.

L’approvazione del Bilancio, che dovrebbe arrivare proprio in questi giorni, sbloccherebbe la situazione e permetterebbe all’Amministrazione di prolungare il contratto di Emanuele Barbara che si occupa dei social network e del cerimoniale e, conseguentemente, aprire la trafila per la sostituzione di Rita Scaringi nel ruolo di Capo di Gabinetto, vista l’imminente pensione.

«La mole ingente di finanziamenti e le azioni programmatiche volte all’ammodernamento della macchina amministrativa non arretreranno di un millimetro» conclude il sindaco.