Stupro di gruppo a Campobello, tre degli arrestati chiedono processo con il rito abbreviato

Potranno beneficiare della riduzione di un terzo della condanna rispetto a quanto prevede la legge

Hanno chiesto di essere processati con rito abbreviato, davanti al gup di Marsala, tre dei quattro giovani arrestati lo scorso mese di aprile dai Carabinieri con l’accusa di violenza sessuale di gruppo.

A denunciarli è stata una ragazza appena 18enne che ha raccontato di avere subito violenza sessuale in una villetta aTre Fontane, frazione balneare di Campobello di Mazara, dove era stata invitata con la scusa di una festa con ragazzi e ragazze. In realtà si era ritrovata ad essere l’unica donna. Dopo un rapporto sessuale consensuale con uno dei giovani, quest’ultimo aveva invitato gli altri a fare sesso con lei contro la sua volontà. Ad abusare della giovane sarebbe stato uno dei ragazzi presenti al festino mentre gli altri avrebbero assistito.

Lo scorso 2 luglio, la ragazza è stata ascoltata in un incidente probatorio davanti al gip di Marsala e ha confermato le accuse mentre i legali dei quattro giovani hanno evidenziato “contraddizioni” e “punti ancora oscuri” nel suo racconto.

A chiedere il rito abbreviato sono stati i cugini Eros e Francesco Biondo, di 23 e 24 anni, di Marsala, entrambi in custodia cautelare in carcere dal momento dell’arresto, e il 20enne Giuseppe Titone, Quest’ultimo, così come il 21enne Dario Caltagirone, si trova agli arresti domiciliari. Entrambi sono di Campobello di Mazara. Un minorenne, invece, è indagato a piede libero. La pm titolare del procedimento è Marina Filingeri.

I quattro giovani imputati sono accusati “in quanto, a titolo di concorso morale e materiale tra loro, costringevano e inducevano la vittima a subire atti sessuali sia mediante violenza fisica sia abusando delle condizioni di inferiorità fisica e psichica della persona offesa”.

Il giudizio abbreviato consente all’imputato di beneficiare, in caso di condanna, di una riduzione della pena di un terzo rispetto a quella stabilita dalla legge. Non è previsto lo svolgimento del dibattimento e la decisione del giudice avviene sulla base dei risultati delle indagini svolte, senza che vengano sentiti testimoni. Il giudizio abbreviato, inoltre, si svolge solitamente senza che persone estranee al processo possano assistere all’udienza.

Il verde pubblico a Trapani non è coltura ma, cultura [REPORTAGE]

Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine
Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine
La storica dell'Arte Lina Novara nominata direttrice del Museo Diocesano
Accompagnerà i presenti in un viaggio culinario tra le ricette tradizionali della sua terra e le sue creazioni quotidiane
Le rate per il pagamento della Tari passano da tre a cinque

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
In via Emanuela Loi e al Museo intitolato a Paolo Borsellino
Completato il revamping di due pozzi a Castelvetrano, in dirittura di arrivo quello dei pozzi di Trapani e Calatafimi
Possono partecipare alla selezione adulti tra i 18 e gli 80 anni di età e minori tra i 14 e i 17 anni di età
Una mostra mercato di prodotti tipici di enogastronomia, artigianato e commercio e tutto ciò che è di più rappresentativo per la Sicilia, e ogni sera è prevista musica