Spento l’incendio sulla montagna di Erice

Dopo 15 ore di attività ininterrotta

Spento, dopo 15 ore di attività ininterrotta, l’incendio che ha interessato ieri, a partire dalle 14.30 circa, il versante occidentale della montagna di Erice. Gli ultimi focolai sono stati estinti stamattina ma, dato il persistere del forte vento, i Vigili del Fuoco mantengono due squadre a presidio sulla montagna.

Le fiamme, alimentate dalle violentissime raffiche di scirocco, dall’area nei pressi della stazione a Valle della cabinovia e dell’ospedale “Sant’Antonio Abate”, sono risalite lungo il costone minacciando case, entrando nei giardini, fino al demanio forestale in contrada Martogna ed estendendosi lateralmente anche verso l’area di Sant’Anna, minacciando anche i tralicci con le antenne radiotelevisive.

Le operazioni di spegnimento si sono svolte solo via terra, data l’impossibilità per i Canadair, giunti dalla Calabria, e dell’elicottero del 82°centro CSAR di Trapani Birgi di effettuare gli sganci dall’alto a causa delle forti turbolenze e delle raffiche di vento “di caduta” fino a 70 nodi.

Sul posto solo i Vigili del Fuoco, addetti della Protezione Civile comunale di Erice e una decina di unità, tra operai a tempo indeterminato e agenti del Corpo Forestale regionale, che si sono – come sempre – prodigati al massimo per contenere i danni che, da oggi, saranno in via di quantificazione. Nessun intervento è stato possibile da parte delle squadre antincendio della Forestale composte da operai stagionali, che non sono ancora entrate in attività in tutto il territorio siciliano.

I Vigili del Fuoco, ci dicono dal Comando provinciale, hanno impegnato ieri 72 uomini e 20 mezzi ed effettuato, in totale, 74 interventi d’emergenza tra Erice e il resto del territorio provinciale, tra cui l’incendio dei capannoni di un mobilificio nella frazione trapanese di Xitta. A dare manforte sono arrivate squadre da altre province: Palermo, Agrigento, Enna e Caltanissetta, queste ultime due impiegate per gli interventisu pali, insegne pubblicitarie vetrate e lamiere pericolanti a causa del forte vento e per due incidenti sull’autostrada A29. In tutti i casi non sono stati registrati danni a persone.

L’almanacco di oggi mercoledì 24 aprile 2024

In questa rubrica tutto quello che c'è da sapere sulla giornata di oggi
In questa data si celebrano la fine dell'occupazione nazifascista e la Resistenza
Dal 26 al 29 aprile nel centro storico cittadino
Siciliano, lascia la guida della Questura di Imperia
Il provvedimento riguarda la vendita di alcolici e la diffusione di musica
L'appuntamento per la provincia di Trapani è previsto per il 19 maggio al Museo di Arte Contemporanea di Alcamo
Si tratta di circa tremila lavoratori potranno essere assunti da Enti locali, ASP e Aziende ospedaliere
L'Associazione Nazionale Partigiani Italiani ha espresso la propria indignazione
Residente a Santa Ninfa, si era ferito ieri ed è rimasto tutta la notte all'addiaccio
La sentenza con la formula “perché i fatti non costituiscono reato”

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
"Superare la precarietà nei contratti di lavoro e di rendere più sicuro il lavoro nel sistema degli appalti"
Il sindaco Forgione: "Dopo decenni di attesa ci avviamo alla conclusione dell'iter"
Si lavora per individuare e definire strategie di prevenzione e contrasto al fenomeno
Il deputato regionale ribatte alle dichiarazioni del segretario provinciale e della presidente dell'Assemblea
Esprime delusione e scoramento per il clima politico nel massimo consesso cittadino
Nell'ambito di controlli effettuati in un'azienda di Mazara del Vallo