Rissa nel quartiere Sant’Alberto: dopo l’arresto misure cautelari per 6 persone

Si tratta di cinque uomini e una donna

Sono stati sottoposti alla misura cautelare dell’obbligo di dimora i sei protagonisti della rissa avvenuta venerdì scorso nel quartiere Sant’Alberto, a Trapani, e per la quale è intervenuta la Polizia.

Quattro uomini, di cui uno di nazionalità nigeriana, e una donna, erano stati arrestati per rissa aggravata e posti ai domiciliari nell’attesa dell’udienza di convalida, svoltasi ieri. I trapanesi appartengono tutti ad un unico nucleo familiare.

Un quinto uomo – anch’egli nigeriano – è tuttora ricoverato per le più gravi ferite riportate nel violento litigio e nei suoi confronti il giudice ha disposto gli arresti domiciliari in ospedale.

Giornata contro l’omotransfobia, il corteo a Trapani

Iniziativa di Arcigay Trapani Shorùq
Gli è stata notificata la misura cautelare del divieto di dimora a Cefalù
Il 24 maggio la presentazione nella sala conferenze Museo Pepoli a Trapani
Presenti la comandante della Compagnia di Alcamo, Chiara Petrone, e la vice comandante della locale Stazione, marescialla  Stefania Paoloni
Per diffondere una cultura finanziaria, assicurativa e previdenziale utile a compiere scelte consapevoli

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...
Trapani Shark-Udine

Bentornati play-off

Ne parliamo con Giacomo Incarbona
Donazione di Piriongo in occasione dell'anniversario della strage di Capaci
Cultura, momenti di spensieratezza ma anche occasione di confronto con altre realtà
Iniziativa del Parco Nazionale Isola di Pantelleria con il Comune e in collaborazione con EBAT
Organizzata dall’Opera di religione “Mons. Gioacchino Di Leo" ODV
Per le famiglie in situazione di disagio economico certificato dall'ISEE
La formazione di mister Torrisi passa comunque in semifinale