venerdì, Gennaio 27, 2023

Privatizzazione aeroporti e fusione scali Palermo e Trapani: deputati PD all’ARS presentano interrogazione

Anche luce della riunione tenutasi nei giorni scorsi fra il presidente della Regione e i vertici dell'Enac

I deputati regionali del PD, primo firmatario il parlamentare trapanese Dario Safina, hanno presentato un’interrogazione a risposta orale al presidente della Regione, all’assessore regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo e all’assessore regionale delle Infrastrutture e Mobilità per ottenere chiarimenti su un eventuale accordo di sviluppo territoriale integrato tra l’aeroporto “Vincenzo Florio“ di Trapani Birgi e l’aeroporto “Falcone- Borsellino” di Palermo.

“Alla luce della riunione tenutasi nei giorni scorsi fra il presidente della Regione, Schifani, il presidente dell’Enac, Di Palma, unitamente al direttore generale Enac, Quaranta – si legge nella nota diffusa alla stampa da Safina – la risposta alla nostra richiesta appare ancora più urgente, considerato che in quell’incontro si è dibattuto sull’eventuale privatizzazione della rete aeroportuale Palermo-Trapani-Lampedusa sulla scia di quanto avviato per lo scalo di Catania.

“Di base – prosegue il deputato regionale trapanese – il Partito Democratico ha espresso parere favorevole circa l’accorpamento in sinergia degli scali aeroportuali di Punta Raisi e Birgi ma questa eventualità non può non passare dalla garanzia, da parte della Regione (che su Airgest, di cui è socio quasi unico, ha investito parecchi milioni di euro), di un percorso anche economico che miri a rendere proficui i due aeroporti anche attraverso un rinforzo della mobilità su gomma (possibilmente andando verso la liberalizzazione del servizio di trasporto extraurbano) o su rotaia che li renda pienamente operativi in maniera complementare”.

Secondo i deputati regionali PD “lo scalo aeroportuale di Trapani costituisce uno snodo alternativo al transito verso la Sicilia occidentale e a quello in transito dal bacino nord-africano verso il nord Europa, garantendo in tal senso quella competitività strutturale necessaria ad una realtà territoriale che diventa sempre più strategica all’interno del bacino del Mediterraneo. Nulla osta alla revisione del sistema dei trasporti aeroportuali in Sicilia occidentale, anzi, lo auspichiamo fortemente: intraprendere un lavoro in questa direzione, però, a nostro avviso presuppone che le società di gestione dei due scali assolvano un ruolo autorevole evitando che allo scalo trapanese venga conferito un ruolo di mero Hub a supporto dello scalo palermitano ed a scapito di una propria meritevole autonomia di esercizio in grado di favorire un processo di crescita economico-sociale e turistica”.

Nella interrogazione si chiede di conoscere “quali iniziative si intenda adottare per garantire una politica di sviluppo attraverso una programmazione integrata degli investimenti infrastrutturali per il potenziamento dei servizi e dei mezzi di collegamento negli scali aeroportuali di Trapani e Palermo; se è intendimento del governo regionale addivenire alla promozione di una società di gestione unica degli scali aeroportuali della Sicilia occidentale, con il connesso impegno della Regione di farsi da garante per la promozione dell’investimento proposto ed a condizione che lo scalo aeroportuale “Vincenzo Florio” venga rilanciato al fine di favorire un processo di crescita economico-sociale del territorio trapanese
– quali provvedimenti intendano assumere, in termini di impegno finanziario regionale, per garantire l’individuazione di un proficuo piano di investimento per il risanamento della società di gestione aeroportuale trapanese; quali misure intende porre in essere per rilanciare l’aeroporto di Comiso nell’ambito di una strategia complessiva e di “sistema” dell’assetto aeroportuale siciliano in grado di potenziare l’area occidentale ed orientale della Sicilia”.

Una carta sconto per gli studenti trapanesi [AUDIO]

Gli studenti grazie a questa Card potranno usufruire di illimitati vantaggi riservati, presso numerose attività trapanesi come bar, ristoranti, negozi, liberi professionisti e molto di più

Calcio, Trapani: riscattata l’opaca prestazione di domenica scorsa

Una vittoria importante per il morale della squadra e per la sicurezza nei suoi mezzi
Oltre all'arma da fuoco con 5 cartucce, che ha la matricola abrasa, i Carabinieri hanno trovato un involucro con altre 20 munizioni dello stesso calibro
Tre cittadini di Pantelleria sono stati denunciati dai Carabinieri della locale Stazione per omessa custodia di armi e munizioni, porto abusivo di armi e accensioni ed esplosioni pericolose
Assolto “perché il fatto non sussiste” dal Tribunale di Trapani, l'ingegnere Simone Cusumano, già responsabile del Terzo settore del Comune di Castellammare del Golfo. Era accusato di abuso di ufficio
Nei prossimi giorni presenterà alla città la nuova squadra
"L’appello che lanciamo alle Istituzioni e alle Autorità è quello di prendere celeri provvedimenti a tutela di una vita in evidente stato di precarietà e di pericolo", dice la presidente Aurora Ranno

Sabato 3 e domenica 4 dicembre il Day Zero di Etna Comics 2023

Appuntamento al centro commerciale Porte di Catania dalle 10 alle 20

L’esperta risponde: tutti i dubbi su gas e luce [Parte 4]

In settimana i lettori di Trapanisi.it hanno inviato alla nostra esperta alcune domande
Domani, organizzato dal circolo trapanese dell’Unione Donne Italiane, con il patrocinio del Comune di Erice, in occasione della Giornata della Memoria, l’evento di formazione dal titolo “Da dove parte il treno”
La mostra, organizzata dall'Associazione “Comunità Papa Giovanni XXIII", racconta l'esperienza della Lovato come missionaria in Libano e in giro per il mondo
È stato un momento di confronto sulla piena attuazione dell’Autonomia regionale
L'assessore ieri ha giurato. “Accetto con entusiasmo e con grande senso di responsabilità questo ruolo"
Saranno stanziati 726 mila euro per mettere in atto iniziative e programmi di promozione sociale realizzati da organizzazioni e associazioni presenti sul territorio siciliano
La Giornata della Memoria sarà celebrata con la collocazione di "pietre d'inciampo" a Trapani, Alcamo e Valderice, da parte della prefetta Filippina Cocuzza

Pollo all’arancia: la ricetta

Una nuova ricetta su Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Dottore, nuovo anno, nuovi propositi, ma perché procrastino?

Torna il blog Tienilo inMente del dottor Giuseppe Scuderi, psicologo clinico e digitale

Quei giorni in radio… [parte prima]

Negli anni Settanta e Ottanta la radio ha avuto un ruolo decisivo nella diffusione della musica e nell'intrattenimento

“Silenzio, esce la Corte”

La condanna definitiva: l’era di D’Alì è finita. Il silenzio di Trapani
Dopo la riconferma di Salvatore Ombra, arrivano i due nuovi consiglieri: Alessandra Scimeca e Giuseppe Geraci, entrambi dirigenti degli uffici della Presidenza della Regione Siciliana
Nei prossimi giorni, seguirà Decreto con la redistribuzione delle deleghe
Due classi, una per adulti, l'altra per minori non accompagnati, sono state allestite per garantire l'istruzione in lingua italiana dei migranti ospiti del centro del SAI di Bonagia, nel territorio di Valderice
Quaranta anni fa, il giudice veniva barbaramente ucciso dalla mafia. Il ricordo a Trapani e a Valderice
È stato lo stesso comandante della Stazione Carabinieri di Valderice ad arrestare l'uomo con l’ausilio dei colleghi della Sezione Radiomobile di Trapani
“Speriamo – dice il sindacalista Gioacchino Veneziano - che questa attenzione verso la Polizia Penitenziaria, e più in generale per tutti i lavoratori in divisa, non si scontri con le pastoie burocratiche"

Torna la musica dance nelle classifiche: il fenomeno Kungs

Un nuovo post su Freedom, il blog di DJ Vince

Breve guida al Green Pass sui luoghi di lavoro dopo la fine dello stato...

Termina lo stato di emergenza, quali cambiamenti sono previsti? Torna "Il lavoro, spiegato bene", il blog del consulente del lavoro ed euro-progettista Sergio Villabuona

Legge di Bilancio 2023, le principali novità in materia di energia

Con la Legge di Bilancio 2023 il governo prosegue il lavoro iniziato dal precedente esecutivo con i cosiddetti “decreti Aiuti”