domenica, Marzo 3, 2024

Pallacanestro Trapani, coach Parente: “Si può anche perdere ma non ci si rifiuta di lottare e giocare”

Daniele Parente nel post partita si è mostrato molto dispiaciuto riguardo all'atteggiamento remissivo della squadra che sembra aver mollato sin dal principio

Si è chiuso con l’amaro in bocca il 2021 della 2B Control Trapani che, ieri ha disputato fuori casa il match contro Apu Udine. Una partita che è stata decisa fin dai primi minuti e che ha visto i granata travolti dall’onda di Udine, chiudendo il match 84 a 57.

“Non abbiamo fatto nulla di quello che abbiamo preparato – commenta coach Parente nel post partita -, l’atteggiamento è stato pessimo per tutti i 40 minuti lamentandosi, di cosa, non si è capito. Non siamo pervenuti quindi non c’è da spiegare nulla, non c’è un giocatore che abbia raggiunto la sufficienza ma, come atteggiamento, perché puoi anche perdere contro Udine ma non rifiutarti di lottare e giocare – conclude Daniele Parente -. Che ci serva da lezione perché il campionato è ancora lungo e gennaio sarà impegnativo”.

L’amatoriale che riempie i teatri, Ariston sold-out a Trapani con 50&più [AUDIO]

"Ignazio e Franca Florio, storia di una illusione", ne abbiamo parlato con Cinzia Saura
L'assessore regionale Turano: «Combattiamo la dispersione con l'offerta culturale»
Si completa così l'ultimo step dettato dal protocollo d’intesa tra Assessorato regionale della Salute e sindacati

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
Si attende adesso il parere dei Revisori per l'approvazione in Consiglio Comunale
Di Dia e Falco: “Chiederemo incontro al nuovo commissario per l’emergenza siccità Cartabellotta”
Dal prossimo 6 marzo in via Vittorio Alfieri, 9 il primo mercoledì di ogni mese dalle 16 alle 18
"Ho scritto di Giuda perché mi è sempre piaciuto raccontare le ombre, dice il giornalista e scrittore trapanese