“Il dialogo, un equilibrio esatto e irrinunciabile”, scrittura creativa a Trapani con Luigi La Rosa

Gli incontri si svolgeranno l'8 e il 9 luglio a Villa Pampalone

“La questione dei dialoghi rimane una delle più importanti in scrittura. Il dialogo permea il testo, lo attraversa, lo vivifica, caratterizzando i personaggi e conferendo loro fisionomia e carattere. Il dialogo è anche il motore della narrazione: fa crescere la storia e mette in moto il meccanismo narrativo. In definitiva: senza dialogo non avremmo racconto”.

Così lo scrittore siciliano Luigi La Rosa presenta il tema del suo secondo incontro di scrittura creativa a Trapani che si svolgerà, anche stavolta, nella suggestiva atmosfera di Villa Pampalone (in via Nicolò Rodolico) l’8 e 9 luglio prossimo.

“Lo stage – spiega La Rosa che, per l’occasione tornerà in Sicilia da Parigi dove risiede ormai da anni – rappresenta l’opportunità per confrontarsi su questo tema complesso e particolarmente articolato. Due giornate di letture, di riflessioni, di interrogazione del testo per comprendere e superare le difficoltà sollevate dall’argomento. Un’occasione per maturare insieme all’insegna dello studio ma pure del divertimento, della condivisione, del confronto intelligente. È anche questo, del resto, lo scopo dei nostri appuntamenti: scrivere insieme, e farlo con sommo svago. Quella gioia ineffabile che solo la creatività riesce a dare”.

Per ulteriori informazioni sul costo del workshop e sulle modalità di partecipazione (è previsto un numero massimo di iscritti) si può inviare una mail a: luigilarosa17@gmail.com o un messaggio WhatsApp al numero 324 840 8975. Le prenotazioni devono giungere entro il 28 giugno.

Messinese d’origine, Luigi La Rosa vive da quindici anni tra Parigi e l’Italia e alimenta una ricca attività di scrittore, giornalista, operatore culturale e docente di scrittura creativa per associazioni, librerie e scuole di ogni ordine e grado. Per Rizzoli ha curato “Pensieri di Natale”, “Pensieri erotici”, “L’anno che verrà” e “L’alfabeto dell’amore”. Con l’editore napoletano Ad est dell’equatore ha pubblicato i volumi “Solo a Parigi e non altrove” (che ha avuto diverse ristampe e che Cesare De Seta ha definito sull’Espresso un “magnifico esempio di resistenza estetica contro ogni forma di integralismo”) e “Quel nome è amore, biografie d’artista a Parigi”. Ha, inoltre, curato la Guida verde sulla capitale francese per il Touring Club della quale è appena uscita la nuova versione. Con l’editore Piemme ha pubblicato i romanzi “L’uomo senza inverno” e “Nel furor delle tempeste”. Per i tipi di Giulio Perrone editore è da qualche mese nelle librerie “A Parigi con Marcel Proust”. 

Le borse di studio al Polo Universitario di Trapani, i dettagli [AUDIO]

Ne parliamo con la professoressa Giovanna Parisi, coordinatrice del corso di laurea in Biodiversità e Innovazione Tecnologica
Ne parliamo con la professoressa Giovanna Parisi, coordinatrice del corso di laurea in Biodiversità e Innovazione Tecnologica
Schifani: «Ordinanza per tutelare la salute degli addetti più a rischio»
La vicenda riguardava la gestione del depuratore
Si prosegue, fino al 20 luglio, con un ricco programma di proiezioni a cielo aperto, incontri e dibattiti, degustazioni e spettacoli
Due mesi di concerti, spettacoli e performance che abbracciano sette secoli di storia musicale, dal Medioevo al Barocco
L'inizio della sua collaborazione con la squadra di calcio cittadina risale al 1975

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
L'organismo ha lo scopo di effettuare un monitoraggio congiunto e una valutazione complessiva degli interventi
Il sindaco Forgione: "Bloccate risorse per importanti opere"
Un'altra divertente intervista al talentuoso "trumpet player" trapanese, che ha fatto breccia anche nel mondo dei Griffin
Si spazierà tra proposte differenti che vadano incontro a pubblici diversi, tra teatro, musica e danza
Fondato nel 1991, per iniziativa di Antonio Sottile, ha preso parte a centinaia di concerti e manifestazioni artistiche in Italia e in Europa
Il teatro si colorerà di un immersivo fuoco "buono" che assale le colonne, si inerpica e tinge il tempio di rosso. Le repliche si terranno il 16, 17 e 18 luglio
Inaugurazione il 21 luglio, alle ore 19:00, con il concerto "Capo Verde in Musica Jerusa Barros 4th” presso il teatro a mare “Pellegrino 1880”
Dal 17 al 19 luglio in corrispondenza di un passaggio a livello