“Ha ucciso Nicoletta Indelicato”, ergastolo per Margareta Buffa [VIDEO]

La marsalese di origine rumena Margareta Buffa ha ucciso Nicoletta Indelicato, la giovane il cui cadavere parzialmente bruciato era stato ritrovato nelle campagne di Sant’Onofrio, nel Marsalese, nel marzo 2019.

Lo hanno stabilito i giudici della Corte d’Assise di Trapani che l’hanno condannata alla pena dell’ergastolo con interdizione perpetua dai pubblici uffici. Il dispositivo della sentenza di condanna è stato letto alle ore 17 dalla presidente Daniela Troja. La Procura, con la pm Maria Melia, aveva chiesto l’ergastolo con isolamento diurno per 18 mesi. La Corte ha condannato Buffa al risarcimento dei danni – da quantificarsi in sede civile – e ha disposto anche il pagamento, a titolo di provvisionale, di 80 mila euro ciascuno per il padre, la madre e il fratello di Nicoletta Indelicato che erano presenti in aula al momento della lettura. L’imputata era in collegamento video dal carcere di Agrigento.

Stamattina, come vi avevamo raccontato in questo articolo, si erano svolte le ultime fasi del dibattimento con gli interventi degli avvocati di parte civile Giacomo Frazzitta e Piero Marino e della difensora dell’imputata Ornella Cialona. GUARDA IL VIDEO con la lettura della sentenza

“Non finisce qui – ha commentato l’avvocata Ornella Cialona – faremo valere le ragioni della mia assistita, che si proclama innocente, proponendo appello. Se lei avesse davvero ucciso Nicoletta Indelicato non avrebbe scelto, e lo ribadisce tramite me – ha proseguito la difensora – di essere giudicata con il rito ordinario. Avrebbe scelto, come invece ha fatto il reo confesso Bonetta, il rito abbreviato che gli ha garantito una pena inferiore”.
La motivazione della sentenza di condanna sarà depositata entro il termine di 90 giorni. GUARDA IL VIDEO 

Il “Battesimo di Cristo” dal pennello di Edoardo La Francesca [AUDIO]

Il pittore trapanese ha dipinto la tela che adornerà la chiesa di San Giuseppe a Castellammare del Golfo
Nell'ambito di un accordo stipulato dalla Regione Siciliana
Il provvedimento è entrato in vigore lo scorso 15 giugno
Quando si raggiungono i 35 gradi, in assenza di risveglio in grado di mitigare il rischio nei cantieri, bisogna interrompere le attività
Tecnici al lavoro per ripristinare l'alimentazione delle pompe che attingono acqua dai pozzi di Sinubio
Schifani e Turano: «La Regione investe sui giovani, risorse triplicate»
Per il nuovo film di Margherita Spampinato dal titolo "Gela"
Nel 2024 si stima che saranno raccolte 3.504 tonnellate di imballaggi in acciaio, un +40,7% rispetto al 2023

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Il segretario provinciale del Partito Democratico critico sulla riforma voluta dal governo nazionale
Forgione: "La nostra priorità è mantenere le nostre isole pulite e accoglienti"