Eritrina caduta a Trapani, Fratelli d’Italia: “Totale incuria e città abbandonata” [AUDIO]

Intervista al consigliere Maurizio Miceli: "Il problema delle eritrine pericolanti deve trovare una soluzione a monte: bisogna decidere se eliminare questi alberi per piantarne di nuovi oppure se ricorrere a strumenti di sostegno per gli stessi"

Il consigliere comunale Maurizio Miceli esprime le sue considerazioni dopo aver letto e sentito le dichiarazioni del neo assessore al verde pubblico del comune di Trapani Lele Barbara rilasciate ieri a Trapanisì in questo articolo: Il “battesimo” dell’eritrina nel giorno del santo patrono [AUDIO]
«Per cinque anni, nonostante i numerosi allarmi, quasi nessuna prevenzione; nessun intervento, niente di niente, soltanto una pletora di scuse, di chiacchiere, anche qualche consulenza a titolo oneroso, cui non è seguita però alcuna soluzione. Adesso invece sentiamo dichiarazioni di scusa e anche il neo assessore Barbara, delegato al verde pubblico, dichiara come il settore dell’amministrazione di sua competenza non sia in grado di fare fronte alle sue incombenze, così come del resto è per gli impianti sportivi; lo “smemorato” Barbara non ricorda che ad amministrare gli ultimi cinque anni è stato proprio l’attuale primo cittadino, Giacomo Tranchida».

Con queste parole, il gruppo di Fratelli d’Italia Trapani ha duramente attaccato l’Amministrazione di Trapani. La redazione di Trapanisi.it ne ha parlato con il portavoce provinciale e consigliere comunale di Trapani Maurizio Miceli. Clicca play per ascoltare:

«Il problema delle eritrine pericolanti – continua la nota – , e non solo di queste ovviamente – basti pensare all’albero cascato a porta Ossuna non più tardi di qualche settimana fa – deve trovare una soluzione a monte: bisogna decidere se eliminare questi alberi per piantarne di nuovi oppure se ricorrere a strumenti di sostegno per gli stessi. Esistono delle “protesi”, molto utilizzate in Spagna, dove in queste cose sono all’avanguardia, che diventano anche giochi per bambini. Bisognerebbe che un’amministrazione avesse un’idea chiara del verde pubblico urbano, ma la relazione prevista dalla legge del 14 gennaio 2013, n. 10, intitolata “norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani”, è rimasta totalmente inevasa; d’altronde Tranchida e i suoi accoliti ci hanno abituato a infischiarsene pure dei bilanci, figuriamoci del resto… L’Amministrazione, infatti, non ha previsto un censimento del verde, un suo consequenziale bilancio, non ha una linea strategica anzi, al contrario, ha promosso e autorizzato opere come la RSA di via Virgilio e il sottopasso di via Marsala, che eliminano 20 mila metri quadri di verde pubblico in città. Non siamo per l’approccio ideologico ma il sindaco ha il dovere di risolvere un problema che non ha affrontato in cinque anni e che mette a rischio l’incolumità e la sicurezza delle persone: deve decidere se eliminare le eritrine o se, al contrario, promuovere interventi che garantiscano la staticità degli alberi laddove le condizioni di questi non siano disperate, purché però decida e intervenga “ieri”; non si può rischiare di arrivare sempre dopo le tragedie. Cadono gli alberi, i pali della luce e ai trapanesi cadono le braccia vedendo la loro città abbandonata nella totale incuria e, peggio ancora, senza un’idea di rilancio e un progetto per proiettarla verso il futuro».

Trapani, “tantu nenti e tantu assai” tra lirica di tradizione e cibo d’attrazione [EDITORIALE]

Mai accaduto prima, una fiera di piazza ed una "prima" a teatro potrebbero causare qualche inconveniente, soprattutto politico
Mai accaduto prima, una fiera di piazza ed una "prima" a teatro potrebbero causare qualche inconveniente, soprattutto politico
I rifiuti erano ammassati su una parte di un terreno in contrada Ciappola
Si tratta di una donna di origine venezuelana, rintracciata in un hotel a Mazara del Vallo
Ottenuto un finanziamento di 30.000 per attività di controllo e prevenzione durante la stagione estiva
Nelle ultime due stagioni agonistiche ha militato nel Modena in Serie B
Da lunedì 15 a sabato 20 luglio San Vito Lo Capo accoglierà registi, autori, attori, appassionati e anche turisti che per cinque giorni potranno godere di diverse proiezioni
Un'estate tra jazz, Tiromancino, presentazione di libri, spettacoli teatrali e cibo
Il 30enne attaccante senegalese arriva da svincolato.
In occasione dell'anniversario della strage di via D'Amelio
Arriva da svincolato e ha sottoscritto un contratto biennale

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Iniziativa per la valorizzazione delle chiese appartenenti al Fondo Edifici per il Culto
Dal 14 al 30 luglio si terranno 10 diversi concerti, tutti con inizio alle 21:30 e a ingresso gratuito
La società mette a disposizione diversi alloggi nelle mete più ambite d'Italia
Il festival letterario che promuove le produzioni editoriali è giunto alla sua quarta edizione
Mentre si lavora per risolvere i guasti, installati due generatori mobili
Il restauro realizzato grazie alle somme del Fondo per l’edilizia di culto del Ministero dell’Interno