Aeroporto, i deputati trapanesi Ciminnisi e Safina chiedono chiarezza alla Regione [AUDIO]

Ne abbiamo parlato in un'audio intervista col deputato del PD Dario Safina

Chiarezza sulla strategia di gestione dell’aeroporto di Trapani Birgi e sugli scali aeroportuali siciliani più in generale. Lo chiede al governo regionale la deputata trapanese del M5S Cristina Ciminnisi che, ha depositato ieri sera un’interrogazione parlamentare in cui chiede «chiarimenti in merito ad ipotesi di privatizzazione, fusione o incorporazione della società di gestione dell’Aeroporto di Trapani Birgi “Vincenzo Florio”».

Un atto ispettivo che giunge in una fase particolarmente accesa del dibattito pubblico sul “Vincenzo Florio”: di ieri la notizia del confronto avviato tra la Regione Siciliana e il Governo nazionale sulla ricapitalizzazione dell’Airgest; delle scorse settimane le dichiarazioni del presidente della Regione su ipotesi di privatizzazione della società di gestione; dei giorni scorsi le dichiarazioni di un imprenditore che opera sul territorio trapanese che ha annunciato di voler entrare nella compagine societaria di Airgest.

«Peraltro – aggiunge la parlamentare trapanese – già il 3 gennaio dello scorso anno, avevo depositato richiesta di audizione presso la II Commissione e la IV Commissione, ad oggi rimasta inspiegabilmente inevasa».

Nell’interrogazione, Ciminnisi chiede al presidente della Regione quali siano le intenzioni legate al futuro degli scali aeroportuali della Sicilia, tenendo conto delle normative nazionali, europee e delle autorità di regolazione di settore; se si intende dare seguito a ipotesi di fusione tra Airgest e Gesap e con quali tempi; infine si affronta il tema dell’ipotizzato Gestore Unico per la Sicilia Occidentale e della piena e autonoma operatività del Vincenzo Florio”.

«L’urgenza di riportare il dibattito in aula – conclude Ciminnisi – è determinata dalla necessità di avere certezze. Birgi e gli aeroporti siciliani hanno bisogno di stabilità nella operatività e nella gestione».

Anche il deputato regionale del PD Dario Safina. interviene sulla vicenda che sta riguardando in queste ore il confronto Stato-Regione sulla norma che destinata 4,2 milioni di euro alla ricapitalizzazione dell’Airgest. Questa è l’intervista che Dario Safina ha rilasciato alla redazione di Trapanisì.it, per ascoltare schiaccia PLAY:

“Se  questa nefasta profezia dovesse tramutarsi in realtà, il Vincenzo Florio sarebbe alla mercé delle più becere speculazioni e rischierebbe di essere svenduto al migliore offerente. Più volte in Aula ho ravvisato la necessità di avviare immediatamente le procedure per strutturare il sistema aeroportuale della Sicilia occidentale, fondendo Airgest e Gesap (gestore dello scalo palermitano) e comprendendo Pantelleria e Lampedusa. Un piano industriale serio ed equilibrato per garantire un’adeguata operatività dello scalo trapanese con almeno 2 milioni di passeggeri l’anno, così da snellire il traffico sul Falcone Borsellino, per poi presentare il pacchetto così strutturato al tavolo della privatizzazione. Solo così si possono avere i margini per una trattativa economica conveniente e recuperare almeno in parte i milioni di euro in soldi pubblici investiti finora”.

“Spero sinceramente – conclude il deputato Dem – che anche questa volta la situazione rientri, per il bene dell’aeroporto di Trapani e della sua provincia. Rimane comunque una spada di Damocle che va eliminata il prima possibile perché il problema c’è ed è reale. E se non oggi, si ripresenterà inevitabilmente nei mesi a venire”.

 

Alberto Anguzza, dagli Ottoni Animati ai cartoni animati è un attimo [AUDIO]

Un'altra divertente intervista al talentuoso "trumpet player" trapanese, che ha fatto breccia anche nel mondo dei Griffin
L'organismo ha lo scopo di effettuare un monitoraggio congiunto e una valutazione complessiva degli interventi
Il sindaco Forgione: "Bloccate risorse per importanti opere"
L'inizio della sua collaborazione con la squadra di calcio cittadina risale al 1975
Giovedì 18 luglio alle ore 20.30 con ingresso libero
Un'altra divertente intervista al talentuoso "trumpet player" trapanese, che ha fatto breccia anche nel mondo dei Griffin
Si spazierà tra proposte differenti che vadano incontro a pubblici diversi, tra teatro, musica e danza
Fondato nel 1991, per iniziativa di Antonio Sottile, ha preso parte a centinaia di concerti e manifestazioni artistiche in Italia e in Europa
Il teatro si colorerà di un immersivo fuoco "buono" che assale le colonne, si inerpica e tinge il tempio di rosso. Le repliche si terranno il 16, 17 e 18 luglio
Inaugurazione il 21 luglio, alle ore 19:00, con il concerto "Capo Verde in Musica Jerusa Barros 4th” presso il teatro a mare “Pellegrino 1880”
Dal 17 al 19 luglio in corrispondenza di un passaggio a livello

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Accusato di concorso esterno in associazione mafiosa, era stato assolto dalla Cassazione nel 2023
Era in possesso di dosi di ecstasy e hashish e i denaro contante
La signora Marika ha scritto a "dillo a TrapaniSì"
La presidente di "Nessuno tocchi Caino" sottolinea anche la mancanza di poliziotti penitenziari in servizio