Zucchinali, cittadino onorario di Trapani

L'iniziativa lanciata dal portale Trapanisi.it ha raggiunto il suo scopo: l'ex calciatore granata è cittadino onorario a cinque anni dalla sua scomparsa

di Nicola Rinaudo


A cinque anni dalla sua scomparsa (il 19 gennaio 2018), arriva la cittadinanza onoraria per Aristide Zucchinali. Il Consiglio comunale di Trapani, con propria determina, ha concluso un percorso lungo e tortuoso, infarcito da troppa burocrazia.

Apertosi con un atto d’indirizzo (primo firmatario il consigliere, Giuseppe Virzi) risalente al maggio dello scorso anno; approdato in aula il 9 giugno e approvato all’unanimità dall’assemblea comunale. Il protocollo prevede che tra una quarantina di giorni (a cavallo fra la seconda metà di febbraio e i primi di marzo) il massimo consesso civico si riunirà in seduta straordinaria per procedere, attraverso una cerimonia solenne, al conferimento dell’onorificenza.

Aristide Zucchinali

Un altro bel capitolo, dunque, si aggiunge a questa meravigliosa, eterna storia d’amore, fra la città dei due mari e la leggenda granata. A volte, nella narrazione di questa favola, abbiamo la sensazione che qualcosa ci sfugga. L’imponderabile passa sopra le nostre teste. Niente domande. È così e basta. Come correre dietro ad un pallone e prenderlo a calci. Sì, anche per soldi, ma se lo fai col cuore è tutta un’altra musica. Ogni cosa torna al suo posto. E il cerchio si chiude.

Zucchinali e il Trapani, il Trapani e Zucchinali, più che un romanzo sportivo, rappresentano la metafora della vita. Al centro della scena valori forti, veri; che questa società in continuo declino ha sostituito con disvalori. Facendo assumere a questi ultimi la connotazione di valori. Pensate un po’ in che pasticcio ci siamo cacciati. Ma non disperiamo.

Lo spirito di sacrificio, il senso della rinuncia, la dedizione verso gli altri, possono tornare di moda. Basta azzeccare la scelta degli interpreti. Come lo sono stati l’anima semplice e genuina di un signore proveniente dalle valli bergamasche, fiero delle sue origini contadine; che ci mette un attimo ad innamorarsi perdutamente di questa terra e del suo popolo. E quello stesso popolo che, al primo sguardo, lo adotta come un suo figlio. Per ora, ci fermiamo qui. Il seguito, nel giorno – si fa per dire – dell’incoronazione.

Il “Battesimo di Cristo” dal pennello di Edoardo La Francesca [AUDIO]

Il pittore trapanese ha dipinto la tela che adornerà la chiesa di San Giuseppe a Castellammare del Golfo
Schifani e Turano: «La Regione investe sui giovani, risorse triplicate»
Per il nuovo film di Margherita Spampinato dal titolo "Gela"
Nel 2024 si stima che saranno raccolte 3.504 tonnellate di imballaggi in acciaio, un +40,7% rispetto al 2023
Il segretario provinciale del Partito Democratico critico sulla riforma voluta dal governo nazionale
Forgione: "La nostra priorità è mantenere le nostre isole pulite e accoglienti"

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Disposta una seria di servizi straordinari delle Forze dell'ordine e altri Enti
I responsabili saranno denunciati all'Autorità giudiziaria
Sarà l'occasione per scoprire il paesaggio incontaminato, dove la natura ha ripreso il sopravvento, dopo il devastante incendio di un anno fa
Un'opportunità per affrontare i temi cruciali della tutela dell'ambiente e dello sviluppo sostenibile