Vigili del fuoco, concluso corso di formazione su incendi navali

L'incendio navale è considerato uno degli scenari ad alto quoziente di difficoltà

Si è concluso venerdì scorso; 24 settembre, il corso “Antincendio Navale” destinato a dodici vigili del fuoco del Comando provinciale di Trapani. Al termine della settimana i partecipanti hanno sostenuto gli esami di verifica affrontando una prova teorica e una simulazione di intervento dentro lo “Ship trainer” del Distaccamento dei Vigili del fuoco di Gioia Tauro.
Nel simulatore, accompagnati sempre da un istruttore, i corsisti sono stati costantemente monitorati dalla sala di controllo dalla quale si gestiscono le fiamme e le temperature.

L’incendio navale è considerato uno degli scenari ad alto quoziente di difficoltà, dato che gli spazi di intervento sono ridotti. Il corso ha avuto la finalità di perfezionare e acquisire tecniche di intervento su incendi in ambienti invasi dal fumo e con altissime temperature per mettere in grado i vigili del fuoco di intervenire in modo appropriato a bordo di navi da crociera, navi mercantili o natanti di dimensioni più ridotte.

La commissione d’esame era presieduta dal comandante provinciale di Agrigento ing. Giuseppe Merendino (che ha h guidato negli anni scorsi anche il
Comando di Trapani) che si complimentato con i partecipanti per l’impegno profuso e la professionalità dimostrata. L’attuale comandante provinciale di Trapani, Michele Burgio ha espresso un caloroso ringraziamento a tutto il personale impegnato nel corso, ai partecipanti e allo staff didattico-logistico per l’organizzazione del corso che si è svolto seguendo le direttive vigenti in materia di anti-covid.