Vietato l’ingresso alla Chiesa Anime Sante del Purgatorio per… I cani: la lettera aperta

"Stiamo parlando di vietare la preghiera ai fedeli che non possono lasciare il proprio cane legato a un palo fuori in strada"

Riceviamo una lettera aperta da V.P., una turista che innamorata dei nostri luoghi si trova costretta a rinunciare alla visita della Chiesa Anime Sante del Purgatorio, sede dei Misteri e punto nevralgico per tutti coloro che raggiungono Trapani.

Ecco la lettera integrale:

La Chiesa tanto amata e i “suoi” Misteri
Diario di viaggio di una turista con un sassolino nella scarpa da togliere

Cosa fa un turista in vacanza? Cosa si aspetta? Dove va a Trapani?

Mi direte al mare, alle Egadi, a Erice, alle saline al tramonto, in giro per il centro storico, a visitare le varie chiese… tutto ciò per cui basta una semplice ricerca per andare alla scoperta.
Meravigliati, è così che ci si sente girando per questa città: gomiti appoggiati sul parapetto e testa sognante tra le mani ad osservare il mare sotto le mura, camminare fino al bastione, girare attorno la Torre di Ligny, mangiare il cous cous di pesce (un’esperienza a sé, unica), lasciarsi avvolgere da voci e odori al mercato del porto peschereccio (mi sono alzata presto apposta), fare un giro in barca, vedere i Misteri…
Ecco. Andate a vedere i gruppi Sacri dei Misteri. Ma fatelo, è un obbligo quasi.

E fatelo per me che non ho potuto.
Perché? Perché mi direte che nella Casa del Signore sono ammessi tutti, giusto?

Mi direte di sì. E io vi dico che no, così non è.
Perché se viaggiate con il vostro amico a quattro zampe, arrivati davanti all’ingresso della stupenda Chiesa barocca delle Anime Sante del Purgatorio, con gli occhi e la mente pronti a farsi meravigliare dai secolari gruppi scultorei della famosissima Processione dei Misteri (che conosco, a questo punto, solo per fama, a seguito delle raccomandazioni dello staff dell’hotel in cui alloggio di non perdermeli e avendo di conseguenza cercato qualche video su YouTube) e il cuore pronto ad aprirsi in preghiera… verrete stoppati da un cartello sulla porta che vieta l’ingresso ai cani…
Ecco come mi sono persa quest’esperienza ed ecco come non ne potrò parlare ai miei amici e familiari… ecco come non potrò dire a nessuno “Andate a Trapani a vedere i Misteri, sono qualcosa di unico… io li ho visti!”.

E sì, conosco le regolamentazioni per l’accesso dei cani nei luoghi pubblici (rigorosamente al guinzaglio, eventuale museruola, bandana di avvertimento) e tutte le leggi e scartoffie che potreste tirarci in mezzo. Sì, il parroco di ciascuna chiesa può decidere come regolamentare o vietare l’accesso degli animali (anche se esiste per fortuna un disegno di legge in merito che spero si tramuti presto in legge), ma stiamo parlando di vietare la preghiera ai fedeli che non possono lasciare il proprio cane legato a un palo fuori in strada (soprattutto quando, come nel mio caso, si è da soli e non si può lasciare il cane a qualcuno fuori ed entrare a turno). Stiamo parlando di vietare al turisti di godere del patrimonio per eccellenza che simboleggia questa città e che voi trapanesi avete la fortuna e il vanto di possedere… voi, perché una turista adesso lo conoscerà solo per sentito
dire. Stiamo parlando di divieti… che in una chiesa in cui siamo tutti figli di Dio… non dovrebbero esserci.

Non so purtroppo se le regole di questa chiesa siano diffuse sul territorio e non conosco quel vescovo (per quanto non di sua competenza) che dovrebbe fare da traino per le aperture a quelle creature che lo stesso Cristo ha salvato!

E faccio riferimento ad un Santo molto legato agli animali, San Francesco D’Assisi, che disse: “Tutte le creature, che sono sotto il cielo, ciascuna secondo la propria natura, servono, conoscono e obbediscono al loro Creatore meglio di te”.
Ecco, allora credo che gli animali siano migliori di chi sfoggia un potere non volto ai fedeli e ci lascia credere di essere nella Casa del Signore.

Il “Battesimo di Cristo” dal pennello di Edoardo La Francesca [AUDIO]

Il pittore trapanese ha dipinto la tela che adornerà la chiesa di San Giuseppe a Castellammare del Golfo
La storica Biblioteca diventa interattiva e accessibile a tutti grazie all'introduzione di tecnologie digitali all'avanguardia
"Un anno fa l'annuncio del ripristino delle risorse finanziarie e della necessità di avviare una nuova procedura di gara, ma nulla si è mosso"
Nella zona nord riguarda le utenze private mentre nella zona sud le utenze commerciali
Il militare si trovava, libero dal servizio, in un centro commerciale a Milazzo, nel Messinese
La cerimonia di professione solenne il 28 giugno alle 17 nella chiesa di Santa Maria di Gesù
Promosso dalla coop sociale Badia Grande in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Il 10 ottobre scorso il Consiglio comunale aveva deciso il conferimento accogliendo la proposta della Giunta
Presentato progetto per l'installazione di ulteriori telecamere per la sorveglianza del territorio
È la seconda unità del genere della Compagnia di navigazione
Sanzioni per un gruppo di turisti, un gestore di lido balneare e un noleggiatore di attrezzature da spiaggia