Via Fardella: alla ricerca delle strisce perdute, altro che Indiana Jones, ci vuole solo pazienza [AUDIO]

L'assessore Dario Safina spiega perchè sono state cancellate tutte le strisce pedonali nella più importante arteria viaria di Trapani

“Mamma, ma che fine hanno fatto le strisce pedonali? Ora come facciamo noi bambini ad attraversare la strada per andare a scuola?”.
“Figlia mia, cosa vuoi che ti dica? Come vedi le strisce pedonali sono state cancellate! Ora al posto della zebra c’è questa buca che si riempie d’acqua quando piove e che è tutta piena di sassolini e polvere e dobbiamo solo stare attente a non sdrucciolare. Ma almeno voi bambini siete fortunati perchè ci siamo noi genitori a tenervi la mano e ci sono anche i volontari che fermano le macchine. Pensa invece, cosa succede in tutti gli altri attraversamenti pedonali di via Fardella… anche lì hanno cancellato le strisce bianche, anche lì hanno scavato le buche, e adesso ad essere confusi sono sia i pedoni che non sanno dove attraversare la strada, sia gli automobilisti che, se già prima ignoravano le zebre, le precedenze ai pedoni sulle strisce ed anche i limiti di velocità, adesso se rallenteranno in prossimità degli attraversamenti pedonali, sarà solo per evitare di rovinare le ruote che devono entrare ed uscire dalle buche che ne hanno preso il posto”.
“Mamma, ma le hanno cancellate tutte davvero?… in via Fardella non ne è rimasta più nemmeno una?… ma sono tante!… perchè invece di cancellarle tutte in una volta, questi lavori non li facevano ad uno ad uno? Secondo me avrebbero dovuto cancellare una zebra e sistemare quella nuova e poi continuare con un’altra, e poi l’altra e poi tutte, così tutto era più sicuro e meno pericoloso?”.
“Bimba mia, tu sei piccola e queste cose non le puoi capire, meno male che non sei stata l’unica ad essertene accorta, oggi ho sentito alla radio l’intervista che hanno fatto all’assessore che ha spiegato che questo era l’unico modo per operare e per risparmiare i soldi, lo hanno fatto per noi cittadini e presto avremo una città più bella e più vivibile. Ma finché non lo diventerà, in via Fardella dobbiamo avere solo pazienza. Pazienza e prudenza”.

Ebbene sì, PAZIENZA e PRUDENZA sperando che non accada nulla di grave o di imprevisto finché non saranno collocati i nuovi attraversamenti pedonali SMART nell’arteria viaria più importante della città. I cantieri sono aperti, e bisogna stare con gli occhi aperti ed andare piano. Servirà per prepararsi al limite di velocità di 30Kmh che sarà imposto in via Fardella non appena saranno ripristinati i nuovi attraversamenti pedonali in “RILIEVO”, che se vai veloce si rompono le sospensioni della macchina.
Questa è l’intervista che l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Trapani Dario Safina ha rilasciato alla redazione di TrapaniSì.it. Per ascoltare schiaccia PLAY:

 

Questa è la situazione oggi 29 ottobre 2021

Il verde pubblico a Trapani non è coltura ma… Cultura [REPORTAGE]

Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine
"Con le mie ali, trovare sé stessi, cambiare il mondo" vuole essere un’indagine sui cambiamenti di prospettiva del mondo giovanile, sulle prove attraverso le quali ragazze e ragazzi divengono adulti
Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine
Accompagnerà i presenti in un viaggio culinario tra le ricette tradizionali della sua terra e le sue creazioni quotidiane
La storica dell'Arte Lina Novara nominata direttrice del Museo Diocesano

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Intervista a Paolo Salerno, l'organizzatore della rassegna che da 16 anni propone i gusti dal mondo
In via Emanuela Loi e al Museo intitolato a Paolo Borsellino
Completato il revamping di due pozzi a Castelvetrano, in dirittura di arrivo quello dei pozzi di Trapani e Calatafimi