Valorizzazione del “bosco sacro” di Erice, iniziativa del CAI

Alla giornata hanno partecipato anche studenti di due Istituti superiori di Erice e Trapani

Organizzata dal CAI di Erice, in sinergia con il Comune e Cogeca srl, ha organizzato ieri alla baita e sede sociale, si è svolta ieri una giornata di lavori relativi alla comunicazione del progetto di valorizzazione del “bosco sacro” di Erice, ormai in fase avanzata di riqualificazione.

Una escursione didattica in ambiente si è svolta lungo i nuovi sentieri della cintura del bosco, guidata dal presidente del CAI Vincenzo Fazio, dal socio CAI esperto in scienze naturali Leonardo Rodolico, dall’ingegnere naturalista Gianluigi Pirrera e da Leonardo Scuderi, esperto botanico e docente di Scienze forestali. All’escursione hanno partecipato anche l’esperto forestale Giacomo Coppola e i referenti dell’Antica Trasversale Sicula Giuseppe Adragna e Gaspare Occhipinti.

Presenti anche trenta studenti dell’Istituto Superiore “Sciascia-Bufalino” di Erice coordinati dai docenti tutor Girolama Licari e Giampiero Gianno, e due classi di studenti del Liceo “Ximenes-Fardella di Trapani” coordinati dalla docente Giusy Barbera.

Ospite d’onore della giornata, dedicata alla bellezza contro la violenza di genere, è stata Cristina Mostosi, presidente dell’associazione “Le Iris di Trebecco”, che dopo il femminicidio della sorella Paola, avvenuto 22 anni fa, è impegnata in attività pedagogiche e formative in tutta Italia.

Cristina Mostosi è entrata in dialogo con i ragazzi delle scuole, facendo emergere la loro sincera spontaneità sul delicato tema trattato, responsabilizzandoli a controllare e misurare bene il “rispetto” nelle relazioni giovanili, distinguendolo dal “possesso” e dalla “dipendenza di genere” che spesso si instaura fin dalla giovane età e che permane negli adulti, con degenerazioni sempre più frequenti in episodi di violenza, stupri e femminicidi.

Gli studenti sono stati inoltre informati dalle guide esperte del CAI sugli aspetti floristici e sulla fauna di montagna; sugli aspetti storici, mitologici, botanici e forestali del “sentiero del bosco sacro”, concludendo l’escursione didattica esperenziale alla baita sociale del CAI Erice dove sono stati accolti e ospitati per un pic nic all’aperto.

Nel pomeriggio si è svolto un workshop con gli interventi di Gianluigi Pirrera e Cristina Mostosi che hanno anche creato, prima nei pressi dei ciliegi canini monumentali e dopo nel giardino della baita CAI, due splendide aiuole di “Iris di Trebecco” con la partecipazione degli studenti e dei soci CAI.

Il pomeriggio è proseguito con la relazione dell’artista e docente Gaspare Occhipinti sul movimento della “Land Art”. Ha anche proposto anche di realizzare opere artistiche per arricchire di contenuti evocativi e culturali i nuovi sentieri del bosco sacro che saranno catastati e adottati dal CAI Erice.

Il presidente del CAI Erice, Vincenzo Fazio, ha stimolato il Comune di Erice e i gruppi di progettazione ad impegnarsi nel proseguire la cooperazione progettuale per garantire in futuro le condizioni per la fruizione organizzata dei nuovi percorsi riqualificati nel bosco sacro e anche la loro necessaria manutenzione.

Ha concluso i lavori il vicesindaco Gianvito Mauro, che ha auspicato azioni di coordinamento in partenariato con tutti gli attori e le associazioni di tutela e valorizzazione ambientale del territorio per organizzare una fruizione sostenibile del bosco sacro a sostegno del turismo naturalistico, culturale e slow, ambito per cui la montagna di Erice risulta particolarmente vocata.

L’incontro si è concluso con la proiezione del pluripremiato docufilm “Il cammino della dea madre” girato sul cammino dell’Antica Trasversale Sicula che congiunge Mozia e Kamarina passando da Erice.

Custonaci, la Sicilia e i suoi borghi: sabato il convegno [AUDIO]

Col primo cittadino Fabrizio Fonte abbiamo parlato del terzo ed ultimo week end de "i borghi dei tesori"
In vista della Settimana Sociale dei cattolici italiani e delle prossime elezioni europee
La Consulta delle associazioni e la Consulta per la Pace e la Cooperazione
“Se non si stanziano i fondi per l’aggiornamento del progetto, sarà stato tutto inutile”
Andava in giro di notte con un monopattino elettrico

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...
Trapani Shark-Udine

Bentornati play-off

Ne parliamo con Giacomo Incarbona
Svariati i temi trattati nell'incontro svoltosi in un clima di collaborazione
Domenica la partita decisiva sarà disputata al PalaCardella