Urban Sunrise, ad Alcamo in arrivo quasi 5 milioni del Pnrr [AUDIO]

Ad Alcamo continuano a contare i fatti e non le parole: ne parliamo col sindaco Domenico Surdi

Un vero e proprio “regalo di Pasqua” a tutti gli alcamesi da parte della giunta Surdi che ha approvato il progetto esecutivo di rigenerazione urbana “Urban Sunrise” riguardante l’intero quartiere di Maria Ausiliatrice in contrada Sant’Anna.

L’intero progetto è finanziato dal Ministero dell’Interno, a valere sul PNRR (Missione 5 “inclusione e coesione”, Componente 2 “infrastrutture sociali, famiglie, comunità e terzo settore, Investimento 2.1 “investimenti in progetti di rigenerazione urbana, volti a ridurre situazioni di emarginazione e degrado sociale), per un importo complessivo di € 4.785.000 (di cui € 3.486.331,06 per verde e arredo urbano, acquedotti e fognature, impianti di pubblica illuminazione).

In questa intervista che ha voluto concedere alla redazione di Trapanisì.it il sindaco Domenico Surdi illustra tutti i più importanti dettagli di “Urban Sunrise” una grande opportunità di Rigenerazione UMANA oltre che urbana. Per ascoltare schiaccia PLAY:

“Si tratta di un progetto ambizioso che considera la rigenerazione e la ripartenza sia come piattaforma di lavoro che come obiettivo del progetto riguardante il quartiere Maria Ausiliatrice – dichiara il Sindaco Domenico Surdi -. Abbiamo lavorato secondo un approccio innovativo e concreto “basato sulle persone” e sui luoghi con soluzioni sostenibili per un’integrazione a lungo termine, interrompendo il circolo vizioso dell’isolamento spaziale. Un approccio – continua il sindaco – che utilizza la cultura come catalizzatore dello sviluppo economico e del rinnovamento urbano, realizzeremo un museo diffuso, aree sportive e ricreative e tanto altro.
Il progetto esecutivo, frutto del lavoro di un gruppo di progettisti, documenta le scelte che abbiamo fatto insieme all’ufficio, coinvolgendo i soggetti, gli stakeholders, che avranno un ruolo chiave per un recupero urbano che resterà negli anni. Infine un ringraziamento a tutti coloro i quali hanno lavorato, con impegno e visione “al e per il Progetto” a partire dal 2019”.

“Alla base del nostro lavoro – dichiara l’assessore alle Opere Pubbliche Mario Viviano – c’è la fiducia in un progetto di architettura urbana che considera la città un sistema, quindi elimina gli impedimenti, facilita le relazioni delle persone, risana le parti degradate del tessuto sociale, perché il contrasto alla povertà – continua l’Assessore – si realizza proprio tramite il recupero e la rivitalizzazione di aree degradate. Sarà realizzata una passeggiata che collega le aree urbane adiacenti il viale Italia con i quartieri oggetto di rigenerazione, dando priorità ad una rigenerazione che preferisca la mobilità dolce, la percorribilità pedonale, le aree di gioco e di aggregazione per lo svago, lo sport e il footing, il verde urbano, l’arte e la bellezza. L’obiettivo finale è quello utilizzare gli strumenti di riqualificazione per innescare processi di sviluppo sociale ed economico e di rivitalizzazione del tessuto urbano oggi degradato”.

In sintesi le opere prevedono interventi su aree urbane pubbliche aperte e interventi su aree pubbliche recintate.
I primi sono la Promenade, le sistemazioni della aree interne agli isolati delle case popolari (sport, giardini, arredo urbano, ecc) , la Street art, ecc.
Gli altri su area pubblica recintata sono area Cinofili dei Vigili del Fuoco, area Orti Urbani in via Puglisi, area succursale Wojtyla.

I siti recintati avranno una gestione comunale o un affidatario esterno. Per esempio l’area recintata ed attrezzata per l’addestramento dei cani da soccorso, adiacente il distaccamento dei VVF, avrà la gestione del Comando Provinciale.
Gli orti urbani “potrebbero” essere aperti al pubblico così come la succursale Wojtyla e il suo campo di basket potrebbe essere aperto al quartiere ed utilizzabile nel pomeriggio e alla sera da associazioni sportive e ragazzi.

Infine, il progetto prevede l’illuminazione pubblica e la videosorveglianza, spesso con interventi di rifacimento integrale, altre volte con interventi di miglioramento e/o manutenzione.

Il verde pubblico a Trapani non è coltura ma, cultura [REPORTAGE]

Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine
Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine
La storica dell'Arte Lina Novara nominata direttrice del Museo Diocesano
Accompagnerà i presenti in un viaggio culinario tra le ricette tradizionali della sua terra e le sue creazioni quotidiane
Le rate per il pagamento della Tari passano da tre a cinque

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
In via Emanuela Loi e al Museo intitolato a Paolo Borsellino
Completato il revamping di due pozzi a Castelvetrano, in dirittura di arrivo quello dei pozzi di Trapani e Calatafimi
Possono partecipare alla selezione adulti tra i 18 e gli 80 anni di età e minori tra i 14 e i 17 anni di età
Una mostra mercato di prodotti tipici di enogastronomia, artigianato e commercio e tutto ciò che è di più rappresentativo per la Sicilia, e ogni sera è prevista musica