Una leggenda e una riflessione: le donne e la cultura

Ottimo debutto per il festival “La Sicilia delle donne – Il Festival del genio femminile in Sicilia” che si è svolto nell’aula magna dell’Istituto Comprensivo "L. Bassi - S. Catalano” di Trapani

La donna al centro della cultura e la leggenda dell’Odissea come esempio. In passato il mondo femminile è stato bistrattato. Non considerato. Alle volte, addirittura, ritenuto non degno di poter produrre elementi culturali di spicco. Questa riflessione è stata alla base dell’incontro che si è svolto ieri nell’aula magna dell’Istituto Comprensivo “L. Bassi – S. Catalano” di Trapani e che fa parte del festival “La Sicilia delle donne” che ha debuttato nella sua seconda edizione.

Un incontro ibrido: un appuntamento di presenza e sul web che ha permesso ai numerosi studenti partecipanti di scoprire la suggestiva tesi di Samuel Butler sull’origine dell’Odissea e sulla figura della poetessa Nausicaa. L’Odissea – come ha raccontato agli alunni Renato Lo Schiavo, docente di latino e greco dell’Istituto di Istruzione Superiore “L.S. V. Fardella – L.C. L. Ximenes”- , secondo Butler, sembrerebbe essere stata scritta da una donna. Da una principessa giovane e bella, che abitava in Sicilia, a Trapani, e che nel poema ha tracciato anche il suo autoritratto. L’autrice dell’Odissea, infatti, si nasconde sotto la maschera di Nausicaa, la figlia del re dei Feaci, che nella finzione epica accoglie il naufrago Odisseo e ascolta il racconto delle sue incredibili avventure. Questo è stato un pretesto che ha creato riflessione sul trattamento della figura della donna.

A quei tempi, per alcuni era impossibile che una donna potesse scrivere un poema così bello come l’Odissea. Un momento, quindi di valutazione per i giovani. «Già lo scorso anno – afferma Rosalia d’Alì, assessore alla Cultura del Comune – abbiamo partecipato sul tema “Donne in scena” e quest’anno con “Donne di carta”. Abbiamo pensato di promuovere quella che è una grande suggestione che riguarda la città di Trapani e la teoria di Samuel Butler riguardo l’origine trapanese dell’Odissea e della scrittrice che realizzò l’opera. Un modo diverso di far capire l’importanza delle donne nel mondo della cultura».

Oltre a Lo Schiavo e a d’Alì, sono intervenuti anche il sindaco di Trapani Giacomo Tranchida, Margherita Giacalone, direttrice della Biblioteca Fardelliana e Ornella Cottone, dirigente dell’Istituto Comprensivo “L. Bassi – S. Catalano”. Il festival “La Sicilia delle donne – Il Festival del genio femminile in Sicilia” si svolge nel mese di marzo e prevede 72 gli eventi in Sicilia, per 85 figure di donne da narrare.

Fileccia v/s Barbara, polemica a suon di “Pop Fest” [AUDIO e VIDEO]

Barbara "In estate tornerà la ruota panoramica", Fileccia "Se è così, la prossima festa di capodanno la organizzo io!"
Si è lavorato per inviare alla cabina di regia regionale le schede di interventi preparate dai Comuni
"Unica legge da applicare in caso di naufragi è quella del mare che impone soccorso e approdo in un porto sicuro"
Insieme al Documento Unico di Programmazione 2024/2026
Il Fondo antico della Biblioteca civica Sebastiano Bagolino custodisce una preziosa raccolta di cinquecentine dei più famosi ed apprezzati tipografi del tempo

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
Un ecosistema di biodiversità forse unico in Sicilia soprattutto per la presenza di querce da sughero secolari
Gaetano Santangelo: "Giustizia parziale, lo Stato deve dire agli Italiani chi ha ucciso i due carabinieri"
Destinati 16 milioni per la crisi idrica e il sostegno agli agricoltori