venerdì, Marzo 1, 2024

“Tutto quello che volevo”, lettura scenica a Segesta dedicata alle donne in Magistratura

Si ricorderà anche Francesca Morvillo, morta con Giovanni Falcone nella strage di Capaci

Nell’ambito delle iniziative organizzate per la commemorazione della strage di via D’Amelio, ANM sottosezione di Trapani, in collaborazione con la Giunta esecutiva sezionale di Palermo, porterà in scena mercoledì 19 luglio alle 19 lo spettacolo “Tutto quello che volevo – storia di una sentenza”, al Teatro antico di Segesta.

Ha fatto molto scalpore, qualche anno fa, la storia di due ragazzine di 14 e 15 anni, allieve uno dei licei migliori di Roma, che si prostituivano dopo la scuola in un appartamento di viale Parioli. Il caso ha avuto una fortissima eco mediatica anche per via dei clienti che frequentavano le due ragazze; tutti appartenenti alla cosiddetta “Roma-bene”, professionisti affermati e benestanti, di livello culturale medio-alto, insospettabili padri di famiglia. All’esito del processo, gli imputati sono stati condannati a risarcire le giovani vittime, non già attraverso il pagamento di una somma di denaro, bensì attraverso l’acquisto di libri “delle donne e sulle donne che le hanno precedute e che hanno dovuto faticosamente guadagnare la loro libertà di scelta e la loro autonomia intellettuale”.

Attraverso la narrazione di questa straordinaria esperienza giudiziaria, narrata dalla voce dell’attrice Cinzia Spanò, si intende promuovere un momento di riflessione sulla “questione femminile” nella società di oggi, proprio nell’anno in cui si ricorda il sessantesimo anniversario dell’ingresso delle donne in Magistratura (1963). Alla rappresentazione sarà presente anche la giudice che si occupò della vicenda giudiziaria, Paola de Nicola.
Lo spettacolo è gratuito e si paga soltanto la navetta per salire in autobus al teatro al costo di 1 euro.

L’evento è dedicato a tutte le magistrate in Italia e, in particolare, a Francesca Morvillo, morta a Capaci insieme al marito Giovanni Falcone ed agli uomini della loro scorta: Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro.

“Sentiamo – aggiungono da ANM Trapani – di dedicare questa giornata anche al ricordo di Emanuela Loi, agente della Polizia di Stato, che è stata uccisa il 19 luglio 1992 nell’attentato mafioso di via D’Amelio a Palermo insieme ai colleghi Agostino Catalano, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina per proteggere il magistrato Paolo Borsellino”.

Esultanza Trapani. Foto: Joe Pappalardo

Provinciale sotto i riflettori: in serale le partite di Imolese e Siracusa [AUDIO]

L'inizio delle due sfide è previsto per le 20:30, per il ritorno di Coppa Italia cambia anche la data
"Ignazio e Franca Florio, storia di una illusione", ne abbiamo parlato con Cinzia Saura
Il 3 marzo alle ore 10.30 i volontari si ritroveranno in piazzale stenditoio, alla Cala Marina
Petrusa ricopre anche il ruolo di segretario della Filctem Cgil di Trapani
Appuntamento sabato 2 marzo alle ore 18 si terrà una nuova presentazione del libro presso i locali del tempio valdese in via Orlandini 38 di Trapani

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
Aziende locali faranno conoscere i loro prodotti: vino, carne, miele, formaggi, pasta, frutta e verdura
Per pianificare e coordinare le operazioni di disinnesco e brillamento. L'area di contrada Rampinzer, dal momento del rinvenimento dell'ordigno da parte di operai che stavano lavorando per installare un campo fotovoltaico, è costantemente vigilata
Un'occasione per riscoprire il valore della cura delle persone, degli altri e del nostro pianeta
Si tratta di "Villa Favorita" a Marsala e "La Clessidra" a Salemi