Turismo, la Sicilia alla Bit di Milano con uno stand di mille metri quadrati

L’inaugurazione dello stand della Regione è prevista per domenica 12 febbraio alle 11

La Regione Siciliana si presenta alla prossima edizione della Bit 2023 reduce da una stagione che ha registrato importanti risultati in termini di arrivi turistici, nazionali e internazionali. La Sicilia torna, quindi, negli spazi di Fiera Milano City dal 12 al 14 febbraio con uno stand di grande impatto visivo ed emotivo, progettato dal personale interno all’assessorato regionale al Turismo, di ben 1.015 metri quadrati caratterizzato da grandi ledwall e superfici a specchio: un ampio marketplace messo a disposizione dei visitatori per partecipare ad appuntamenti, incontri ed eventi che daranno risalto alle attrattive di un territorio in costante evoluzione, ricco di stimoli, prodotti e meraviglie naturalistiche che da anni ne delineano il successo.

Saranno 64 le postazioni di lavoro a disposizione, occupate da 16 tour operator, 10 agenzie di viaggio, 22 strutture ricettive, 2 aziende di trasporto, 4 Dmo (Islands of Sicily, Madonie Targa Florio, Valle dei Templi – Costa del Mito, West of Sicily) e 4 aeroporti siciliani (Catania e Comiso, Lampedusa, Palermo e Trapani).

«Le strategie di promozione turistica della Regione Siciliana – sottolinea il presidente Renato Schifani – sono in via di definizione ma una cosa è certa: al centro delle azioni ci sarà speciale rilievo per l’immenso patrimonio storico e culturale del territorio. La nostra terra è intrisa da millenni di storia, oggi fonte di ispirazione per le nuove generazioni di creativi, siano essi legati alla moda, al cinema, al teatro, alla letteratura o all’arte contemporanea. È sotto gli occhi di tutti quanto la Sicilia, la sua architettura, i suoi colori, i profumi e i sapori siano alla base dell’estro creativo di artisti internazionali e nazionali. Non è infatti un caso che importanti produzioni cinematografiche e televisive – “The White Lotus”, “The Bad Guy”, “I Leoni di Sicilia”, per citarne alcuni – abbiano trovato proprio nella nostra terra il palcoscenico naturale e la scenografia perfetta per la loro realizzazione».

L’inaugurazione dello stand della Regione è prevista per domenica 12 febbraio alle 11. Il presidente della Regione Renato Schifani e l’assessore al Turismo Elvira Amata saranno impegnati lunedì 13 febbraio alle 12, sempre allo stand della Regione, nella tradizionale conferenza stampa, nel corso della quale verranno ufficialmente illustrati gli ottimi risultati raggiunti nel 2022 nel settore turistico, ma anche i nuovi obiettivi che si pone la Regione, volti a incentivare la destagionalizzazione e motivare l’attenzione da parte di nuovi target, alla ricerca di stimoli alternativi al solo mare.

«La Sicilia, con le sue preziose unicità, unitamente all’infinita ricchezza enogastronomica – evidenzia l’assessore Amata – si pone ormai da tempo tra le mete favorite dei turisti provenienti da ogni parte del mondo. Per questo la Regione sta mettendo in campo ogni sforzo in ogni occasione e la Bit di Milano, che rappresenta una vetrina internazionale di alto profilo, è certamente una di queste per continuare a promuovere presso gli operatori del settore e il vasto pubblico nazionale e internazionale di viaggiatori e appassionati, l’immagine della nostra Isola e l’offerta delle sue enormi e variegate proposte tali da soddisfare ogni esigenza esperienziale ed emozionale del turista viaggiatore».

Nel 2022 grande peso è stato dato alla comunicazione, focalizzata sul consolidamento del brand “Sicilia”, sulla promozione dell’offerta turistica siciliana nel suo complesso, inclusi i grandi eventi direttamente promossi e sul programma incentivazioni “See Sicily”. I contenuti, orientati a dare evidenza delle peculiarità di una terra quale destinazione turistica ideale per ogni segmento di mercato, hanno puntato sullo straordinario patrimonio artistico-culturale, naturalistico e gastronomico, presentati attraverso 6 testimonial autentici non siciliani che hanno eletto la Sicilia a loro patria di adozione.

Ampia, poi, la presenza mediatica della Regione Siciliana sia a livello editoriale che pubblicitario su emittenti televisive Rai, Mediaset e Sky, che ha permesso di raggiungere importanti risultati in termini di brand identity. Lo sottolinea lo studio commissionato dall’università Cattolica di Milano, secondo il quale la Sicilia con il logo “See Sicily” è la prima regione italiana in termini di “ricordo” a seguito proprio delle campagne audiovisive effettuate. Numerose, infine, le attività organizzate allo stand, tra cui un’emozionante e totalizzante immersione nel mondo del Metaverso grazie all’utilizzo di speciali visori che trasporteranno i visitatori in un viaggio virtuale attraverso alcune delle aree più spettacolari.

L’almanacco di oggi mercoledì 24 aprile 2024

In questa rubrica tutto quello che c'è da sapere sulla giornata di oggi
Siciliano, lascia la guida della Questura di Imperia
Il provvedimento riguarda la vendita di alcolici e la diffusione di musica
Residente a Santa Ninfa, si era ferito ieri ed è rimasto tutta la notte all'addiaccio
Si lavora per individuare e definire strategie di prevenzione e contrasto al fenomeno
L'indagine riguarda un intero nucleo familiare, radicato nel quartiere San Giuliano
L'appuntamento per la provincia di Trapani è previsto per il 19 maggio al Museo di Arte Contemporanea di Alcamo
Si tratta di circa tremila lavoratori potranno essere assunti da Enti locali, ASP e Aziende ospedaliere
L'Associazione Nazionale Partigiani Italiani ha espresso la propria indignazione

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
"Superare la precarietà nei contratti di lavoro e di rendere più sicuro il lavoro nel sistema degli appalti"
Il sindaco Forgione: "Dopo decenni di attesa ci avviamo alla conclusione dell'iter"
Il deputato regionale ribatte alle dichiarazioni del segretario provinciale e della presidente dell'Assemblea
Esprime delusione e scoramento per il clima politico nel massimo consesso cittadino