Tre poliziotti del carcere di Favignana soccorrono donna rimasta ferita in un’abitazione

Ad attrarre l'attenzione di uno di loro è stato il marito della donna che era uscito in strada

Provvidenziale intervento, stamattina intorno alle 6.30, a Favignana dove tre poliziotti penitenziari in servizio alla Casa di reclusione dell’isola hanno dato supporto ai sanitari del 118 intervenuti presso un’abitazione privata dove una donna era rimasta ferita in seguito ad una caduta.

Il primo ad accorgersi della situazione è stato l’assistente capo Antonio Ingrassia che aveva appena smontato dal turno notturno. Il poliziotto ha notato in strada il marito della donna che cercava di attirare l’attenzione di qualche passante per ricevere aiuto e si è subito recato nell’abitazione dove ha visto la donna a terra in una pozza di sangue.

A quel punto ha allertato il 118 e, contemporaneamente, altri due colleghi smontanti dal loro turno in carcere, gli assistenti capo Claudio Spampinato e Vincenzo Biagio Arceri che, giunti sul posto, hanno aiutato le operatrici del 118, data la difficoltà dovuta alla stazza fisica della donna, a mettere in barella la signora e a caricarla sull’ambulanza per essere condotta alla Guardia medica dell’isola per i primi soccorsi.

I tre poliziotti penitenziari hanno dato manforte ai sanitari anche nelle successive operazioni per trasportare la donna ferita dall’ambulanza all’interno dell’ambulatorio.