Tre Daspo “Willy”, tre fogli di via, sedici avvisi orali e un Daspo urbano emessi dal questore di Trapani

Nell’ambito dell’attività di prevenzione che rientra tra le prerogative dell'Autorità provinciale di P. S.

Nell’ambito dell’attività di prevenzione che rientra tra le prerogative dell’Autorità provinciale di pubblica sicurezza, il questore di Trapani ha irrogato tre Daspo “Willy” – introdotto dalla normativa in materia di prevenzione di disordini nelle vicinanze di esercizi pubblici e di intrattenimento quali pub, discoteche etc – a carico di altrettanti soggetti, tutti pregiudicati.

Si tratta del 30enne D.A. e del 18enne D.G., entrambi di Marsala, e del 55enne P.L. di Castelvetrano. I primi due sono responsabili, rispettivamente, di tentata estorsione ai danni del titolare di un bar di Strasatti e di un’aggressione nei confronti di una comitiva di giovani mazaresi che si trovavano nel centro storico di Marsala, mentre il terzo è responsabile di tentata estorsione ai danni del gestore di una pizzeria a cui ha chiesto, oltre che denaro, anche una birra, ostentando, tra l’altro, la disponibilità di una pistola poi rivelatasi essere un’arma giocattolo.

A tutti e tre i soggetti è stato vietato, per periodi da uno a due anni, di frequentare le zone dove hanno commesso le loro malefatte. In caso di violazione rischiano da 6 mesi a 2 anni di carcere e una multa tra gli 8 mila e i 20 mila euro.

I tre fogli di via obbligatori sono stati emessi dal questore a carico del 32dmmd M.Y., di origine marocchina, che, in stato di ubriachezza, aveva litigato con un suo connazionale vicino ad un ristorante di Marsala, e di altri due soggetti – il 52enne E.A.C. e il 24enne R.G. – che, anch’essi sotto l’influenza dell’alcol, erano saliti su un treno in partenza da Trapani, sprovvisti di biglietto e delle mascherine previste dalla vigente normativa anti Covid, rifiutandosi di scendere all’invito rivolto loro dal personale delle Ferrovie dello Stato.

I 16 avvisi orali sono stati disposti nei confronti di altrettanti soggetti ritenuti socialmente pericolosi sulla base delle condotte delinquenziali tenute. Il Daspo urbano è stato emesso nei confronti del 57enne marsalese V.A.S., pregiudicato, sorpreso in più occasioni a svolgere l’attività di parcheggiatore abusivo nella località balneare di San Teodoro, zona compresa nel regolamento comunale di Marsala fra quelle meritevoli di particolare tutela e decoro.