Trasferita in una Comunità Terapeutica Assistita la migrante che viveva in strada a Trapani

Dopo circa un mese di ricovero in ospedale

Si trova da ieri in una Comunità Terapeutica Assistita, nel territorio provinciale di Trapani, la ventisettenne Marta, la migrante della cui difficile situazione ci siamo occupati dallo scorso mese di gennaio.

La donna, di origine nigeriana, era stata ricoverata, da ultimo, lo scorso 10 aprile presso il Servizio di Salute Mentale all’ospedale “Sant’Antonio Abate” di Trapani, con il consenso del tutore legale, nel frattempo nominato dal Tribunale dopo la dichiarazione di interdizione, dopo essere stata trovata a camminare lungo i binari della ferrovia.

Dopo aver stazionato per circa tre mesi sotto il porticato di un palazzo di via Osorio, Martha era stata indotta ad allontanarsi dopo che i proprietari avevano fatto collocare una rete per impedire l’accesso all’area coperta. La donna aveva trovato una nuova sistemazione sulla spiaggia di fronte piazza Vittorio Emanuele dove cittadini di buon cuore – che, fortunatamente, non sono mancati in questa storia di “difficoltà” delle Istituzioni a dare tempestiva risposta ad un evidente disagio – oltre a portarle cibo e vestiario, le avevano installato una piccola tenda da campeggio per ripararsi dal freddo e dal salmastro. Poi il ricovero con un primo periodo in TSO, disposto, per competenza, dalla sindaca di Erice, e successivamente proseguito su base “volontaria”, cioè con l’avallo del tutore, nell’attesa di individuare una idonea struttura di cura e riabilitazione.

Oggi la nostra speranza è sempre la stessa di quando abbiamo incontrato Martha in una gelida e piovosa sera d’inverno: che questa giovane donna possa trovare, oltre che una qualità di vita migliore di quella che conduceva, anche la lucidità necessaria a tornare padrona della sua vita e capace di compiere scelte buone per sé. Che anche per lei possa sbocciare la primavera.
Intanto, grazie a Giusi e alla sua bambina, a Salvatore, Maria Pia, Maurizio, Antonella, Francesco, Giampiero, Fabio e tanti altri che – ciascuno per come ha potuto – non si sono girati dall’altra parte.

Alberto Anguzza, dagli Ottoni Animati ai cartoni animati è un attimo [AUDIO]

Un'altra divertente intervista al talentuoso "trumpet player" trapanese, che ha fatto breccia anche nel mondo dei Griffin
L'organismo ha lo scopo di effettuare un monitoraggio congiunto e una valutazione complessiva degli interventi
L'inizio della sua collaborazione con la squadra di calcio cittadina risale al 1975
Il sindaco Forgione: "Bloccate risorse per importanti opere"
Un'altra divertente intervista al talentuoso "trumpet player" trapanese, che ha fatto breccia anche nel mondo dei Griffin
Si spazierà tra proposte differenti che vadano incontro a pubblici diversi, tra teatro, musica e danza
Fondato nel 1991, per iniziativa di Antonio Sottile, ha preso parte a centinaia di concerti e manifestazioni artistiche in Italia e in Europa
Il teatro si colorerà di un immersivo fuoco "buono" che assale le colonne, si inerpica e tinge il tempio di rosso. Le repliche si terranno il 16, 17 e 18 luglio
Inaugurazione il 21 luglio, alle ore 19:00, con il concerto "Capo Verde in Musica Jerusa Barros 4th” presso il teatro a mare “Pellegrino 1880”
Dal 17 al 19 luglio in corrispondenza di un passaggio a livello

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Accusato di concorso esterno in associazione mafiosa, era stato assolto dalla Cassazione nel 2023