Allagamento Trapani: per drenare l’acqua si abbattono i muretti sul lungomare [AUDIO]

Giacomo Tranchida: "Tranne per questioni di emergenza, non uscite di casa"

Completamente allagata. La città di Trapani si è svegliata in uno scenario da un incubo che ancora perdura. La redazione di Trapanisi.it ha intervistato il sindaco di Trapani. Clicca PLAY per ascoltare:

“La pioggia venuta giù è il doppio dell’alluvione dello scorso anno – afferma Giacomo Tranchida, sindaco di Trapani – , siamo a quasi 80 millilitri: una cosa paurosa. Il sistema di pompaggio funziona ma va a rilento. È così tanta la pioggia e l’acqua che tutta la zona del lago Cepeo è allagata, così come le altre aree sotto il livello del marchio della città. Sono attive le pompe dell’area del Cimitero comunale, quelle di via Tunisi e, nonostante i gravi problemi sorti nei giorni scorsi, funzionano anche quelle di via Marsala. Il quantitativo d’acqua da smaltire è enorme e si prevede un’altra bomba d’acqua attorno le 11. Invitiamo i cittadini a stare a casa, non uscite con le automobili. In alcune zone abbiamo dovuto bloccare la viabilità perché si creano le onde e l’acqua arriva nelle case e nei negozi. Tranne per questioni di emergenza, non uscite di casa”.

“Per accelerare il deflusso dell’acqua dalle strade – dice il sindaco – stiamo rompendo alcuni muretti sul lungomare Dante Alighieri”. Questo permetterebbe di liberare dall’acqua tutta la via e quelle limitrofe.
Al momento non risultano danni a persone ed è presto per fare la conta dei danni alle cose. “Siamo in una situazione di emergenza e di calamità naturale – aggiunge il primo cittadino di Trapani – e chiederemo l’attivazione di tutti i mezzi possibili da parte della Protezione Civile”.

Il brindisi con gli Shark a Palazzo D'Alì 240611

Mentre Shark brinda l’assessore risponde alla Lega Nazionale Pallacanestro [VIDEO]

Adesso si cambia regime, si passa al professionismo un'era nuova che davvero non vediamo l'ora di vivere"
È indiziato di appartenere a Cosa nostra e in affari anche con la famiglia mafiosa di Castelvetrano
Il martedì dalle 10 alle 12 e il giovedì dalle 15 alle 17
Sul posto Vigili del fuoco, Protezione civile comunale e Forestale
L'Assessorato dei Beni culturali della Regione Siciliana cofinanzia la produzione
"Decisioni su progetti di grande impatto ambientale devono essere prese con il coinvolgimento delle comunità locali"
Questa domenica va in scena la compagnia "Piccolo Teatro" di Alcamo con "Tintu... cu è ca ci ncagghia"
Grazie ai volontari, fino a settembre, dalle 18.30 alle 23.30
Incrementerà la portata d’acqua a disposizione della città di 15 litri al secondo
Le selezioni si svolgeranno martedì 18 giugno, dalle 15 alle 18.30

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Fu ucciso a Palermo in un agguato mafioso con il capitano D'Aleo e l’appuntato Bommarito
La storia del fisico italiano, inventore e padre delle comunicazioni, tra prosa teatrale, canti, musica e coreografie
Iniziativa di Renantis Sicilia in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria
Appello intervenga presso il governo nazionale e la cabina di regia del Ministero della Coesione