Trapani, residenti segnalano inquinamento idrico al centro storico

Il Comitato centro storico: “Il Comune faccia chiarezza al più presto e risolva la questione”

Acqua corrente inquinata nel centro storico di Trapani. Da circa dieci giorni, numerosi residenti, inclusi i cittadini che abitano in viale Regina Elena e che attingono acqua dalla via Cassaretto, stanno segnalando la presenza di un odore sgradevole proveniente dai rubinetti durante l’utilizzo quotidiano dell’acqua.

“Alcuni giorni fa, le autorità comunali hanno effettuato rilievi scoprendo un inquinamento fognario di grave entità ma la notizia – si legge in una nota diffusa dal Comitato Centro Storico di Trapani – non è stata ancora ufficializzata né è stata chiarita la causa dell’inquinamento”.

“La situazione è critica e richiede interventi tempestivi da parte delle autorità competenti. I residenti hanno il diritto di sapere cosa sta accadendo e devono essere messi nelle condizioni di poter tutelare la propria salute. Ma finora il Comune tace. Chiediamo risposte tempestive”, afferma Alberto Catania, presidente del Comitato.

I cittadini hanno riportato, nei giorni scorsi, problemi di salute come mal di pancia e diarrea e hanno disattivato i motori idrici per precauzione.
Sulla stessa linea idrica – a quanto risulta al Comitato – a pochi metri, si approvvigionano due ristoranti.

Alcuni residenti, a proprie spese, stanno ora affrontando la pulizia delle cisterne e l’approvvigionamento tramite autobotti private dato che quelle comunali sarebbero fuori uso.
Il Comitato Centro storico sottolinea che quello segnalato sarebbe “solo l’ultimo episodio in ordine di tempo di questi mesi. Altre abitazioni erano già state interessate negli scorsi mesi in via Generale Domenico Giglio e via Tintori”.

Il Comitato Centro Storico di Trapani denuncia “un’assoluta mancanza di trasparenza da parte dell’amministrazione comunale e chiede chiarezza su quanto tempo sarà necessario per risolvere la situazione, considerando che nell’ultimo episodio di via Tintori sono stati necessari due mesi”.

“Chiediamo all’amministrazione comunale di affrontare con serietà questa emergenza, di informare tempestivamente i cittadini sulle azioni intraprese, di fornire una soluzione definitiva al problema dell’inquinamento idrico e predisporre un risarcimento per le spese affrontate e il disagio arrecato ai cittadini”, conclude Catania.

A Nino Barone il Premio letterario nazionale “Maria Fuxa – Città di Alia” [AUDIO]

Nel podcast dell'intervista potrete ascoltare anche "mi chiamanu pueta"
La Regione consegnerà attestati di merito agli Enti locali virtuosi
Sono due i progetti, uno da 5,5 milioni di euro e l'altro da 8,5 milioni, già presentati dall'Amministrazione comunale nel 2023
La città è nella rosa delle dieci selezionate per celebrare le eccellenze creative nazionali
Tre avvisi da 1,3 milioni per promozione di imprese, associazioni ed Enti locali
Hanno insegnato agli studenti la preparazione di piatti etnici
Incontro domani al Cine Teatro Rivoli con operatori della Seus
Si aggiungono alla serie tematica sul Patrimonio artistico e culturale italiano
Nominati vice rappresentante e referenti per i settori Formazione, Progetti e Giovani

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
Il nuovo Museo intitolato a John Woodhouse presentato dal sindaco Grillo
Si va verso il Sold Out per il prossimo 24 aprile, ultimissimi biglietti solo in galleria
Lo spettacolo è inscritto nel cartellone della XVI Rassegna teatrale “Lo Stagnone – scene di uno spettacolo”, organizzata dalla Compagnia teatrale “Sipario”