giovedì, Febbraio 22, 2024

Trapani – Livorno: quei 13 minuti in cui è successo di tutto

Trapani – Livorno : quei 13 minuti in cui è successo di tutto

Una partita nella partita. Un esito costantemente bloccato sul pari, poi cambiato, ripreso e stravolto in favore dei granata trapanesi nel giro degli ultimi 13 minuti di gioco : i 7 regolamentari ed i quasi 6 di recupero.

Una vittoria, quella del Trapani, che poco ha di tattico e molto invece di cuore, determinazione, fame agonistica e,perché no, disperazione assoluta, quella che ti fa tentare coscientemente il tutto per tutto, anche se non hai più sufficienti energie mentali e forza fisica a disposizione, anche se temi di non riacciuffarlo più il risultato .

I granata ne avevano uno solo a disposizione, tale da farli ancora sperare nella salvezza:
la vittoria.
Gli ospiti invece gli hanno prima congelato lo 0-0, con un contegno tattico più che prudente, direi oltremodo difensivista, votato esclusivamente ad impedire ai padroni di casa di svolgere il loro consueto gioco. Ci sono riusciti per tutta la gara, tranne che in quei 13 minuti finali, in cui però si erano addirittura portati in vantaggio al minuto 83’ con il brasiliano Mourillo Mendes, autore di un drop dalla lunga distanza, che ha scavalcato Carnesecchi, leggermente fuori dai pali.

Da lì, da questo incredibile, inopinato vantaggio labronico (gli uomini allenati da Filippini erano al secondo tiro in porta dell’intero incontro), è cominciata un’altra gara .
Il Trapani, anziché disunirsi, pur avendo accusato il colpo, si è rimesso a giocare con pazienza e determinazione intatte.
Non ha perso la calma nè la lucidità ed ha ricominciato a tessere la sua tela, ossia la sua manovra.

E qui bisogna ricostruire lo scenario tattico dell’intera gara, perché dal suo stravolgimento, lato granata, è scaturita la rimonta degli uomini di Castori.
Per tutta la gara, fino al 64’, avevano assistito ad un unico leit motiv :
I granata attaccavano con il loro consueto 3-5-2, difendendosi a zona 5-3-2; mentre il Livorno contrapponeva agli attacchi granata una arcigna e densa difesa a zona 5-3-1-1, che alle volte diventava una sorta di muro umano 5-5-0, all’interno di un sistema di gioco 3-4-3, che di offensivo però aveva veramente molto poco, giacché lasciava solamente ai tre attaccanti lo svolgimento delle trame offensive, praticamente ridotte a qualche sporadico tentativo di ripartenza.

I labronici in realtà erano più impegnati a difendersi, rompendo sul nascere ogni nostra manovra offensiva.
Esercitavano un pressing efficace sul portatore di palla, chiudevano tutti gli spazi e ricorrevano spesso al fallo tattico.
In pratica ci costringevano a giocare a ritmi bassi, inefficaci per le caratteristiche del nostro gioco e difatti, non riuscendo a liberare mai un uomo in posizione utile di sparo in area avversaria, ci costringevano all’esclusivo ricorso al tiro da fuori, che però non dava frutti .
Lo 0-0 era la logica conseguenza di una partita brutta e bloccata.

Giocavamo male ma non per sola colpa nostra, in gran parte per l’atteggiamento oltremodo ostruzionistico dell’avversario.
Castori capisce che così non se ne esce ed al 64’, come dicevo, cambia le mezzeali ed il modulo : dentro Dal Monte ed Odjer per Colpani e Coulibaly e passaggio al 4-4-2 : Kupisz avanza stabilmente a centrocampo sulla fascia destra, su quella opposta si posiziona Dal Monte ed in mezzo rimangono Taugourdeau ed Odjer .
In difesa i 4 sono :Pirrello, Scognamillo, Buongiorno e Grillo.
In attacco Pettinari ed Evacuo.
Ma non succede nulla. Il Livorno rimane chiuso e guardingo ed, anzi, si porta inaspettatamente sull’1-0.

Due minuti dopo, all’85’, Castori fa una mossa estrema e mai vista finora :
Toglie Taugourdeau per Luperini e Grillo per Scaglia e si schiera in campo con un inedito quanto audace 3-1-4-2, in cui Odjer fa da frangiflutti davanti ai tre della difesa ( Pirrello, Scognamillo e Buongiorno), diventandone all’occorrenza il 4. Mentre una batteria di assaltatori ( da destra a sinistra : Kupisz,Scaglia, Luperini e Dal Monte) assiste le due punte Pettinari ed Evacuo.

Questa volta qualcosa succede :
al minuto 88 ed a quello 91, troviamo i due goal, che ci regalano la vittoria in rimonta, frutto del piede nobile di Gigi Scaglia, un giocatore fin troppo sottovalutato qui a Trapani, più che del sistema tattico spregiudicato adottato in quel frangente.
Punizione al bacio dalla sinistra, corretta di testa in rete da Pettinari (che da ieri sera con i suoi 17 goal affianca Iemmello in testa alla classifica dei marcatori della serie B ) ed assist di interno collo sinistro ad effetto per Dal Monte, posizionato largo a sinistra in area di rigore sul secondo palo, con tiro al volo in diagonale verso il palo lungo e rete che sarebbe venuto giù lo stadio, se fosse stato pieno.
Rimangono da giocare altri 4 minuti di recupero, che poi diventeranno quasi 5.

Castori capisce che non è il caso di rischiare oltre misura e arretra uno stanco Kupisz nella posizione di terzino destro, ricomponendo la difesa a 4 per un complessivo sistema di gioco 4-1-3-2, anch’esso inedito, col quale gestiamo gli ultimi palpitanti spiccioli di gara.

Vittoria d’altri tempi potremmo dire.
Meritata sotto ogni punto di vista.
Tre gare giocate a mille all’ora si erano fatte sentire nelle gambe dei calciatori granata ed anche per questo ieri sera non abbiamo brillato, anzi, giocando costantemente sotto ritmo.
Ma noi avevamo più fame del Livorno, o forse più disperazione.
Alla fine il campo lo ha testimoniato.
Ed ora andiamo a Verona.
Venerdì al Bentegodi ci aspetta un’altra battaglia . Ormai lo sappiamo, fa poca differenza . Noi giochiamo solo e sempre per un solo risultato.

I commenti a questo articolo sul mio profilo FACEBOOKI commenti a questo articolo sul mio profilo FACEBOOK

‘a Scurata d’Inverno a Marsala: in scena “La Grande Famille” [AUDIO]

Giacomo Frazzitta ci presenta la piece teatrale ispirata alla storia della famiglia Pellegrino, in scena al Teatro Sollima Sabato 24 e Domenica 25 febbraio 2024

Trapani, buona la seconda

Quattro gol contro il Fulgatore. L'analisi di Francesco Rinaudo
I provvedimenti si riferiscono a fatti accaduti in occasione delle partite casalinghe contro Acireale e Canicattì
È stato trovato in possesso di circa 160 grammi di hashish
Bisogna essere in regola con il pagamento delle bollette idriche
L'animale, dotato di microchip, è stato restituito al proprietario

Lucca Comics & Games: un luogo per il dialogo e le differenze

314.220 biglietti venduti, più di 700 espositori, centinaia di ospiti da tutto il mondo

L’esperta risponde: tutti i dubbi su gas e luce [Parte 5]

In settimana i lettori di Trapanisi.it hanno inviato alla nostra esperta alcune domande
Le apparecchiature sono state ripristinate e il servizio è nuovamente funzionante
I tagliandi possono essere acquistati online o al botteghino dello stadio Romeo Galli
Non si hanno sue notizie da ieri
Raccolte 2.545 sacche grazie a 1.861 associati
Iniziativa del Comune in collaborazione con l'Azienda Sanitaria Provinciale di Trapani
Appello per la “Giornata nazionale di mobilitazione nelle città italiane per il cessate il fuoco in Palestina e in Ucraina”

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

“Dottore, ho l’ansia sociale? Perché non riesco a parlare in pubblico o a dire...

Torna il blog Tienilo inMente del dottor Giuseppe Scuderi, psicologo clinico e digitale

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
"L'aumento nella fornitura idrica a Sicilacque non è sufficiente, specialmente con la condotta di Bresciana chiusa per riparazioni"
Lo spettacolo di giovedì sarà ricco di battute, sketch e riflessioni
L'autismo raccontato attraverso l'arte
All'evento ha partecipato anche la docente referente del liceo dell’Accademia Nazionale di Danza di Roma, Monica Fulloni
L'assessore regionale Sammartino: «Presto il bando per i danni da peronospora»

Torna la musica dance nelle classifiche: il fenomeno Kungs

Un nuovo post su Freedom, il blog di DJ Vince

Breve guida al Green Pass sui luoghi di lavoro dopo la fine dello stato...

Termina lo stato di emergenza, quali cambiamenti sono previsti? Torna "Il lavoro, spiegato bene", il blog del consulente del lavoro ed euro-progettista Sergio Villabuona

Mangiar sano

Torna "Punto Salute News", il blog del dottor Andrea Re