Trapani, le celebrazioni della Settimana Santa

Con la Domenica delle Palme comincia la settimana più importante per la Cristianità

Da domani, Domenica delle Palme, la Chiesa celebra la settimana più importante e più feconda di riti e di simboli per l’intera Cristianità. Nei giorni del triduo pasquale (da giovedì alla domenica di pasqua) si fa memoria degli eventi che rappresentano il cuore della fede e della speranza cristiana: la passione, la morte e la resurrezione del Cristo e la sua vittoria sul male e sulla morte, il suo comandamento nuovo: quello dell’amore e della fraternità universale, l’istituzione dell’Eucarestia,

Di seguito il calendario delle celebrazioni diffuso dalla Diocesi di Trapani.
Domani alle 10.30, nella chiesa Maria Santissima del Soccorso “Badia Nuova”, la benedizione delle palme e l’inizio della processione verso la Cattedrale “San Lorenzo” con questo itinerario: via Garibaldi, via Torrearsa, corso Vittorio Emanuele, Cattedrale. Qui, alle ore 11, la solenne messa pontificale presieduta dal vescovo Pietro Maria Fragnelli.

Lunedì Santo, 25 marzo, alle 19 nella Cattedrale “San Lorenzo” la messa del “crisma”. Poiché si fa memoria dell’istituzione del sacerdozio, i presbiteri presenti alla celebrazione presieduta dal vescovo – unica per tutta la Diocesi – rinnovano pubblicamente le loro promesse di fedeltà a Cristo e alla Chiesa. Nel corso di questa intensa celebrazione ricca di segni, vengono benedetti l’olio dei catecumeni – utilizzato per l’unzione dei bambini e degli adulti che richiedono il battesimo – l’olio degli infermi con il quale si ungeranno gli ammalati.

Quest’anno per la preparazione dell’olio del crisma sarà usato l’olio che ogni anno viene donato dal ceto degli “Ortolani” del gruppo “Gesù nell’orto degli ulivi” della processione dei misteri e una bottiglia delle olive coltivate nel “Giardino della memoria” a Capaci vicino il luogo della strage, dono del questore di Trapani Salvo La Rosa. Un olio che nasce quindi da ulivi piantumati su quella terra irrorata dal sangue dei martiri della giustizia e che rappresenta la rinascita, un forte segno pasquale di resurrezione per la nostra terra e per gli uomini e le donne che con esso saranno segnati.

Gli olii consacrati dal vescovo saranno poi consegnati a tutti i parroci. Alla celebrazione del crisma saranno presenti anche tutti i cresimandi di Castellammare del Golfo (circa un centinaio) che giungeranno a Trapani in pullman accompagnati dai catechisti e dai tre parroci per partecipare alla consacrazione dell’olio con il quale saranno unti quando riceveranno nei prossimi mesi il sacramento della Santa Cresima.

Giovedì Santo, 28 marzo, alle 19 nella Cattedrale “San Lorenzo”, la messa “in coena Domini”. La liturgia propone il rito della lavanda dei piedi e l’adorazione prolungata dell’Eucaristia che, a conclusione della celebrazione, sarà custodita nell’altare della deposizione appositamente preparato. Durante il canto del Gloria suoneranno per l’ultima volta fino alla notte di Pasqua, le campane di tutte le chiese. Gli “altari” per la preghiera e l’adorazione vengono realizzati solo nelle parrocchie dove c’è una comunità che si riunisce in preghiera e dunque non nelle rettorie o nelle altre chiese.

Venerdì Santo, 29 marzo, Passione del Signore, giorno di astinenza e digiuno. L’azione liturgica si svolge nel primo pomeriggio richiamando le ultime ore di vita di Cristo. Il Rito della “discesa della Croce”, presieduto dal vescovo, si svolgerà, come è tradizione a Trapani, nella chiesa di Santa Maria del Gesù alle ore 12. Subito dopo, in processione, il vescovo raggiungerà piazza Purgatorio per dare il via alla processione dei “Misteri” del venerdì santo (ore 14).

Sabato Santo, 30 marzo, il “giorno del grande silenzio”. La comunità parrocchiale della Cattedrale, insieme al vescovo, accompagna il simulacro dell’Addolorata al passaggio da corso Vittorio Emanuele per la conclusione della processione dei Misteri del Venerdì Santo santo con la preghiera finale del vescovo in piazzetta Purgatorio.

Alle ore 22.30, nella Cattedrale “San Lorenzo”, la veglia pasquale presieduta dal vescovo. La liturgia prevede il Lucernale, con la benedizione del Fuoco Nuovo, l’accensione del Cero pasquale che rimarrà acceso per 50 giorni, l’accensione delle candele dei fedeli e di tutta la chiesa, il canto dell’Exsultet, l’antico inno attribuito a sant’Ambrogio e che proclama la felix culpa di Adamo e inneggia a Cristo, centro del cosmo e della storia, che, con la sua luce serena, sconfigge le tenebre della mondo; la liturgia della parola che ripercorre la storia della salvezza dalla Creazione alla risurrezione del Cristo; la liturgia battesimale (sin dai primi secoli la chiesa celebra la notte di pasqua il sacramento del battesimo) e la liturgia eucaristica.

Domenica di Pasqua, 31 marzo, Resurrezione del Signore, Alle ore 9.30, dalla chiesa del Purgatorio muoverà la processione del Cristo Risorto fino alla Cattedrale dove, alle ore 11, il vescovo presiederà il solenne Pontificale di Pasqua.

La Diocesi informa anche che, grazie al servizio di alcuni volontari, sarà possibile anche per le persone sorde partecipare attivamente alle celebrazioni della Settimana Santa. In particolare, a Trapani presso la parrocchia Santissimo Salvatore (quartiere Fontanelle) la presenza di un’interprete LIS favorirà l’inclusione nelle celebrazioni di domani: alle ore 10 per  la benedizione delle palme nella villetta comunale di viale Umbria, e alle 11 per la celebrazione eucaristica; il Giovedì Santo, alle ore 20.30, in occasione della messa “in coena domini”;  il Venerdì Santo, alle ore 19, per l’adorazione della croce; il Sabato Santo alle ore 22.30 per la veglia pasquale e la Domenica di Pasqua, alle ore 10.30, per la messa.

 Ad Alcamo presso la parrocchia Gesù Cristo Redentore, sarà presente l’interprete LIS IL Giovedì Santo per la celebrazione delle ore 19; il Sabato Santo per la veglia pasquale delle ore 23, la Domenica di Pasqua per la messa delle ore 18.

 

 

L’almanacco di oggi mercoledì 24 aprile 2024

In questa rubrica tutto quello che c'è da sapere sulla giornata di oggi
Siciliano, lascia la guida della Questura di Imperia
Il provvedimento riguarda la vendita di alcolici e la diffusione di musica
Residente a Santa Ninfa, si era ferito ieri ed è rimasto tutta la notte all'addiaccio
Si lavora per individuare e definire strategie di prevenzione e contrasto al fenomeno
L'indagine riguarda un intero nucleo familiare, radicato nel quartiere San Giuliano
L'appuntamento per la provincia di Trapani è previsto per il 19 maggio al Museo di Arte Contemporanea di Alcamo
Si tratta di circa tremila lavoratori potranno essere assunti da Enti locali, ASP e Aziende ospedaliere
L'Associazione Nazionale Partigiani Italiani ha espresso la propria indignazione

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
"Superare la precarietà nei contratti di lavoro e di rendere più sicuro il lavoro nel sistema degli appalti"
Il sindaco Forgione: "Dopo decenni di attesa ci avviamo alla conclusione dell'iter"
Il deputato regionale ribatte alle dichiarazioni del segretario provinciale e della presidente dell'Assemblea
Esprime delusione e scoramento per il clima politico nel massimo consesso cittadino