Trapani, il Ds Mussi: “Dobbiamo vincere e fare record”

"Il Trapani ti fa sentire in Serie A. Sono soddisfatto del lavoro svolto", ha evidenziato il direttore sportivo

Il Trapani ha dimostrato in campo di essere una delle favorite per la promozione in Serie C e parte del merito va anche al Ds Andrea Mussi, oggi presente in conferenza stampa: “La scelta di Crimi è arrivata sulla base di verità non scritte ma reali: i campionati si vincono con le difese, gli stadi si riempiono con gli attaccanti, ma le partite singole si vincono con il centrocampo. In lui abbiamo individuato caratteristiche diverse per poter dominare nella mediana“.

“Abbiamo cercato giocatori vincenti e giovani di prospettive importanti – ha aggiunto Mussi -. Da qui è nata la continua ricerca di uomini con caratteristiche adatte, abbiamo scremato tanto un’ampia scelta di calciatori. Siamo rimasti dentro il budget eccetto Crimi, che è stato un regalo. Sono molto soddisfatto, i numeri mi danno carica per lavorare con ancora più determinazione e ricerca del particolare se si dovesse alzare il livello di questa squadra”.

“Il confronto con gli avversari? Ogni campionato ha due o tre protagoniste, ma qui non vedo nessuno al nostro livello. Ci sono sicuramente delle buone squadre come il Siracusa, il Lamezia e la Vibonese, ma non possiamo aver paura di nessuno. Dobbiamo vincere e fare dei record“, ha affermato il Ds dei granata.

“Il colpo migliore? Sarebbe facile rispondere Andrea Cocco, ma mi focalizzerei sugli under, fondamentali in questa stagione. Saranno questi i veri colpi di mercato, in Serie D non si vedono facilmente acquisti del genere”.

“Trequartista? È un ruolo che va interpretato perché ce ne sono diversi tipi – ha sottolineato il dirigente -. Ad oggi siamo soddisfatti di chi sta interpretando il ruolo con moduli diversi. Prendere giocatori a caso non ha senso, è necessario alzare il livello. Questo vale per qualsiasi reparto”.

“Nessuno ha un biennale, il motivo è perché quando è stata costruita la squadra si è pensato solo a vincere. Tutti si devono guadagnare la riconferma. Ci sono già cinque o sei persone che stanno girando per farmi vedere e farmi capire come lavorano nella selezione di giovani talenti – ha aggiunto -. Un conto è selezionare giocatori importanti per vincere e giocatori importanti per fare cassa. L’obiettivo è stabilire un team che da gennaio collaborerà stabilmente con noi”.

“Il nostro mercato è attualmente chiuso. Il caso Tandiang? Gestione un po’ troppo leggera, il ragazzo era minorenne e sembra che oggi l’Hoffenheim non lo voglia più cedere. Aspetteremo il 15 ottobre per capire se cambierà qualcosa”.

Mussi si è poi soffermato sulle reti da calcio da fermo: “Il 60-70% dei gol viene effettuato così al giorno d’oggi. In sei partite abbiamo preso un gol, credo che sia un buon inizio per la nostra difesa. Ci sono ragazzi che ancora devono giocare, sono tranquillo da questo punto di vista”.

“I record? Maggior numero di vittorie o di gol fatti, se dovessimo mantenere una media importante potremmo restare nella storia – ha risposto il direttore sportivo -. Il Ds è un po’ dietro le quinte, ma vede la squadra come un proprio figlio. Trapani ti fa sentire in Serie A in qualsiasi categoria, questo è gratificante perché sono impegnato tutto il giorno e anche un saluto è come una pacca sulla spalla”.

Cocco non sarà della partita domenica, ma non escludo recuperi in tempi brevi grazie allo staff medico perché lavorano duramente anche loro e questo mi permette di dormire sereno quando ho un infortunio. Anche Bolcano procede molto bene”, ha aggiunto, infine, il Ds Andrea Mussi.

Il verde pubblico a Trapani non è coltura ma… Cultura [REPORTAGE]

Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine
Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine
Accompagnerà i presenti in un viaggio culinario tra le ricette tradizionali della sua terra e le sue creazioni quotidiane
La storica dell'Arte Lina Novara nominata direttrice del Museo Diocesano

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
In via Emanuela Loi e al Museo intitolato a Paolo Borsellino
Completato il revamping di due pozzi a Castelvetrano, in dirittura di arrivo quello dei pozzi di Trapani e Calatafimi