Trapani e i suoi “I Misteri”, il nuovo libro Beppino Tartaro [AUDIO]

Un libro da consultare e conservare nella biblioteca privata di ogni trapanese con i Misteri nel cuore

In questa diretta radiofonica, da Verona, città in cui da anni vive e lavorava (ormai è in pensione), l’amico e collega Beppino Tartaro ci parla della sua pubblicazione intitolata “I MISTERI – La Processione di Trapani”. Per ascoltare schiaccia PLAY:

In queste righe l’autore ci propone la sinossi del suo libro:
E’ in vendita, esclusivamente sulla piattaforma Amazon , il libro “I MISTERI – LA PROCESSIONE DI TRAPANI” di Beppino Tartaro.
Beppino Tartaro, dopo aver realizzato nel lontano 1999 il sito web www.processionemisteritp.it dedicato alla processione dei Misteri ed ai riti della Settimana Santa nel trapanese, ha sritto e pubblicato questo libro che rappresenta, in un certo senso, la trasposizione cartacea delle pagine web.
Il volume è edito in due versioni: la prima con copertina rossa contenente le foto in bianco e nero; la seconda con copertina azzurra con le foto a colori.
Il libro si compone di varie sezioni dedicate a più aspetti dei Misteri. Dalla parte inziale dove si approfondisce la conoscenza delle origini della processione trapanese ed il suo divenire nel corso dei quattro secoli di storia, si passa alla scoperta del vasto movimento confraternale trapanese malgrado solo tre confraternite si occupassero specificatamente dei riti della Settimana Santa ( Confraternita di Santa Maria del Monserrato per la scomparsa processione delle “Marie” nel Giovedì Santo), la confraternita di Sant’Annella ( Madre Pietà del Popolo) e la Confraternita di San Michele che nella sua complessa storia fu comun que l’istitutrice della processione dei Misteri a Trapani.
Vengono successivamente analizzati i ruoli che sia nella società che nella stessa processione ebbero le allora fiorenti Maestranze (oggi correttamente definite ceti o attività economiche) , alla comparsa dei massari e delle bande musicali mentre altre pagine sono dedicate alle varie componenti non certamente secondarie dei Misteri come gli addobbi floreali e le illuminazioni e alle “Scinnute”.
La sezione centrale del libro è ovviamente dedicata ai Sacri gruppi. Per ciascuno di esso ( 18 gruppi più i due ultimi simulacri) è indicata una parte storico-descrittiva basata sui testi che i principali studiosi trapanesi nel corso degli anni hanno approfondito; una breve descrizione dei preziosi manufatti argentei presenti su tutti i gruppi e che costituiscono una sorta di museo itinerante del prezioso ruolo che ebbe nei secoli passati l’arte degli argentieri trapanesi, nonché inedite e simpatiche curiosità e aneddoti legati ai gruppi e ai ceti :piccole storie di vita trapanese. Tutte le foto dei gruppi così come delle due Madonne, in entrambe le versioni del libro, sono state scattate da Beppino Tartaro ma sono presenti anche foto d’epoca , soprattutto quelle del grande fotografo Saro Bonventre e facenti parte della Collezione Tonino Perrera.
Sempre restando sul tema dei Misteri nel libro vengono riportati tutti gli itinerari dal 1938 ad oggi con un salto all0ndietro al percorso del 1911, considerando quelli cosiddetti ufficiali dato che non di rado furono apportate modifiche ai percorsi previsti.
Sono poi riportate le trascrizioni alle interviste che nel 2005 Beppino Tartari realizzò a tre grandi storici dei Misteri , purtroppo oggi non più con noi: Salvatore Costanza, Mario Serraino, Totò Buscaino e quella piena di ricordi e di emozioni o zu Totò, Antonio Tartaro, il padre di Beppino, già console di due gruppi e componente della Confraternita di San Michele.
Si approfondiscono poi i riti della Settimana Santa nel trapanese con un sguardo al passato a quelle celebrazioni, suggestive come il “Rito delle Tenebre” o sontuosa come quella del Celio il lunedì di Pasqua che avevano luogo a Trapani e che vennero abolite
La parte finale è dedicata agli approfondimenti. Si va dalla scoperta di una “processione con Misteri “ che venne organizzata nel centro storico di Milano nel 1587 per volontà del vescovo Bescapè, discepolo di San Carlo Borromeo alle notizie sui Misteri tratte da varie pubblicazioni dell’ Ottocento, si racconta del famoso mistere dell’ Ultima Cena, mai realizzato ma da sempre nella fantasia e nei racconti popolari dei trapanesi; dal centurione romano che in groppa ad un vecchio cavallo annunciava la processione con squilli di tromba; dalla processione del periodo precedente alla Seconda guerra mondiale al desiderio di ricostruire quei gruppi danneggiati o distrutti dai bombardamenti del 1943 alla vasta campagna di stampa sui Misteri che nei tanti settimanali trapanesi del Dopoguerra dedicò parecchie pagine al rilancio della processione in un difficile contesto economico e sociale; alle polemiche sulla ricostruzione di alcuni gruppi come nel caso del “mistere rifiutato” e cioè la “Sollevazione del 1951” al prezioso ruolo che per decenni ebbe l’Ente del Turismo nell’organizzazione della processione sino al costituirsi dell’ Unione Maestranze nel 1974 ; dal ricordo artistico dell’antica chiesa di San Michele sino agli anni più recenti, in quel percorso di cronaca e storia popolare simbolo del profondo legame che unisce i Misteri alla città.
Per concludere il “dizionario dei Misteri”, termini e modi di dire che fanno parte della storia della processione ma che sono talvolta divenuti parte integrante del dialetto trapanese, come la celebre “annacata”.
“I Misteri – La Processione di Trapani”, un testo completo sulle nostre tradizioni, un volume da conservare in libreria o da regalare, un testo da sfogliare per conoscere la storia sconosciuta dei nostri gruppi, per scoprire come eravamo e come siamo in quel meraviglioso amore trapanese per i Misteri, un amore antico da quattro secoli ma sempre vivo.

Ed anche il sito web www.processionemisteritp.it nella sua nuova veste grafica propone tante interessanti novità. Buona navigazione.

Prosegue a Paceco la rassegna estiva “A Macaràro” [AUDIO]

Ne parliamo con Giovanna Scarcella, la curatrice dell'evento
Sul posto Forestale, Vigili del fuoco, elicotteri e Canadair
La storica dell'Arte Lina Novara nominata direttrice del Museo Diocesano
Le rate per il pagamento della Tari passano da tre a cinque
Accompagnerà i presenti in un viaggio culinario tra le ricette tradizionali della sua terra e le sue creazioni quotidiane
Intervista a Paolo Salerno, l'organizzatore della rassegna che da 16 anni propone i gusti dal mondo
In via Emanuela Loi e al Museo intitolato a Paolo Borsellino

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Completato il revamping di due pozzi a Castelvetrano, in dirittura di arrivo quello dei pozzi di Trapani e Calatafimi
Possono partecipare alla selezione adulti tra i 18 e gli 80 anni di età e minori tra i 14 e i 17 anni di età
Una mostra mercato di prodotti tipici di enogastronomia, artigianato e commercio e tutto ciò che è di più rappresentativo per la Sicilia, e ogni sera è prevista musica
L'artista di Brolo ha incantato il pubblico con un mix di suoni, spaziando dal jazz al folk