Trapani, chiude il mercato ittico. Fratelli d’Italia: “Ultimo atto” [AUDIO]

Il dirigente Michele Ritondo: "Dopo aver speso migliaia di euro di fondi pubblici è accaduto ciò che avevamo previsto: situazione precaria e totale fallimento"

“Dal 2 gennaio il mercato ittico di Trapani è chiuso per decisione dell’Amministrazione comunale – dichiara Michele Ritondo, dirigente di Fratelli d’Italia – . L’apertura della struttura, nel 2021, la definimmo una ‘Farsa Tranchidiana’, l’ultimo atto si è compiuto”. Ritondo, sostenuto dei consiglieri comunali di Fratelli d’Italia, interviene sulla faccenda mercato ittico di Trapani di via Cristoforo Colombo.

“Dopo aver speso migliaia di euro di fondi pubblici e aver illuso gli operatori con promesse di stabilità ai fini meramente elettorali è purtroppo accaduto ciò che avevamo previsto: situazione precaria e totale fallimento. La vicenda del mercato ittico di Trapani è un fallimento amministrativo, politico e anche sociale. Gli operatori da oggi che faranno? Ci sarà un vero confronto con l’Amministrazione? La città di Trapani non ha più un mercato del pesce, non è uno scherzo”.

Il dirigente di Fratelli d’Italia ha voluto specificare la questione ai microfoni di TrapaniSi. Clicca play per ascoltare:

“Denunciammo già allora l’enorme rischio di spesa “inutile” e così è stato – aggiunge il dirigente di FDI – . La città di Trapani ha perso anche la presidenza del Flag a causa di questa vicenda. Si è proseguito per due anni con un percorso dato per fallito sul nascere e definito momentaneo nella stessa ordinanza targata Tranchida. Per due anni non si è pensato a un’alternativa valida o a un progetto con una visione concreta del futuro per il settore. Quella struttura potrebbe diventare cruciale per il settore e davvero può essere attrattiva per giovani in cerca di un lavoro, si faticoso, ma che possa anche essere gratificante e remunerativo. Quella di sprecare due anni preziosi e migliaia di euro è stata una scelta voluta dell’Amministrazione”.

“Le chiacchiere fatte in questi due anni dal sindaco – conclude Michele Ritondo – e da tutti gli assessori che si sono avvicendati nella gestione della faccenda, hanno solo riempito di parole comunicati blandi e provvedimenti inconcludenti. Con i consiglieri di Fratelli d’Italia chiederanno il confronto in aula, dopo esserci confrontati in modo serio con gli operatori del settore”.

Altro che sindaco o assessore, a Trapani decidono i topi [AUDIO]

Intervista all'assessore Emanuele Barbara e a Livio Marrocco presidente di Nova Civitas
Intervista all'assessore Emanuele Barbara e a Livio Marrocco presidente di Nova Civitas
Con Ornella Fulco parliamo del primo appuntamento della rassegna letteraria di questa sera, giovedì 18 luglio al Teatro comunale di Valderice
Nascondeva una pistola d avrebbe messo a disposizione del boss un garage trasformato in appartamentino
Si tratta del terzo spettacolo in cartellone e si terrà al Salotto Culturale Insonnia il 24 luglio
L'autrice firmerà il suo libro “Granita e baguette”, nuovo “capitolo” della saga delle Signore di Monte Pepe
Lo scrittore trapanese torna a trattare in chiave romanzata lo scottante tema della violenza sulle donne
Ne parliamo con la professoressa Giovanna Parisi, coordinatrice del corso di laurea in Biodiversità e Innovazione Tecnologica

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Si prosegue, fino al 20 luglio, con un ricco programma di proiezioni a cielo aperto, incontri e dibattiti, degustazioni e spettacoli
Due mesi di concerti, spettacoli e performance che abbracciano sette secoli di storia musicale, dal Medioevo al Barocco
Schifani: «Ordinanza per tutelare la salute degli addetti più a rischio»