Trapani chiama, Siracusa risponde: il duello a distanza delle due contendenti alla Serie C

Uno scenario piuttosto chiaro quello del girone I di Serie D che vede il Siracusa in vetta, inseguito da un Trapani a bottino pieno, ma con una gara in meno. Domenica l’opportunità del sorpasso granata visto che toccherà proprio ai rivali riposare mentre la formazione di Torrisi sfiderà la Sancataldese in trasferta.

A queste due compagini si aggiunge anche la Vibonese, lo dicono i numeri: la squadra calabrese ha vinto tutte le partite tranne quella del 24 settembre scorso al Provinciale contro il Trapani, ma è ovvio che la rivalità tra i granata e il Siracusa sia sotto i riflettori.

Una sfida a distanza nel vero senso della parola, perché passerà ancora più di un mese al primo scontro diretto tra le due contendenti alla promozione in Serie C. Una corsa in cui ogni dettaglio può essere decisivo e, proprio per questo, è necessario fare riferimento agli orari in cui sono cominciate e terminate le otto partite finora disputate dal Siracusa e confrontarli con quelli del Trapani.

Se il Siracusa è sceso in campo un’ora dopo il Trapani per quattro volte e quindi conoscendo già il risultato finale del match dei granata, sono solamente due i casi in cui questo fattore potrebbe aver influito a livello psicologico: in occasione della 4ª giornata, Trapani-Vibonese (0-0 all’intervallo e 2-0 finale) e Siracusa-Igea Virtus (1-0 con gol di Vacca al 40′) ed in occasione dell’8ª, Trapani-Locri (2-0 all’intervallo e 4-0 finale) e Siracusa-San Luca (3-0 alla fine dei primi 45′ col Trapani che aveva già concluso la sua partita e 6-1 finale con gli aretusei che riconquistano il primato del migliore attacco con 26 reti).

Si tratta di dettagli, appunto, che alla lunga potrebbero essere decisivi. Tanto il Trapani quanto il Siracusa hanno fatto vedere i propri valori in queste prime giornate di campionato: si tratta delle squadre più forti di questo girone I, senza mai dimenticare la Vibonese.

Anche se mancano ancora 6 giornate prima dello scontro diretto, la data segnata in rosso dalle due formazioni siciliane è quella del 26 novembre, domenica in cui il Trapani affronterà il Siracusa al De Simone.

Occasione in cui, in maniera giocosa, si sono dati appuntamento anche i presidenti delle due società, Valerio Antonini e Alessandro Ricci. I due pranzeranno insieme prima di assistere alla partita, un gesto di grande sportività di due imprenditori che possono dare tanto al calcio siciliano. Si spera che altrettanto sportivo sarà l’approccio delle due tifoserie alla gara, storicamente così sentita al punto che non sono mai mancati dei tafferugli al di fuori dello stadio.

Custonaci, la Sicilia e i suoi borghi: sabato il convegno [AUDIO]

Col primo cittadino Fabrizio Fonte abbiamo parlato del terzo ed ultimo week end de "i borghi dei tesori"
Per discutere iniziative utili ad evitare che la struttura venga realizzata nel territorio trapanese
Col primo cittadino Fabrizio Fonte abbiamo parlato del terzo ed ultimo week end de "i borghi dei tesori"
Diffuso il programma di eventi delle tre giornate
Autrice del libro "La maga e il velo. Incantesimi, riti e poteri del mondo magico eoliano"
"Impensabile un’inversione di tendenza senza aumento dei trasferimenti ordinari"
"La memoria di Giovanni Falcone deve far parte della vita quotidiana di ogni siciliano"
Iniziativa dello Sportello per l'internazionalizzazione delle imprese della Regione

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...
Trapani Shark-Udine

Bentornati play-off

Ne parliamo con Giacomo Incarbona
I militari sono stati allertati dall’allarme del braccialetto elettronico
Organizzato da Giovani Imprenditori Cna Sicilia in collaborazione con Cna Trapani
Per attivare percorsi formativi su libertà fondamentali, diritti e doveri costituzionali ed educare alla cittadinanza attiva