Trapani, celebrata la Festa della Repubblica

Alla Prefettura la consegna di onorificenze dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana

Anche a Trapani, stamattina, è stata celebrata la Festa della Repubblica. La cerimonia, come da tradizione, si è svolta nella piazza Vittorio Veneto alla presenza delle massimi autorità civili, militari e religiose e di comuni cittadini.

Ad aprire la manifestazione organizzata dalla Prefettura, l’alzabandiera sulle note dell’inno di Mameli a cui è seguita la deposizione, da parte della prefetta Daniela Lupo, di una corona d’alloro al Monumento ai Caduti.

Ad una rappresentanza di giovani impegnati nel volontariato e nello sport, Lupo ha consegnato copie del testo della Costituzione italiana. “Un simbolico passaggio del testimone dell’impegno solidale alla costruzione della democrazia, nel quotidiano”, ha sottolineato la prefetta di Trapani.

La cerimonia si è conclusa con l’esecuzione di alcuni brani da parte de “Il piccolo coro Trentapiedi” e con l’esposizione di un grande Tricolore sulla facciata del Palazzo del Governo ad opera dei Vigili del fuoco.

A seguire, nel Salone di rappresentanza del Palazzo del Governo, la consegna delle Onorificenze dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Quest’anno sono stati sei i cittadini del Trapanese distintisi nell’ambito delle Istituzioni e nel sociale, insigniti Cavalieri: Giuseppe Ermacora Giuseppe, ispettore superiore della Polizia di Stato in quiescenza;
Giuseppe Lentini, sostituto commissario della Polizia di Stato in quiescenza;
Angelo Cagnino, assistente capo della Polizia di Stato; Giuseppe Lo Cicero, pianista concertista; Vito Quinci, sottufficiale della Guardia Costiera in quiescenza; Ignazio Trapani, luogotenente della Guardia di Finanza in quiescenza.

Nell’atrio del palazzo della Prefettura sono stati realizzati gli stand delle Forze dell’ordine, dei Vigili del fuoco, della Guardia costiera e dell’Esercito in ossequio al tema delle celebrazioni nazionali che è “In difesa della Repubblica, al servizio del Paese”.

“Celebrare i settantotto anni della nascita della Repubblica Italiana richiama i valori della nostra identità e di una Costituzione lungimirante e saggia – ha scritto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel messaggio al Capo di Stato Maggiore della Difesa che è stato letto anche durante la cerimonia trapanese – frutto della straordinaria rinascita che prese le mosse dalla lotta di Liberazione. Indipendenza e libertà sono conquiste che vanno difese ogni giorno, in comunione di intenti e con la capacità di cooperare per il bene comune”.

“Il messaggio del Presidente Mattarella – ha detto nel suo saluto la prefetta Daniela Lupo –  in primo luogo, richiama la stretta continuità fra la lotta di liberazione dal nazifascismo, il referendum del 2 giugno 1946, in cui le italiane e gli italiani si lasciarono alle spalle anche la monarchia, e la nostra Costituzione che definisce compiutamente la natura, i valori, l’architettura istituzionale della Repubblica, garantendo libertà, eguaglianza e solidarietà.. Il referendum di cui ricorre oggi il 78° anniversario, fu una scelta fatta, per la prima volta, anche col voto delle donne, che risposero con una partecipazione di massa, come ha ben sottolineato il recente, intenso film di Paola Cortellesi”.

“Sono oggi adulti – ha proseguito – i nipoti dei giovani di quel 1946. Non tutto è andato bene in questi decenni: le stragi eversive, le mafie, la pandemia, le guerre che ci circondano hanno messo e mettono a dura prova la tenuta sociale nel Paese. Eppure, quella tenuta c’è, a conferma della solidità delle radici della Repubblica, che affondano profondamente nei sacrifici e nei valori di libertà, uguaglianza e solidarietà che si contrapposero all’oppressione del nazifascismo”.

“Il presidente Sergio Mattarella – ha concluso la prefetta di Trapani – ha voluto ricordarci come sia possibile fare fronte agli impegni costituzionali della Repubblica verso i cittadini: attivando ‘proficue sinergie tra le Istituzioni locali’, favorendo ‘percorsi di raccordo tra il centro e i territori’,  sempre ‘valorizzando il principio di autonomia nell’orizzonte della solidarietà’. Ogni giorno, in questo territorio di Trapani, così significativo per il Risorgimento italiano e per la lotta alla mafia, una rete di soggetti istituzionali e della società civile opera vivendo attivamente la democrazia, nella condivisione dei valori e delle responsabilità che la Costituzione attribuisce alla Repubblica.” VIDEO

 

Il “Battesimo di Cristo” dal pennello di Edoardo La Francesca [AUDIO]

Il pittore trapanese ha dipinto la tela che adornerà la chiesa di San Giuseppe a Castellammare del Golfo
Con quattro vele, arretra Pantelleria che quest'anno si ferma a tre
Il 5 luglio riapre il museo che racconta la pesca del tonno
"Un anno fa l'annuncio del ripristino delle risorse finanziarie e della necessità di avviare una nuova procedura di gara, ma nulla si è mosso"
La storica Biblioteca diventa interattiva e accessibile a tutti grazie all'introduzione di tecnologie digitali all'avanguardia
La passeggiata sonora prevede di camminare in silenzio, concentrandosi sull’ascolto dell'ambiente, considerando la propria presenza al suo interno
Tale manifestazione vedrà gallerie d’arte, spazi creativi e atelier di artisti aprire le porte ai visitatori
«Individuata la soluzione per far ripartire la raccolta dei rifiuti nei circa duecento Comuni della Sicilia coinvolti dallo stop all’impianto Tmb di Lentini, nel Siracusano». Ad annunciarlo il presidente della Regione Siciliana, Renato Schifani, che ieri sera ha firmato un’apposita ordinanza nella qualità di commissario straordinario per i rifiuti. La...
Nella zona nord riguarda le utenze private mentre nella zona sud le utenze commerciali

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
La cerimonia di professione solenne il 28 giugno alle 17 nella chiesa di Santa Maria di Gesù
Promosso dalla coop sociale Badia Grande in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato
Il militare si trovava, libero dal servizio, in un centro commerciale a Milazzo, nel Messinese
Il 10 ottobre scorso il Consiglio comunale aveva deciso il conferimento accogliendo la proposta della Giunta
Presentato progetto per l'installazione di ulteriori telecamere per la sorveglianza del territorio