Trapani, aumentano contagi Covid: il sindaco chiude le scuole

A Trapani le scuole non riapriranno domani ma il prossimo 21 gennaio. Anche se il governo Musumeci ha deciso stamattina – dopo la riunione della Task force svoltasi presso l’Assessorato regionale all’lstruzione –  per la riapertura delle scuole da domani, 13 gennaio, il sindaco di Trapani imbocca una strada diversa e lo fa sulla scorta dei dati forniti dall’Asp che indicano un ulteriore aumento dei contagi Covid e dell’orientamento espresso dalla maggioranza dei sindaci siciliani, così come riferito da Anci Sicilia.

“Allo stato Trapani non è stata ancora dichiarata zona arancione – spiega Tranchida – ma la situazione si è ulteriormente aggravata rispetto alla richiesta di zona arancione già presentata al governo regionale lo scorso 7 gennaio dall’Asp, anche riguardo a Salemi e a Vita. Report che l’Asp ha trasmesso, ovviamente, anche alla Regione. Come sindaco, procedo ai sensi del 6 comma dell’articolo 50 del Testo unico Enti locali con un’ordinanza in cui si prevede la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado”.
Per ASCOLTARE le dichiarazioni del sindaco (13-01-2022) clicca qui

Da domani, 13 gennaio, inoltre, l’ordinanza del sindaco dispone: ingressi contingentati, con green pass rafforzato e con mascherina FFP2 in tutti i luoghi d’interesse storico-culturale e biblioteche garantendo il distanziamento interpersonale di almeno 1,5 metro e – in caso di presenza di postazioni di lettura – riducendo al 50% il numero dei posti per ciascuna postazione; la chiusura di tutti i Centri sociali e di incontro pubblici e privati; divieto di stazionamento nel raggio di 100 metri davanti agli esercizi pubblici  che somministrano, a qualsiasi titolo, bevande e cibo per asporto; sospensione di conferenze, convegni, mostre, concerti anche organizzati da privati e pur se già autorizzati precedentemente dall’Amministrazione; svolgimento delle funzioni e celebrazioni (ad esempio matrimoni/funerali) nel rigoroso rispetto delle distanze interpersonali con costante utilizzo delle mascherine FFP2.
Il Mercato del contadino sul lungomare Dante Alighieri e il mercatino del giovedì a piazzale Ilio e il mercato del pesce “potranno svolgersi nel rispetto degli ingressi contingentati e con l’uso delle mascherine FFP2. Decisa anche la sospensione corse bus di linea urbana dell’Atm la domenica.

Per quanto riguarda la “sospensione delle attività didattiche ed educative in presenza nelle Scuole di ogni ordine e grado, compresi gli asili nido, micronido, sezioni primavera, gli asili in casa e le ludoteche, siano essi pubblici, privati e paritari”, nella ordinanza si legge che durante il periodo di tempo indicato “le autorità scolastiche, in piena autonomia, potranno assumere ogni misura utile a garantire il diritto all’istruzione e all’inclusione degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali utilizzando le modalità ritenute maggiormente confacenti”.
Per leggere il testo integrale del provvedimento che contiene anche altre disposizioni per limitare il contagio del Covid CLICCA QUI/