Trapani, al via il progetto “La Scuola promessa” per l’inclusione e l’educazione domestica e ospedaliera

Lo scopo è attivare azioni efficaci contro il disagio e a sostegno delle disabilità sulla base dei reali bisogni del territorio

Ha preso il via lo scorso 20 novembre, proprio in occasione della “Giornata internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza”, il progetto “La scuola promessa” delll’Ambito Territoriale di Trapani per promuovere il benessere scolastico ed educativo.

Lo scopo è quello – dopo un lungo lavoro di “censimento” delle risorse presenti sul territorio che ha già condotto a una prima riunione con oltre 40 tra cooperative, associazioni, fondazioni, Istituzioni e gruppi di docenti con competenze ed esperienza educativa – di attivare microprogettualità efficaci contro il disagio e a sostegno delle disabilità.

La strategia del progetto – che è sostenuto dal direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale, Stefano Suraniti – è quella di ottimizzare le capacità d’intervento dell’Ufficio scolastico provinciale e di tutte le scuole del Trapanese, promuovendo una “presa in carico” condivisa da parte di tutti gli attori coinvolti nel processo educativo e di formazione per una Scuola che sia più flessibile, aperta alle innovazioni e aggiornata dall’interno grazie all’impegno delle famiglie e degli operatori del Terzo settore.

Il cambio di paradigma – che inizia col riflettere sul senso della diversità, delle potenzialità e dei saperi di ciascuno, valorizzando anche esperienze e competenze delle famiglie e degli operatori del territorio – vuole essere quello della realizzazione di percorsi di reale integrazione e inclusione scolastica e sociale a medio e lungo termine.

Ai tavoli di lavoro della “Scuola promessa” si discuterà per realizzare efficaci strategie di inclusione e migliorare gli ambienti di apprendimento (e, quindi, gli ambienti di vita) in modo che siano realmente aperti e inclusivi. Potranno nascere sperimentazioni circostanziate, per innovare e migliorare le prassi educative e l’efficace cooperazione e condivisione fra i diversi attori sociali, interni ed esterni alle scuole di Trapani, attivando la progettazione e la regolazione in itinere dei progetti educativi, individuando e definendo gli strumenti, anche minimi ma sostenibili e replicabili, di “benessere” educativo, sociale e organizzativo.

A breve, negli uffici di via Castellammare, sarà costituita anche una Commissione di lavoro operativa. Alla sperimentazione, infatti, è legata la possibilità di far maturare, all’interno delle singole scuole e all’interno delle diverse reti di scopo, nuovi piani e modelli di formazione del personale scolastico e delle classi: piani di formazione flessibili, specifici e integrati, che coinvolgano, ad esempio, gli interi gruppi di lavoro (il Consiglio di classe, il Dipartimento, i Consigli di interclasse) per giungere a una dimensione dei processi formativi non più segmentati e parcellizzati e aridamente appiattiti sulle diverse tematiche.
Al tavolo di regìa siederanno le scuole sedi degli Osservatori contro la dispersione, le scuole polo per la formazione e l’inclusione e i singoli dirigenti scolastici interessati a lavorare in squadra.

Il progetto di ricerca e gli interventi nasceranno “dal basso” cioè dalle esigenze reali delle classi, della comunità educante e sulla base del fabbisogno effettivamente rilevato nei quartieri, nelle contrade, per migliorare l’inclusione degli studenti con disabilità e/o in difficoltà.

I primi obiettivi da perseguire sono lo sviluppo di una visione inclusiva della disabilità orientata alla vita autonoma, indipendente e la promozione di un sistema di interventi a contrasto del disagio giovanile che sia realmente condiviso e sostenibile.

L’almanacco di oggi mercoledì 24 aprile 2024

In questa rubrica tutto quello che c'è da sapere sulla giornata di oggi
Siciliano, lascia la guida della Questura di Imperia
Il provvedimento riguarda la vendita di alcolici e la diffusione di musica
Residente a Santa Ninfa, si era ferito ieri ed è rimasto tutta la notte all'addiaccio
Si lavora per individuare e definire strategie di prevenzione e contrasto al fenomeno
L'indagine riguarda un intero nucleo familiare, radicato nel quartiere San Giuliano
L'appuntamento per la provincia di Trapani è previsto per il 19 maggio al Museo di Arte Contemporanea di Alcamo
Si tratta di circa tremila lavoratori potranno essere assunti da Enti locali, ASP e Aziende ospedaliere
L'Associazione Nazionale Partigiani Italiani ha espresso la propria indignazione

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
"Superare la precarietà nei contratti di lavoro e di rendere più sicuro il lavoro nel sistema degli appalti"
Il sindaco Forgione: "Dopo decenni di attesa ci avviamo alla conclusione dell'iter"
Il deputato regionale ribatte alle dichiarazioni del segretario provinciale e della presidente dell'Assemblea
Esprime delusione e scoramento per il clima politico nel massimo consesso cittadino