Trapanesi dal cuore grande: più di 600 randagi adottati in tre anni

Decine anche i piccoli felini che hanno trovato famiglia. Il Comune, inoltre, ha pubblicato un bando sulla gestione dell’Ambulatorio Veterinario di via Tunisi

Boom di adozioni di cani e gatti a Trapani. Sono più di seicento i cani randagi che sono stati adottati negli ultimi 3 anni nel capoluogo trapanese. Decine anche i piccoli felini che hanno trovato famiglia.

“Tanto è stato fatto in tre anni – afferma Andrea Vassallo, assessore al Randagismo del Comune di Trapani – grazie alla collaborazione del sindaco Giacomo Tranchida e gli uffici del Comune che si sono spesi senza limitazioni. Abbiamo riscontrato un boom di adozioni: più di 600 cani in tre anni e decine di gatti. Questo significa aver dato una famiglia e un calore ad un animale”. È chiaro, però, che in caso di adozione, il Comune risparmia numerosi fondi: il mantenimento giornaliero presso un canile convenzionato costa circa 5 euro. Questa cifra moltiplicata per il numero di animali e sommata per tutta la permanenza fa una cifra non indifferente. La vita media di un cane è di 10 anni (3650 giorni) pari quindi a 18.250€ per esemplare.

“Stiamo lavorando per ultimare le pratiche burocratiche per l’apertura del canile comunale di contrada Cuddia – aggiunge Vassallo – e in questi mesi dobbiamo ringraziare per la collaborazione le numerose associazioni animaliste e nel dettaglio “L’Arca di Johnny e Osvaldo”, “Oipa”, “Enpa” e “Associazione Randagi del Sud”. Si è creata una bella sinergia con i cittadini che hanno anche aiutato le varie associazioni con donazioni per aiutare gli animali”.

Inoltre, il Comune, non disponendo di risorse umane né di profili professionali atti alla gestione dell’Ambulatorio Veterinario di via Tunisi, ha pubblicato un avviso per l’affidamento della gestione del servizio.La gestione delle attività è rivolta ad Associazioni Animaliste o raggruppamento di Associazioni Animaliste (con i requisiti di cui all’art.9 dell’allegato avviso pubblico) iscritte all’Albo Regionale ai sensi della L. R. n. 15/2000 che abbiano una propria sede operativa nel territorio del Libero Consorzio di Trapani mediante specifico contratto fino al subentro in tale gestione della società partecipata Trapani Servizi. I soggetti interessati (cittadini, imprese, associazioni etc.), possono far pervenire osservazioni e/o proposte rispetto all’Avviso Pubblico in consultazione entro le ore 10:00 del 05/12/2022 esclusivamente a mezzo di posta elettronica certificata all’indirizzo servizi.ambiente@pec.comune.trapani.it

Il “Battesimo di Cristo” dal pennello di Edoardo La Francesca [AUDIO]

Il pittore trapanese ha dipinto la tela che adornerà la chiesa di San Giuseppe a Castellammare del Golfo
La notizia è stata comunicata durante una riunione alla Prefettura di Trapani
Quando si raggiungono i 35 gradi, in assenza di risveglio in grado di mitigare il rischio nei cantieri, bisogna interrompere le attività
Il provvedimento è entrato in vigore lo scorso 15 giugno
Tecnici al lavoro per ripristinare l'alimentazione delle pompe che attingono acqua dai pozzi di Sinubio
Schifani e Turano: «La Regione investe sui giovani, risorse triplicate»

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Nel 2024 si stima che saranno raccolte 3.504 tonnellate di imballaggi in acciaio, un +40,7% rispetto al 2023
Il segretario provinciale del Partito Democratico critico sulla riforma voluta dal governo nazionale