lunedì, Marzo 4, 2024

Torna la Ztl nel centro storico fino all’8 gennaio per consentire gli eventi natalizi

TRAPANI. Torna la Zona a traffico limitato nel centro storico. Da ieri e fino all’8 gennaio, infatti, nella parte antica della città ritorna la Ztl per consentire lo svolgimento di manifestazioni natalizie.

L’amministrazione comunale quest’anno, in occasione della ricorrenza delle festività natalizie, ha organizzato diverse manifestazioni con eventi di vario genere che, pertanto, saranno motivo di attrazione per molti turisti e cittadini trapanesi i quali, pertanto, potrebbero effettuare acquisti visitando la parte antica della città. Molte strade del centro storico, però, sono particolarmente strette e, allora, dal Comune hanno deciso di riproporre da ieri e fino all’8 gennaio, la Zona a traffico limitato nel centro storico. Così come avviene ogni anno da maggio ad ottobre.

La Ztl riguarderà indistintamente tutto il centro storico con un paio di eccezioni. In via Mercé sarà attiva soltanto dalle 19 alle 7 del mattino, mentre saranno escluse dal provvedimento via Sant’Elisabetta, via Barone Sieri Pepoli, via Carreca, via Orfane e via Poeta Calvino.

L’amatoriale che riempie i teatri, Ariston sold-out a Trapani con 50&più [AUDIO]

"Ignazio e Franca Florio, storia di una illusione", ne abbiamo parlato con Cinzia Saura
Più di 45 atleti provenienti da tutta la Sicilia hanno partecipato al raduno della Federazione Italiana Rugby che si è svolto a Trapani
L'assessore regionale Turano: «Combattiamo la dispersione con l'offerta culturale»
Conclusa l'udienza preliminare al Tribunale di Trapani

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
Agricoltori e associazioni chiedono che non si sversi più acqua dell'invaso a causa della mancata manutenzione
Si completa così l'ultimo step dettato dal protocollo d’intesa tra Assessorato regionale della Salute e sindacati