sabato, Marzo 2, 2024

Terrazza d’Autore, Leila Karami racconta le donne dell’Iran

La docente di Letteratura Persiana protagonista del quarto incontro della rassegna con il suo "Anche questa è Teheran, credetemi!"

Protagonista del quarto appuntamento di “Terrazza d’Autore”, la rassegna letteraria curata da Ornella Fulco e Stefania La Via giunta, quest’anno, alla sua diciottesima edizione, è Leila Karami, curatrice della raccolta di racconti “Anche questa è Teheran, credetemi!”.
Sul palco del Teatro comunale “On. Nino Croce” di Valderice, domani, 3 agosto, alle 19, si dipaneranno le storie di donne tradotte dal persiano e selezionate da Karami tra le opere delle maggiori scrittrici contemporanee iraniane. Ciascun racconto offre uno spaccato della realtà di quel Paese: sociale, familiare, politica, con una puntuale attenzione alla condizione femminile nella sua multiforme compresenza di più generazioni.

Nato con l’intento di sfatare il luogo comune che vede le donne musulmane sempre e dovunque sottomesse, il libro sarà il punto di partenza anche per un approfondimento delle più recenti vicende legate alla condizione delle donne in Iran: le proteste scoppiate dopo l’uccisione di Mahsa Amini nel settembre 2022 hanno fatto parlare i media di tutto il mondo, portando in primo piano le gravi violazioni dei diritti fondamentali vissute dal popolo iraniano e, in particolare, dalle donne.
Donne che, rifiutando il ruolo di ultime tra gli ultimi in cui il regime ha, da sempre, cercato di relegarle, si sono prese con coraggio e determinazione la testa della rivolta, guidando le proteste e coinvolgendo i giovani e gli uomini, senza timore per le conseguenze sulle loro vite.

Anche se l’attenzione mediatica, nell’ultimo periodo, si è affievolita, la lotta delle donne iraniane prosegue strenuamente, tra proteste di piazza e iniziative meno eclatanti ma ugualmente importanti. L’incontro con Leila Karami sarà, quindi, l’occasione per fare il punto sulla situazione e sull’attivismo delle donne in Iran.

Leila Karami ha conseguito il dottorato di ricerca in Civiltà islamica, storia e filologia. Attualmente insegna presso le Università Ca’ Foscari di Venezia e La Sapienza di Roma. Si occupa di Letteratura persiana contemporanea con particolare attenzione ai diari di viaggio tra Settecento e Ottocento, di questioni di genere e di teologia femminile islamica. Tra i suoi lavori recenti, la curatela, con B. Scarcia Amoretti, de “Il protagonismo delle donne in terra d’Islam. Appunti per una lettura storico-politica”; con M. Ferri ha scritto “Madri d’Oriente fra tradizione e dissenso”; con R. Rossi, “Donne violate. Forme della violenza nelle tradizioni giuridiche e religiose tra Medio Oriente e Sud Asia”.

1

L’amatoriale che riempie i teatri, Ariston sold-out a Trapani con 50&più [AUDIO]

"Ignazio e Franca Florio, storia di una illusione", ne abbiamo parlato con Cinzia Saura
Il 3 marzo alle ore 10.30 i volontari si ritroveranno in piazzale stenditoio, alla Cala Marina
Petrusa ricopre anche il ruolo di segretario della Filctem Cgil di Trapani
Appuntamento sabato 2 marzo alle ore 18 si terrà una nuova presentazione del libro presso i locali del tempio valdese in via Orlandini 38 di Trapani

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
Aziende locali faranno conoscere i loro prodotti: vino, carne, miele, formaggi, pasta, frutta e verdura
Per pianificare e coordinare le operazioni di disinnesco e brillamento. L'area di contrada Rampinzer, dal momento del rinvenimento dell'ordigno da parte di operai che stavano lavorando per installare un campo fotovoltaico, è costantemente vigilata
Un'occasione per riscoprire il valore della cura delle persone, degli altri e del nostro pianeta
Si tratta di "Villa Favorita" a Marsala e "La Clessidra" a Salemi