Tennistavolo: TT Mediterraneo salvo dai play out, niente da fare per la promozione del TT Mediterraneo Ericelandia

Il TT Mediterraneo ha guadagnato la permanenza in D1 mentre il TT Trapani non riesce a raggiungere la C1 per differenza game

Gli azzurri erano impegnati nel confronto dei play out contro il Modica per salvare il campionato di D1 ma le cattive condizioni fisiche di Manuguerra e Salerno, costretto alla panchina, non facevano presagire nulla di buono, trattandosi di un’unica partita secca. Nella prima partita del doppio, Andrea Simonte e Giovanni Rosselli, che sostituiva Salerno, perdono per 3 a 2.

Ma da quel momento in poi Andrea Simonte, il più piccolo di tutti, metteva a segno 2 vittorie nei suoi singolari, capovolgendo l’esito dell’incontro grazie anche ai 2 punti guadagnati da Manuguerra a cui si aggiunge una gran bella prestazione, importantissima per l’esito finale, di Rosselli. Una vittoria di squadra che regala la permanenza in D1 alla squadra dello Studio Tecnico A.P.

Ma anche i playoff della C2 per guadagnarsi la C1, primo campionato di livello nazionale, hanno riservato emozioni fortissime. Una maratona infinita di 2 giorni tra 16 squadre, le migliori di tutta la Sicilia, che si affrontavano a Trapani nella palestra del TT Trapani, anch’esso qualificato all’evento ma a differenza del Mediterraneo, direttamente nella fase finale top 8, visto che in campionato era arrivato primo nel girone.

Il TT Trapani arriva primo nel girone, vincendo 4-1 con Palermo grazie ad un doppio di Giovanni Altesi e Dario Cioffi e le successive grandi prestazioni dello stesso Altesi, autore di 2 punti, e del capitano Cioffi, che metteva dentro il punto mancante per la vittoria.
Contro il TT Modica la gara si mette subito in discesa e sul 2-2 viene sostituito Cioffi con Antonino Poma, per consentire a tutta la squadra di prendere confidenza col campo gara e con la manifestazione. La gara finisce 4-3 per il Modica, ma il risultato del primo posto era già stato acquisito sul 2-2, pertanto la sconfitta resta indolore.

Cosi il Mediterraneo Ericelandia passa alla fase finale delle prime 8 e Giovanni Altesi vince tutte le sue partite, tranne quella contro la TT Noto Siracusa, tra l’altro squadra superfavorita insieme al TT Enna per la promozione finale. Giovanni Altesi e Leonardo e il presidente Poma lottano come leoni ma escono fuori per differenza game. Un solo game sbarra la strada al Mediterraneo per la semifinale a 4.

Altro che sindaco o assessore, a Trapani decidono i topi [AUDIO]

Intervista all'assessore Emanuele Barbara e a Livio Marrocco presidente di Nova Civitas
Intervista all'assessore Emanuele Barbara e a Livio Marrocco presidente di Nova Civitas
Con Ornella Fulco parliamo del primo appuntamento della rassegna letteraria di questa sera, giovedì 18 luglio al Teatro comunale di Valderice
Nascondeva una pistola d avrebbe messo a disposizione del boss un garage trasformato in appartamentino
Si tratta del terzo spettacolo in cartellone e si terrà al Salotto Culturale Insonnia il 24 luglio
L'autrice firmerà il suo libro “Granita e baguette”, nuovo “capitolo” della saga delle Signore di Monte Pepe
Lo scrittore trapanese torna a trattare in chiave romanzata lo scottante tema della violenza sulle donne
Ne parliamo con la professoressa Giovanna Parisi, coordinatrice del corso di laurea in Biodiversità e Innovazione Tecnologica

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Si prosegue, fino al 20 luglio, con un ricco programma di proiezioni a cielo aperto, incontri e dibattiti, degustazioni e spettacoli
Due mesi di concerti, spettacoli e performance che abbracciano sette secoli di storia musicale, dal Medioevo al Barocco
Schifani: «Ordinanza per tutelare la salute degli addetti più a rischio»