Stupefacenti, sequestrati beni per 300 mila euro a due pregiudicati trapanesi [VIDEO]

Padre e figlio, di 45 e 24 anni, sono entrambi sottoposti agli arresti domiciliari

I poliziotti della Divisione Anticrimine della Questura e i militari della Compagnia Carabinieri di Trapani hanno eseguito oggi il sequestro anticipato di beni nei confronti di due uomini, padre e figlio, di 45 e 24 anni, entrambi sottoposti alla misura degli arresti domiciliari, per un valore complessivo di circa 300.000 euro.

Il provvedimento è stato emesso dal Tribunale di Trapani – Sezione Misure di Prevenzione su proposta congiunta del questore di Trapani e del procuratore della Repubblica di Trapani per l’applicazione della misura di prevenzione personale e patrimoniale a carico dei due, più volte denunciati o arrestati per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e con a carico già alcune condanne.

In particolare il 45enne, destinatario insieme ad alcuni suoi familiari del provvedimento di sequestro, avrebbe svolto, nel corso degli anni 2018-2020, il ruolo di anello di congiunzione con gruppi criminali del Palermitano presso i quali era solito rifornirsi all’ingrosso di stupefacenti da spacciare a Trapani anche in esercizi commerciali di cui disponeva e dove gli acquirenti ben sapevano di poter acquistare la droga previo accordo telefonico per concordare quantitativo e orario.

La posizione del 24enne è – secondo gli inquirenti – sostanzialmente assimilabile a quella del padre. Le risultanze d’indagine hanno consentito di tratteggiare, infatti, la figura di un giovane estremamente propenso all’uso della violenza e delle armi, incapace di contenere i propri istinti criminosi anche dopo essere stato sottoposto all’applicazione di misure cautelari o di pene detentive.
Grazie alle pregresse conoscenze criminali del padre, il giovane avrebbe messo in piedi una fiorente e lucrosa attività di spaccio di sostanze stupefacenti, gestendola progressivamente in maniera sempre più autonoma con la collaborazione di altri giovani e affrancandosi così dal genitore. Nel corso degli anni – secondo le indagini – il giovane avrebbe dimostrato di possedere i “tipici caratteri della figura del capo pronto a commettere gravi fatti di reato ogni volta che la situazione lo richiedeva sia nei confronti degli acquirenti che non saldavano regolarmente gli acquisti di droga sia nei confronti di gruppi criminali antagonisti”. Per alcuni di questi reati il giovane si trova attualmente sottoposto alla misura degli arresti domiciliari.

La fiorente attività di spaccio di sostanze stupefacenti ha consentito ai congiunti di costruire un discreto patrimonio immobiliare e finanziario, frutto del reimpiego degli capitali illeciti accumulati nel corso degli anni in beni immobili, mobili e in due pizzerie.

Le indagini patrimoniali, infatti, effettuate da personale specializzato della Divisione Anticrimine della Questura e dell’Arma dei Carabinieri hanno messo in luce una rilevante sproporzione tra i redditi lecitamente acquisiti e la reale disponibilità economico-finanziaria dei due uomini e dei loro nuclei familiari.

Il sequestro preventivo ha riguardato un appezzamento di terreno di 515 metri quadrati, sito in una frazione di Valderice, dove sono state abusivamente costruite un’abitazione con veranda, un pergolato in struttura prefabbricata e una piscina; due imprese individuali svolgenti attività di ristorazione senza somministrazione con cibi da asporto con sede a Trapani; 11 autovetture; 8 motocicli; 1 ciclomotore; 3 conti correnti e 2 rapporti bancari/postali.

Le attività commerciali ed i beni sono stati affidati ad un amministratore nominato dal Tribunale di Trapani che ne assicurerà la gestione con l’obiettivo di non disperdere posti di impiego e contratti con terzi estranei al provvedimento di sequestro. VIDEO

Trapani Baskin Open Day, festa dello sport inclusivo [AUDIO]

Ne abbiamo parlato con Filippo Frisenda,  delegato regionale EISI
A disposizione 1.377.800 euro per aumentare la dotazione idrica totale di 150 litri al secondo
"Il Comune di Trapani si faccia trovare pronto con un progetto unitario per accedere alle risorse della rigenerazione urbana"
L’evento sarà un'occasione significativa per esplorare approfonditamente gli aspetti naturalistici e culturali dei paesaggi delle due isole vulcaniche
La selezione, rispondendo in primis al principio di sostenibilità, ha elaborato un cartellone che prenderà il via a metà luglio e durerà tutta l’estate
Nell'occasione si presenta il libro “Pietro il pescatore pastore” di don Fabio Pizzitola

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione